Apri il menu principale

Ferdinando Stagno d'Alcontres

politico e banchiere italiano
(Reindirizzamento da Ferdinando Stagno D'Alcontres)
Ferdinando Stagno D'Alcontres
Bundesarchiv B 145 Bild-F008861-0007, Bonn, Bundestagspräsident mit Politiker Sizilien.jpg
Stagno d'Alcontres a sinistra, riceve all'Ars nel 1960 il presidente del Parlamento della RFT

Presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana
Durata mandato 9 giugno 1959 –
9 giugno 1963
Predecessore Giuseppe Alessi
Successore Rosario Lanza

Dati generali
Partito politico DC

Ferdinando Stagno Calapaj d'Alcontres (Tremestieri, 22 gennaio 1920Messina, 22 marzo 1976) è stato un politico e banchiere italiano, già presidente dell'Assemblea regionale siciliana.

Indice

BiografiaModifica

Proveniente da una famiglia messinese, quella dei principi di Montesalso, di Alcontres e di Palizzi, figlio di Alberto e di Ildefonsa Calapaj, si laureò in matematica e fisica.

Facente parte di una famiglia di politici di professione che annovera, tra l'altro, suo fratello Carlo Stagno d'Alcontres, già deputato, suo cugino Carlo Stagno Villadicani d'Alcontres, senatore nella seconda legislatura, nonché suo figlio Francesco Stagno d'Alcontres, anch'egli deputato alla Camera, e suo nipote Antonio Martino, ex ministro.

Ufficiale di Marina nella seconda guerra mondiale, fu internato in un lager tedesco dopo l'8 settembre 1943. Fu decorato della Croce di Guerra.

Attività politicaModifica

Si iscrisse alla Democrazia Cristiana nel 1947 e divenne assistente ordinario all'Università di Messina. Fu assessore comunale ai Lavori pubblici del Comune di Messina dal 1952 al 1956 e Commissario provinciale della Croce Rossa Italiana di Messina.

Nel 1955 fu eletto deputato all'Assemblea regionale siciliana nel collegio di Messina per la DC e fu prima assessore al Bilancio e poi all'Agricoltura. Rieletto nel 1959, divenne presidente dell'Assemblea regionale siciliana, e gestì la fase finale del Milazzismo.

Attività bancariaModifica

Nel 1963 non si ricandidò all'ARS e fu nominato presidente della Cassa Centrale di Risparmio Vittorio Emanuele, l'istituto bancario di proprietà della Regione Siciliana, che presiedette per quasi tre quinquenni. Nel 1966 istituì il Premio Nazionale di Teatro Luigi Pirandello. Negli anni settanta divenne Presidente delle Casse di Risparmio della Comunità Economica Europea.

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

  • Pasquale Hamel-Vito Orlando, "I Padri dell'Autonomia siciliana", Palermo, 2006
  • Giordano Dell'Amore, "La politica del risparmio nella Comunità Economica Europea", (ristampa) Milano, 1981

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90232013 · ISNI (EN0000 0004 1969 2895 · SBN IT\ICCU\LO1V\144419 · WorldCat Identities (EN90232013
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie