Ferenc Deák (calciatore)

calciatore ungherese
Ferenc Deák
Ferenc Deák (cropped).jpg
Nazionalità Ungheria Ungheria
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1959
Carriera
Squadre di club1
1940-1947 Szentlőrinci 267 (338)
1947-1950 Ferencváros 90 (71)
1950-1954 Újpest 149 (57)
1954-1955 Egyetértés 38 (28)
1955-1956 Spartacus Budapest 38 (19)
1957 Egyetértés 30 (14)
1958 Siófok 37 (21)
1959 Egyetértés 30 (9)
Nazionale
1946-1949 Ungheria Ungheria 20 (29)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ferenc Deák (Budapest, 16 gennaio 1922Budapest, 18 aprile 1998) è stato un calciatore ungherese.

CarrieraModifica

ClubModifica

Soprannominato Bamba (o “Dimbo”, che in ungherese significa “tardo”, “fesso”, per il suo peculiare modo di partecipare al gioco), Deák lo era straordinario attaccante, gran fisico, tecnicamente non eccelso ma implacabile di testa e rapace opportunista dell’area di rigore. Cominciò a giocare per lo Szentlőrinci, con cui nel 1945-1946 raggiunge l'ottavo posto in campionato e con 66 reti in 44 incontri ottiene il record mondiale di media-gol, tuttora imbattuto. Si conferma miglior marcatore di tutti i campionati europei anche nell'anno successivo, dopo lo che passa al Ferencváros. Nel 1948-49 vince per la prima ed unica volta il campionato ed è un capocannoniere per la quarta volta.[1] Nel 1949 il Torino FC offrì a Deák 150.000 dollari, ma l'attaccante Ungherese rifiutò la proposta. Con la Ferencváros totalizzò 90 gettoni e 71 gol.[2] Nell'autunno del 1950 passa al Bp. Dózsa e vi rimane fino al 1954, terminando ogni stagione nelle prime posizioni in classifica. Disputa poi quattro stagioni nelle serie inferiori con le maglie di Vörös Meteor Egyetértés SK, Budapest Spartacus e BFC Siófok.[3]

NazionaleModifica

Giocò nella Nazionale di calcio dell'Ungheria dal 1946 al 1949, con la cui maglia vinse nel 1947 la Coppa dei Balcani per nazioni ed il titolo di capocannoniere della competizione.[4] Anche in nazionale detiene il record mondiale quanto a media-gol con 1,45 reti a partita precedendo di poco il francese Just Fontaine che possiede la media di 1,43. Verso la fine del decennio, dopo aver toccato l’apice della propria carriera, Deák imbocca il viale del tramonto; l’esclusione dalla nazionale 1949 (gioca la sua ultima gara contro la Svezia, in amichevole segnando un gol nel secondo tempo) segna l’inizio della fine: con la nomina a C.T. di Gusztáv Sebes da una parte (che di lì a qualche anno avrebbe “inventato” il “centravanti arretrato”) e le accuse di spionaggio dall’altra posero fine alla carriera internazionale di Deák.

Ferenc Deák è il terzo cannoniere più prolifico della storia di calcio, vanta una media di 1,34 reti/partita, dopo il Fernando Peyroteo e Josef Bican.

Nel 1997 IFFHS (International Federation of Football History and Statistics) gli ha assegnato un record di 66 reti.[5] A sancire il valore di questo fuoriclasse arrivò, nel 2000, due anni dopo la morte, il conferimento postumo dell’Hungarian Heritage Award.[6]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Stagione Squadra Campionato
Campionato Presenze Reti
1940-1941[7]   Szentlőrinci III 37 35
1941-1942 III 38 50
1942-1943 II 38 35
1943-1944 II 38 45
1944-1945 II 38 59
1945-1946 I 44 66
1946-1947 I 34 48
Totale Szentlőrinci 267 338
1947-1948   Ferencváros I 30 25
1948-1949 I 30 33
1949-1950 I 30 12
Totale Ferencváros 90 71
1950   Újpest I 30 12
1951 I 29 10
1952 I 30 10
1953 I 30 16
1954 I 30 9
Totale Újpest 149 57
1955   Egyetértés II 38 28
1956

 Spartacus Budapest

II 38 19
1957

  Egyetértés

II 30 14
1958

  Siófok

V 37 21
1959

  Egyetértés

II 30 9
Totale carriera[8] 668 547

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Ungheria
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
6-10-1946 Budapest Ungheria   2 – 0   Austria Amichevole 2
30-10-1946 Esch-sur-Alzette Lussemburgo   2 – 7   Ungheria Amichevole 3
17-8-1947 Budapest Ungheria   9 – 0   Bulgaria Coppa dei Balcani 4
20-8-1947 Budapest Ungheria   3 – 0   Albania Coppa dei Balcani 1
14-9-1947 Vienna Austria   4 – 3   Ungheria Amichevole -   46’
21-4-1948 Budapest Ungheria   7 – 4   Svizzera Coppa Internazionale 1948-1953 2
2-5-1948 Vienna Austria   3 – 2   Ungheria Coppa Internazionale 1948-1953 1
23-5-1948 Budapest Ungheria   2 – 1   Cecoslovacchia Coppa Internazionale 1948-1953 1
19-9-1948 Varsavia Polonia   2 – 6   Ungheria Coppa dei Balcani 1
3-10-1948 Budapest Ungheria   2 – 1   Austria Amichevole 1
24-10-1948 Bucarest Romania   1 – 5   Ungheria Coppa dei Balcani 2
7-11-1948 Sofia Bulgaria   1 – 0   Ungheria Coppa dei Balcani -
10-4-1949 Praga Cecoslovacchia   5 – 2   Ungheria Coppa Internazionale 1948-1953 -   85’
8-5-1949 Budapest Ungheria   6 – 1   Austria Coppa Internazionale 1948-1953 2
12-6-1949 Budapest Ungheria   1 – 1   Italia Coppa Internazionale 1948-1953 1
19-6-1949 Solna Svezia   2 – 2   Ungheria Amichevole -   41’
10-7-1949 Debrecen Ungheria   8 – 2   Polonia Amichevole 4
16-10-1949 Vienna Austria   3 – 4   Ungheria Amichevole 2
30-10-1949 Budapest Ungheria   5 – 0   Bulgaria Amichevole 1
20-11-1949 Budapest Ungheria   5 – 0   Svezia Amichevole 1
Totale Presenze 20 Reti 29

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Ferencváros: 1948-1949

IndividualeModifica

  • Capocannoniere del campionato ungherese: 3
  • Capocannoniere della Coppa dei Balcani: 1
1947 (5 gol)

NoteModifica

  1. ^ RSSSF : World League Topscorers 1889-2005, rsssf.com. URL consultato il 14 febbraio 2020.
  2. ^ Deák Bamba, su vkla.hu. URL consultato il 20 Febbraio 2020.
  3. ^ Football - the - story : Ferenc Deák, football-the-story.com. URL consultato il 15 febbraio 2020.
  4. ^ (EN) Guy De Dekker e Karel Stokkermans, Balkan Cup (for Nations), su Rsssf.com, Rec.Sport.Soccer Statistics Foundation, 23 novembre 2006. URL consultato il 13 giugno 2016.
  5. ^ (HU) IFFHS FerencDeák, su pfla.hu., pfla. URL consultato il 18 Febbraio 2020.
  6. ^ Ferenc Deák, su mlsz.hu. URL consultato il 15 Febbraio 2020. (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2007).
  7. ^ ARFSH Ferenc Deak
  8. ^ ARFSH Ferenc Deak, su arfsh.com (archiviato dall'url originale il 15 luglio 2019).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica