Apri il menu principale
Ferhat Abbas
Ferhat Abbas - algerischer Staatspräsident.jpg

Presidente del Governo provvisorio della Repubblica algerina
Durata mandato 19 settembre 1958 –
27 agosto 1961
Predecessore -
Successore Benyoucef Benkhedda

Presidente dell'Algeria
Durata mandato 25 settembre 1962 –
15 settembre 1963
Predecessore Abdur Rahman Farès
Successore Ahmed Ben Bella

Dati generali
Partito politico Front de Libération Nationale

Ferhāt 'Abbās (Taher, 24 ottobre 1899Algeri, 24 dicembre 1985) è stato un politico nazionalista algerino.

Indice

BiografiaModifica

Nazionalista moderato (vicino alla linea di Messalj el-Hadj), ebbe un ruolo di rilievo nel processo di indipendenza algerina. Inizialmente favorevole all'intesa con i Francesi, nel 1938 fondo l'Union Populaire. Nel 1946 fondò l'UDMA (Unione democratica del manifesto algerino) e fu membro della seconda Costituente francese dal 1946 allo scoppio della guerra d'Algeria (1954). Fu membro dell'Assemblea Algerina dal 1948, aderì al FLN (Fronte di Liberazione Nazionale) solamente nel 1956. Presidente del governo provvisorio[1] (1958-1961), fu estromesso (1961) da ruoli di primo piano dai nazionalisti radicali che gli preferirono Ben Khedda. Dopo la conquista dell'indipendenza divenne presidente dell'Assemblea costituente della nuova Repubblica Algerina (1962), abbandonò la politica nel 1963 per forti contrasti con il presidente Ahmed Ben Bella, e l'anno successivo fu arrestato: nel 1965 tornò in libertà.

In seguito a ciò le sue posizioni si moderarono e divenne il portavoce di una corrente filostatunitense: tale presa di posizione gli costò la residenza sorvegliata fino al 1984, quando fu completamente riabilitato.

OpereModifica

«Dien Bien Phu non fu soltanto una vittoria militare. Questa battaglia rimane un simbolo. È il Valmy dei popoli colonizzati. È l'affermazione dell'uomo asiatico e africano di fronte all'uomo europeo. È la conferma dei diritti umani su scala universale. A Dien Bien Phu, la Francia ha perso l'unica legittimazione della sua presenza, vale a dire il diritto del più forte.»

(prefazione di La Nuit coloniale, 1962)

Il pensiero politico di Abbas, le sue idee sulla democrazia e la storia furono elaborate in una serie di saggi, fra cui: La nuit coloniale (1962), Autopsie d'une guerre (1980) e L'indépendance confisquée (1984). I suoi articoli giovanili furono invece raccolti in Le Jeune Algérien (1931).

NoteModifica

  1. ^ In francese, Gouvernement Provisoire de la République Algérienne (GPRA)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Predecessore Presidente della Repubblica Democratica Popolare di Algeria Successore  
Abdur Rahman Farès 25 settembre 1962 – 15 settembre 1963 Ahmed Ben Bella
Presidenti della Repubblica Algerina
Farès (1962) | Abbas (1962-1963) | Bella (1963-1965) | Boumédienne (1965-1978) | Bitat (1978-1979) | Bendjedid (1979-1992)
Boudiaf (1992) | Kafi (1992-1994) | Zéroual (1994-1999) | Bouteflika (1999-2019)
Controllo di autoritàVIAF (EN111270195 · ISNI (EN0000 0001 1032 7865 · LCCN (ENn81086411 · GND (DE119408015 · BNF (FRcb11887948h (data)