Fernando Collor de Mello

politico brasiliano
Fernando Collor de Mello
Foto oficial de Fernando Collor (cropped).jpg

32º Presidente del Brasile
Durata mandato 15 marzo 1990 –
29 dicembre 1992
(sospeso dalle funzioni dal 2 ottobre 1992)
Predecessore José Sarney
Successore Itamar Franco

Dati generali
Partito politico Partito Laburista Cristiano
Università Università di Brasilia
Firma Firma di Fernando Collor de Mello

Fernando Affonso Collor de Mello (Rio de Janeiro, 12 agosto 1949) è un politico brasiliano. È stato presidente del Brasile dal 15 marzo 1990 al 29 dicembre 1992, sospeso dalle funzioni il 2 ottobre 1992 a seguito di un'accusa di corruzione.[1]

CarrieraModifica

Giornalista e uomo politico populista di destra, capo del neocostituito Partito di Ricostruzione Nazionale (di orientamento liberal-conservatore), Collor de Mello fu il primo presidente eletto a suffragio diretto dopo 25 anni di dittatura.

Prese invano diverse iniziative per migliorare la situazione economica del Brasile: il piano “Brasil novo”, con la sua politica di austerità e privatizzazioni, fallì per le conseguenze economiche della crisi del Golfo Persico (1990-1991).

Nel 1991 organizzò insieme ai governi di Argentina, Uruguay e Paraguay il Mercato Comune del Cono Sud (Mercosur), per facilitare il commercio nel Sud America.

Le accuse di corruzione, evasione fiscale ed esportazione di valuta mosse contro di lui e il suo governo spinsero la Camera dei deputati ad aprire un procedimento di impeachment nei suoi confronti (29 settembre1992). Collor de Mello fu destituito il 29 dicembre 1992, e il Senato lo dichiarò incompatibile con gli uffici pubblici per otto anni.[1]

È senatore dal 2007 del Partito Laburista Brasiliano.[2]

OnorificenzeModifica

Onorificenze brasilianeModifica

  Gran Maestro e Gran Collare dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud
  Gran Maestro e Gran Croce dell'Ordine del Rio Branco
  Gran Maestro e Gran Croce dell'Ordine al Merito Militare
  Gran Maestro e Gran Croce dell'Ordine al Merito della Marina Militare
  Gran Maestro e Gran Croce dell'Ordine al Merito dell'Aviazione Militare
  Gran Maestro e Gran Croce dell'Ordine al Merito della Magistratura Militare
  Gran Croce dell'Ordine di Ipiranga

Onorificenze straniereModifica

  Collare dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina)
  Collare dell'Ordine Nazionale del Condor delle Ande (Bolivia)
  Collare dell'Ordine al Merito (Cile)
  Gran Collare dell'Ordine di Boyacá (Colombia)
  Gran Collare dell'Ordine Nazionale al Merito (Ecuador)
  Membro dell'Ordine della Corona del Reame (Malesia)
  Compagno d'Onore Onorario dell'Ordine Nazionale al Merito (Malta)
  Collare dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico)
  Collare dell'Ordine Nazionale al Merito (Paraguay)
  Gran Croce dell'Ordine della Torre e della Spada (Portogallo)
— 2 luglio 1991
  Gran Croce dell'Ordine al Merito (Portogallo)
— 2 luglio 1991
  Collare dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 1991
  Gran Collare dell'Ordine del Liberatore (Venezuela)

NoteModifica

  1. ^ a b Impeachment de collor faz 20 anos relembre fatos que levaram queda, su g1.globo.com. URL consultato l'8 maggio 2014.
  2. ^ Em Brasilia Collor e so mais um senador, su ultimosegundo.ig.com.br. URL consultato l'8 maggio 2014.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN115974538 · ISNI (EN0000 0000 8412 8781 · LCCN (ENn81105791 · GND (DE118936611 · BNF (FRcb12169452c (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n81105791