Ferno

comune italiano
Ferno
comune
Ferno – Stemma Ferno – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Varese-Stemma.png Varese
Amministrazione
SindacoFilippo Gesualdi (Fratelli d'Italia) dall'11-06-2017
Territorio
Coordinate45°37′13″N 8°45′49″E / 45.620278°N 8.763611°E45.620278; 8.763611 (Ferno)Coordinate: 45°37′13″N 8°45′49″E / 45.620278°N 8.763611°E45.620278; 8.763611 (Ferno)
Altitudine211 m s.l.m.
Superficie8,66 km²
Abitanti6 858[1] (31-7-2017)
Densità791,92 ab./km²
FrazioniSan Macario
Comuni confinantiLonate Pozzolo, Samarate, Somma Lombardo, Vizzola Ticino
Altre informazioni
Cod. postale21010
Prefisso0331
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT012068
Cod. catastaleD543
TargaVA
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 840 GG[2]
Nome abitantiFernesi
Patronosan Antonio abbate e san Martino
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ferno
Ferno
Ferno – Mappa
Posizione del comune di Ferno nella provincia di Varese
Sito istituzionale

Ferno (Fèrnu nel dialetto locale, pronuncia: [ˈfɛrnu]) è un comune italiano di 6 858 abitanti della provincia di Varese in Lombardia.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

  • All'interno del Parco del Ticino, tra i comuni di Somma Lombardo e di Ferno si trova il Parco e Museo di Volandia, il più grande[senza fonte] museo aeronautico italiano ed uno dei maggiori a livello europeo. Il complesso sorge sul sito delle storiche officine Caproni 1910 ed ospita una collezione di più di 100 velivoli su circa 250 mila m² di superficie museale.
  • Mulino. Di origine antichissima (forse pre-romana), ed attualmente allo stato di rudere[senza fonte], si presentava con un impianto derivato da quello tipico delle cascine, con cinque locali adibiti ad abitazione, un grande portico per il carico e lo scarico delle merci, le stalle e le macine. Tra tutti i mulini esistenti sulla sponda lombarda è senza dubbio quello che meglio rappresentava la struttura della tipologia molitoria.

Edifici religiosiModifica

  • La chiesa di Santa Maria è l'edificio più antico del paese, è stata costruita in stile romanico nel XIV secolo e fu ampliata nel XVI secolo; la navata presenta vari affreschi medievali, mentre il presbiterio conserva alcuni affreschi manieristi di fattura non eccelsa e in fondo è posizionato sull'altare maggiore un trittico raffigurante la Madonna col bambino e Santi opera di un pittore seguace di Gaudenzio Ferrari.
  • La chiesa di san Martino era, in epoca medievale, la parrocchiale. La chiesa attuale risale alla fine del seicento, presenta un'architettura semplice e sobria. All'interno è presente un altare in marmo con una tela di un anonimo raffigurante San Martino che dona il suo mantello ad un mendicante. Sono state trovate tracce di alcuni affreschi arrivati a noi in modo frammentario. Ha una navata unica ricoperta da una volta a botte mentre la sacrestia presenta una volta ad ombrello.

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[3]

 

Infrastrutture e trasportiModifica

 
Stazione di Ferno-Lonate Pozzolo

La stazione di Ferno-Lonate Pozzolo, posta lungo la ferrovia Busto Arsizio-Malpensa Aeroporto, è servita da collegamenti regionali svolti da Trenord nell'ambito del contratto di servizio stipulato con la Regione Lombardia.

Fra il 1933[4] e il 1951[5] Ferno era servita da una diramazione proveniente da Gallarate della tranvia Milano-Gallarate, gestita dalla STIE[6].

CuriositàModifica

  • In occasione della Lotteria Italia 2020 a Ferno, più precisamente nell'aeroporto di Milano Malpensa, sono stati venduti tre biglietti vincenti di terza categoria (da 20.000 euro ciascuno), con numeri di serie appartenenti alla stessa decina (P 474348, P 474343, P 474346). Stando all'elenco diffuso i primi due sono stati sorteggiati immediatamente di seguito .

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 luglio 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ Giovanni Cornolò, Fuori porta in tram. Le Tranvie extraurbane milanesi 1876-1980, Ermanno Albertelli Editore, Parma, 1980, p. 107
  5. ^ Giovanni Cornolò, Fuori porta in tram. Le Tranvie extraurbane milanesi 1876-1980, Ermanno Albertelli Editore, Parma, 1980, pp. 240-241
  6. ^ Alessandro Albè, Guido Boreani, Giampietro Dall'Olio, La tramvia Milano - Gallarate, Calosci, Cortona, 1993. ISBN 9788877850867

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica