Apri il menu principale
Frugarolo-Basaluzzo
Pianta FVO.JPG
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza8,891 km
Apertura1887
Chiusura1948
GestoreFVO - Società Ferroviaria Val d’Orba (1933-1948)
Precedenti gestoriSAFVO - Società Anonima Ferrovia della Val d’Orba (1887-1933)
Scartamento1435 mm
Elettrificazioneno
Ferrovie

La ferrovia Frugarolo-Basaluzzo era una ferrovia in concessione a scartamento normale non elettrificata che collegava Frugarolo a Basaluzzo.

Indice

StoriaModifica

 
Stazione ferrotranviaria FVO in una cartolina d'epoca

La costruzione della ferrovia iniziò nel 1887 al fine di collegare Frugarolo con Basaluzzo [1]. Da Frugarolo si diramava un binario di collegamento alla ferrovia statale, ma conservava una stazione capolinea distinta; mentre la stazione di Basaluzzo collegava questa ferrovia con la Tranvia Novi Ligure-Ovada già in servizio dal 1881 ed esercita anch'essa dalla Società Ferroviaria Val d'Orba[2]

La ferrovia serviva soprattutto al trasporto di prodotti della lavorazione dell'acciaio, ma effettuava servizio passeggeri nelle stazioni di Bosco Marengo e Fresonara.

La ferrovia venne soppressa dal 1º gennaio 1948. La tranvia Novi Ligure-Ovada venne soppressa nel 1953. Il sedime è stato utilizzato per allargare la strada provinciale che unisce le località toccate dalla linea[1].

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
   
linea FS per Torino
   
0+000 Frugarolo (FVO) / Stazione di Frugarolo Boscomarengo (FS)
   
raccordo FS-FVO
   
linea FS per Genova
   
2+... Bosco Marengo 121 m s.l.m.
   
6+... Fresonara 143 m s.l.m.
       
Tranvia per Ovada
   
8+891 Basaluzzo 149 m s.l.m.
   
Tranvia per Novi Ligure

NoteModifica

  1. ^ a b Ex-ferrovia Frugarolo (FVO) - Basaluzzo
  2. ^ Alessandro Sasso, Claudio Serra, La Ferrovia della Valle d'Orba, op. cit.

BibliografiaModifica

  • Nico Molino, Ferrovia Novi-Ovada, in Mondo ferroviario, n. 55 (monografia Littorina), gennaio 1991, p. 35. ISSN 0394-8854.
  • FENIT 1946 1996, FENIT - Roma, 1996.
  • Corrado Bozzano, Roberto Pastore, Claudio Serra, La Freccia del Turchino, Compagnia dei Librai, Genova, 1999, pp. 27-45. ISBN 88-86620-58-6.
  • Alessandro Sasso, Claudio Serra, La Ferrovia della Valle d'Orba, in Mondo Ferroviario, n. 166, maggio 2000, p. 24. ISSN 0394-8854.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti