Apri il menu principale

Ferrovia Montevecchio Sciria-San Gavino Monreale

ferrovia Montevecchio Sciria-San Gavino Monreale
InizioMontevecchio
FineSan Gavino Monreale
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza18 km
Apertura1878
Chiusura1958
Precedenti gestoriSocietà Miniere di Montevecchio
Montecatini-Monteponi
Scartamento1050 mm
Ferrovie

La ferrovia Montevecchio Sciria-San Gavino Monreale era una ferrovia mineraria a scartamento ridotto che, in Sardegna, univa il compendio minerario di Guspini a San Gavino Monreale ed alla Dorsale Sarda.

Indice

StoriaModifica

 
Treno in sosta nella stazione capolinea di San Gavino Monreale, confinante con il vecchio scalo FS del centro monregalese lungo la Cagliari-Golfo Aranci

Nel 1871 era stata realizzata la tratta della Compagnia Reale delle Ferrovie Sarde da San Gavino a Villasor, già collegata con Cagliari[1], perciò si presentò l'opportunità di un collegamento ferroviario fra le miniere ed il capoluogo per la distribuzione della blenda, allora indirizzata via nave a Porto Marghera. Nel 1873 la Società delle Miniere di Montevecchio iniziò la costruzione di questa linea privata a scartamento ridotto (di 1,05 m[2]), terminata nel 1878 ed entrata in servizio il 15 novembre dello stesso anno. Era lunga 18,2 km ed era costata complessivamente circa un milione e mezzo di lire[3].

La linea fu posta sotto sequestro conservativo il 1º dicembre 1932, su azione dei sindacati fascisti, a causa del mancato o irregolare pagamento delle retribuzioni degli operai minerari; successivamente la società delle miniere fu acquisita dalla Montecatini-Monteponi.

La linea fu dismessa il 30 marzo 1958 per sopravvenuta antieconomicità della sua gestione. I materiali furono riutilizzati in miniera.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • AA.VV, Notizie sull'industria del piombo e dello zinco in Italia, Montevecchio, Società Italiana del Piombo e dello Zinco, 1949.
  • Mauro Serra, La storia della Ferrovia Montevecchio Sciria-San Gavino Monreale, Nuovo Cammino, 1997; La Gazzetta del Medio Campidano Dicembre 2008.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica