Ferrovia Olten-Lucerna

linea ferroviaria svizzera
Olten-Lucerna
Stati attraversatiSvizzera Svizzera
InizioOlten
FineLucerna
Attivazione1856 (Olten-Emmenbrücke)
1859 (Emmenbrücke-Lucerna)
GestoreFFS
Precedenti gestoriSCB (1856-1902)
Lunghezza55,62 km
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione15000 V CA 16,7 Hz
Ferrovie

La ferrovia Olten-Lucerna è una linea ferroviaria a scartamento normale della Svizzera.

StoriaModifica

Il 4 febbraio 1853 si costituì la Schweizerische Centralbahn (SCB), per la costruzione di linee ferroviarie tra Basilea ed Olten con diramazioni da quest'ultima località verso ovest, est e sud[1].

La tratta Olten-Aarburg-Emmenbrücke fu aperta il 9 giugno 1856; fu completata il 1º giugno 1859 con l'apertura della sezione fino a Lucerna[2]. La tratta Olten-Aarburg è condivisa con la linea Olten-Berna[1] e già dall'apertura era a doppio binario[3].

La SCB venne nazionalizzata nel 1902: le sue linee entrarono a far parte delle Ferrovie Federali Svizzere (FFS)[4].

La linea fu elettrificata il 14 maggio 1924[5].

Il 1º ottobre 1908 venne aperto all'esercizio il raddoppio della tratta Reiden-Nebikon[6]; l'anno successivo l'esercizio era a doppio binario tra Zofingen e Sursee[7]. Il 1º marzo 1911 fu raddoppiata la tratta Aarburg-Zofingen[8]; il 1º aprile 1914 entrò in servizio il raddoppio Sursee-Nottwil[9] e il 28 luglio 1916 il secondo binario tra Nottwil e Rothenburg[10].

Nel 1929 fu raddoppiata la tratta Rothenburg-Emmenbrücke[11]; dieci anni dopo fu il turno della Emmenbrücke-Sentimatt[12]. Nel 1969 vennero rimaneggiati i posti movimento di Gütsch e di Würzembach e ammodernate le apparecchiature di sicurezza della stazione di Lucerna, permettendo un migliore accesso a quest'ultima[13]: sino ad allora, infatti, si avevano due linee a binario unico affiancate (una per i treni verso Zurigo e il Gottardo e l'altra per i convogli verso Berna, Olten e la Seetal)[14].

CaratteristicheModifica

La linea, a scartamento normale, è lunga 55,62 km. La linea è elettrificata a corrente alternata monofase con la tensione di 15.000 V alla frequenza di 16,7 Hz; la pendenza massima è del 17 per mille. È interamente a doppio binario[15].

PercorsoModifica

[15] Stazioni e fermate 
 
per Zurigo e per Basilea
 
39,29 Olten
     
per Losanna
     
40,45 per Berna (via Rothrist) * 1981
 
Aarburg (87 m)
 
43,01 Aarburg-Oftringen
     
per Berna
 
44,00 Aarburg Süd
     
per Wettingen
 
47,46 Zofingen
 
50,48 Brittnau-Wikon
 
52,99 Reiden
 
55,80 Dagmersellen
 
58,74 Nebikon
 
Egolzwil (17 m)
 
62,52 Wauwil
 
66,80 St. Erhard-Knutwil
     
per Triengen-Winikon (ST)
 
69,04 Sursee
 
71,17 Oberkirch
 
73,78 Nottwil
 
78,99 Sempach-Neuenkirch
 
84,55 Rothenburg
 
87,00 Rothenburg Dorf
     
per Lenzburg * 1998
 
88,45 Hübeli
 
89,16 Emmenbrücke Gersag
 
90,19 Emmenbrücke
     
per Lenzburg † 1998
 
fiume Reuss
     
per Zugo
     
per Berna (via Langnau i.E.)
 
91,82 Fluhmühle
     
per Chiasso
 
92,85 Gütsch
 
Gütsch (326 m)
 
93,36 Heimbach
 
Schönheim (199 m)
     
per Kriens (KLB) † 2012
 
 
   
per Interlaken (ZB) e per Engelberg (ZB)
   
95,05 Lucerna
Legenda · Convenzioni di stile
 
La stazione di Sursee vista dall'alto (1989)

La linea parte dalla stazione di Olten, nodo ferroviario sulle linee per Zurigo, Basilea, Losanna e Berna, per dirigersi verso sud entrando nel canton Argovia ad Aarburg. Superata Zofingen la ferrovia entra nel canton Lucerna, costeggiando tra Sursee e Sempach il lago di Sempach e terminando nella stazione di Lucerna.

NoteModifica

  1. ^ a b Weissenbach, op. cit., p. 16
  2. ^ Weissenbach, op. cit., p. 17
  3. ^ (DE) Bau- und Ingenieurwesen, in Schweizerische Polytechnische Zeitschrift, n. 5, Winterthur, Verlag von J. Wurster & Comp., 1859, p. 147.
  4. ^ Hans-Peter Bärtschi, Ferrovia centrale svizzera, in Dizionario storico della Svizzera, 13 maggio 2020. URL consultato il 3 marzo 2021.
  5. ^ (FR) Electrification, in Rapport de gestion et comptes des Chemins de fer fédéraux pour l'exercice de 1924, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 25.
  6. ^ (FR) Département des travaux, in Chemins de fer fédéraux - Comptes de l'année 1908, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 198.
  7. ^ (FR) Département des travaux, in Chemins de fer fédéraux - Comptes de l'année 1909, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 180.
  8. ^ (FR) Département des travaux, in Chemins de fer fédéraux - Comptes de l'année 1911, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 183.
  9. ^ (FR) Département des travaux, in Chemins de fer fédéraux - Comptes de l'année 1914, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 141.
  10. ^ (FR) Département des travaux, in Rapport de gestion et comptes des Chemins de fer fédéraux pour l'exercice de 1916, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 24.
  11. ^ (FR) Service de la voie, in Rapport de gestion et comptes des Chemins de fer fédéraux pour l'exercice de 1929, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 24.
  12. ^ (FR) Voie et usines électriques, in Rapport de gestion et comptes des Chemins de fer fédéraux pour l'exercice de 1939, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 28.
  13. ^ (FR) Installations et matériel roulant, in Chemins de fer fédéraux suisses - Rapport de gestion 1969, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, p. 30.
  14. ^ (FR) Nouveautés intéressantes en gare de Lucerne et sur ses voies d'accès, in Bulletin du personnel des CFF, Berna, Ferrovie Federali Svizzere, settembre 1969, pp. 3-6. URL consultato il 27 settembre 2022.
  15. ^ a b Streckendaten (PDF), su quadri-orario.ch. URL consultato il 3 marzo 2021.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica