Apri il menu principale
Palermo-Trapani (via Milo)
Castelvetrano Porto Empedocle.jpg
InizioPalermo
FineTrapani
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza125,17 km
Apertura1937
Chiusura2013
Riapertura2024 (prevista)
GestoreRFI
Precedenti gestoriFS
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione3 000 V CC (tratta Palermo Centrale - Cinisi-Terrasini)
DiramazioniPiraineto, Alcamo Diramazione
Ferrovie
Palermo-Trapani (via Castelvetrano)
Mappa ferr sicula occidentale.png
InizioPalermo
FineTrapani
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza194,17 km
Apertura5 giugno 1881
GestoreRFI
Precedenti gestoriFS
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione3 000 V CC (tratta Palermo Centrale - Cinisi-Terrasini)
DiramazioniPiraineto, Alcamo Diramazione
Ferrovie

La linea ferroviaria Palermo-Trapani via Milo è l'ideale prosecuzione della linea costiera Messina-Palermo e collega i due capoluoghi di provincia. Il tratto fra Alcamo Diramazione e Trapani (via Milo) è da tempo interrotto. Resta in funzione la più lunga via passante da Castelvetrano per il collegamento delle città di Trapani e Palermo.

Indice

StoriaModifica

Tratta Inaugurazione
Palermo-Partinico 1º giugno 1880
Castelvetrano-Trapani 10 luglio 1880
Partinico-Castellammare del Golfo 1º marzo 1881
Castellammare del Golfo-Castelvetrano 5 giugno 1881
Alcamo Diramazione-Trapani 15 settembre 1937

L'attuale linea da Palermo per Trapani, della lunghezza di 125,17 km, via Milo e Calatafimi, venne inaugurata il 15 settembre 1937 quando venne aperto all'esercizio il tratto di linea, lungamente atteso, di 47 km tra Alcamo Diramazione, Milo e Trapani[1].

Il primo collegamento tra le due città tuttavia risale al 1881 quando la Società Sicula Occidentale inaugurò l'ultimo tratto intermedio di collegamento. I lavori erano iniziati qualche anno prima con l'apertura, il 1º giugno 1880, del primo tratto dalla nuova Stazione di Palermo Lolli a Partinico. Un mese dopo si inaugurava il tratto a sud collegando Trapani a Castelvetrano. Nel marzo del 1881 la linea collegava Partinico con Castellammare del Golfo e infine il 5 giugno 1881 veniva aperto al traffico ferroviario il tratto trasversale Castellammare del Golfo-Castelvetrano.

La linea completa risultava così di 194,314 km e fino al 1885 rappresentava un terzo della rete isolana. Il tracciato seguiva la costa da Palermo fino ad Alcamo, raggiungeva, puntando a sud verso l'interno, Mazara del Vallo e da qui riprendeva a correre lungo la costa fino a Marsala e a Trapani. Ma non era la via più breve tra Palermo e Trapani; lo scopo della ferrovia infatti non era quello di collegare i due capoluoghi quanto quello commerciale di far giungere a Palermo il pesce di Mazara del Vallo e i vini di Marsala. Il traffico viaggiatori tra le località estreme infatti fu sempre scarso, e solo le pessime condizioni dei collegamenti stradali spingevano chi non poteva farne a meno a fare l'intero viaggio che durava oltre 10 ore. Fino al 1907 non vi era inoltre collegamento diretto, per i viaggiatori, tra la stazione terminale della linea Palermo Lolli e la Stazione di Palermo Centrale in quanto le due compagnie ferroviarie erano diverse e nessun accordo era stato previsto al riguardo.

Con il passaggio alle FS venne finalmente progettato il tratto di raccordo e solo in epoca fascista finalmente si realizzò anche il collegamento più breve, di 47 km, che permetteva l'accorciamento della distanza ferroviaria tra i due capolinea di oltre 70 km. La nuova tratta comprendeva le stazioni di Calatafimi, Bruca, Ummari, Fulgatore, Erice-Napola e Milo, e la fermata di Segesta Tempio[1].

La linea lunga traeva, fino a tempo addietro, una certa quantità di traffico viaggiatori e merci, dalla Ferrovia Castelvetrano-Porto Empedocle chiusa all'esercizio nel 1987; in seguito a ciò si è notevolmente ridotto il già poco consistente utilizzo della linea tra Alcamo e Castelvetrano.

Il 22 giugno 2001, nell'ambito dei lavori per l'estensione del servizio ferroviario metropolitano di Palermo, venne elettrificata la tratta da Palermo Notarbartolo a Tommaso Natale, e contemporaneamente fu attivata la fermata di Palazzo Reale-Orleans[2], successivamente elevata al rango di stazione.

Nell'ottobre 2001 venne attivata una diramazione da Piraineto all'aeroporto di Palermo-Punta Raisi, lunga 4 km[3]. La tratta da Palermo a Piraineto è stata elettrificata e raddoppiata, ed è ora percorsa dai treni del servizio ferroviario metropolitano di Palermo ("Trinacria Express").

Il 4 ottobre 2010 la tratta da Palermo Centrale a Palermo Notarbartolo venne interrotta per i lavori di raddoppio del binario e parziale interramento della sede[4]. La tratta venne riaperta il 29 dicembre 2011[5].

Il 25 febbraio 2013 la circolazione fu sospesa, a tempo indeterminato, tra le stazioni di Alcamo Diramazione e Trapani a causa di alcuni smottamenti di terreno che interessarono anche la massicciata ferroviaria[6] istituendo autoservizi sostitutivi mentre i treni per il capoluogo vennero instradati sul percorso più antico e lungo via Castelvetrano. RFI comunicò l'intenzione di ripristinare la relazione quanto prima[7] avviando il programma di potenziamento già previsto dal 2003 della intera linea Palermo-Trapani via Milo[6].

Progetti di ripristinoModifica

Sono tuttora in programma da parte di RFI i lavori di ripristino del più rapido collegamento ‘’via Milo’’ secondo quanto segue: il progetto definitivo delle opere civili è stato completato e sottoposto al consiglio dei lavori pubblici il 13/02/2019; l’avvio della gara è previsto nel primo trimestre 2020, previa verifica per la validazione e indizione della Conferenza dei Servizi; si prevede di riaprire la linea nel 2024.[8]

CaratteristicheModifica

La pendenza massima è del 22 per mille tra le stazioni di Salemi-Gibellina e Castelvetrano; fra Trapani e Palermo per la via diretta si incontra il 19 per mille fra le stazioni di Trappeto e Partinico. La velocità massima è di 125 km/h in due brevi tratti di circa tre chilometri ciascuno tra Capaci e Carini e tra Carini e Piraineto, ma la velocità della linea è mediamente compresa tra 80 e 90 km/h.

Potenziamento del nodo di PalermoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Passante ferroviario di Palermo.

Dal 22 febbraio del 2008[9] sono in corso lavori di potenziamento infrastrutturale nella tratta che va da Punta Raisi a Palermo Centrale del nodo ferroviario nel quale sono coinvolte le linee Palermo-Messina e quella per Trapani.

Il piano prevede il raddoppio dei 30 km tra la stazione centrale e la diramazione per l'aeroporto di Punta Raisi e l'interramento di 7 km di questo percorso. Il percorso comprende 17 stazioni e 22 fermate.

Il 9 agosto 2018 venne riattivata per collaudo la tratta da Palermo Notarbartolo a Isola delle Femmine, completamente ricostruita e parzialmente interrata; la nuova tratta fu attivata provvisoriamente a semplice binario da Palermo Notarbartolo a Palermo San Lorenzo, e a doppio binario da quest'ultima stazione a Isola delle Femmine.[10]

L'apertura al pubblico è avvenuta il 7 ottobre 2018.

PercorsoModifica

Palermo-Trapani (via Milo)Modifica

 
0+000 Palermo Centrale 15 m s.l.m.
 
Fiume Oreto
         
Linea per Messina, Agrigento e Catania
     
(0+000) Palermo Brancaccio
     
     
(0+973) Maredolce * 2015[11]
     
1+753 Bivio Oreto
 
1+786
 
1+803 Guadagna * 2016[12]
 
 
Fiume Oreto
 
 
2+815 Vespri
   
   
3+763 Palazzo Reale-Orleans * 2001 (termine doppio binario)
   
Papireto (in costruzione)
   
4+825
0+000
Palermo Lolli † 1974 30 m s.l.m.
   
5+587 Lolli * 2016[12]
   
   
 
6+512
1+687
Palermo Notarbartolo * 1974
         
Linea per Palermo Marittima
 
2+201 Galleria Notarbartolo-Francia (2537 m)
 
Palermo Lazio (stralciata)
 
Palermo Belgio (in costruzione)
 
4+738
 
4+800 Palermo Francia * 1994
 
5+650 Palermo San Lorenzo Colli (inizio doppio binario) 60 m s.l.m.
 
6+513 Palermo La Malfa * 2018[10]
 
7+838 Palermo Cardillo * 1994
 
9+826 Palermo Tommaso Natale 40 m s.l.m.
 
11+175 Palermo Sferracavallo * 2018[10]
 
13+793 Isola delle Femmine 17 m s.l.m.
 
Autostrada A29 - Strada europea E90
 
Galleria Capaci
 
16+798 Capaci-Kennedy 31 m s.l.m.
 
18+389 Carini-Torre Ciachea
 
21+725 Carini 48 m s.l.m.
   
variante di tracciato
   
   
variante di tracciato
   
   
26+813 Piraineto (termine doppio binario)
           
Linea per Aeroporto Punta Raisi
   
 
Autostrada A29 - Strada Europea E90
 
33+117 Cinisi-Terrasini (termine elettrificazione) 47 m s.l.m.
 
Autostrada A29 - Strada Europea E90
 
Lo Zucco-Montelepre 109 m s.l.m.
 
46+923 Partinico 141 m s.l.m.
 
Autostrada A29 - Strada Europea E90
 
55+006 Trappeto 30 m s.l.m.
 
58+012 Balestrate 22 m s.l.m.
 
Alcamo Marina
 
67+170 Castellammare del Golfo 4 m s.l.m.
 
73+227 Alcamo Diramazione 40 m s.l.m.
         
Linea per Trapani (via Castelvetrano)
 
Autostrada A29 dir - Strada europea E933
 
81+360 Calatafimi 160 m s.l.m.
         
Linea per Salemi
 
87+450 Segesta Tempio 243 m s.l.m.
 
90+687 Bruca 283 m s.l.m.
 
Ummari † 2002 228 m s.l.m.
 
102+278 Fulgatore 164 m s.l.m.
 
Dattilo-Napola † 2002 134 m s.l.m.
 
Autostrada A29 dir - Strada europea E933
 
114+151 Milo 24 m s.l.m.
         
Linea per Alcamo Diramazione (via Castelvetrano)
 
120+345 Trapani 2 m s.l.m.

Alcamo Diramazione-Trapani (via Castelvetrano)Modifica

   
Linea per Palermo
   
73+227 Alcamo Diramazione 40 m s.l.m.
   
Linea per Trapani (via Milo)
   
Autostrada A29 dir - Strada europea E933
   
Alcamo † 9.11.2006 65 m s.l.m.
   
88+518 Gallitello 139 m s.l.m.
   
Autostrada A29 - Strada Europea E90
   
Linea per Calatafimi (Kaggera)
   
98+959 Salemi-Gibellina 225 m s.l.m.
   
       
Linea per Santa Ninfa † 1954
   
Autostrada A29 - Strada Europea E90
       
Linea per Burgio † 1968
   
114+982 Castelvetrano 177 m s.l.m.
       
Linea per Porto Empedocle † 1985
   
Autostrada A29 - Strada Europea E90
   
123+448 Campobello di Mazara 85 m s.l.m.
   
128+883 San Nicola di Mazara 59 m s.l.m.
   
137+658 Mazara del Vallo 5 m s.l.m.
   
149+032 Petrosino-Strasatti 13 m s.l.m.
   
152+642 Terrenove 10 m s.l.m.
   
158+628 Marsala 15 m s.l.m.
   
161+711 Mozia * 1939[13] 3 m s.l.m.
   
164+952 Spagnuola 5 m s.l.m.
   
170+644 Mozia-Birgi 24 m s.l.m.
   
175+659 Marausa 11 m s.l.m.
   
Autostrada A29 dir
   
180+116 Salina Grande * 1949[14] 8 m s.l.m.
   
184+759 Paceco 8 m s.l.m.
   
Linea per Alcamo Diramazione (via Milo)
   
189+345 Trapani 2 m s.l.m.

Diramazione Piraineto - Aeroporto Punta RaisiModifica

 
Linea per Palermo
 
26+813 Piraineto 35 m s.l.m.
         
Linea per Trapani
 
 
29+282 Orsa 5 m s.l.m.
 
30+810 Punta Raisi 8 m s.l.m.

Rotabili della lineaModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Ordine di Servizio n. 100 del 1937
  2. ^ Novità a Palermo, in "I Treni" n. 228 (luglio 2001), p. 4.
  3. ^ Minari, op. cit., p. 31
  4. ^ Lavori a Palermo, in "I Treni" n. 331 (novembre 2010), p. 5
  5. ^ "Notizia flash", in "I Treni" n. 345 (febbraio 2012), p. 5
  6. ^ a b alcamo-trapani via milo | Comitato Pendolari Siciliani, su www.comitatopendolari.it. URL consultato il 13 settembre 2015.
  7. ^ I vertici delle Ferrovie sostengono il ripristino della tratta Palermo - Trapani via Milo, su TP24.it. URL consultato il 13 settembre 2015.
  8. ^ Ripristino della linea Palermo – Trapani via Milo - la conferenza del C.I.F.I., su www.siciliaintreno.org. URL consultato il 6 agosto 2019.
  9. ^ Inaugurati i lavori del passante ferroviario rosalio.it
  10. ^ a b c Rete Ferroviaria Italiana, Circolare territoriale PA 9/2018, su donet.rfi.it.
  11. ^ Rete Ferroviaria Italiana, Circolare territoriale PA 11/2015.
  12. ^ a b Rete Ferroviaria Italiana, Circolare territoriale PA 1/2016.
  13. ^ Ordine di Servizio n. 46 del 1939
  14. ^ Ordine di Servizio n. 68 del 1949

BibliografiaModifica

  • Rete Ferroviaria Italiana. Fascicolo linea 158
  • Marco Minari, Treni in aeroporto, in "I Treni" n. 280 (aprile 2006), pp. 28–32.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti