Apri il menu principale
Portomaggiore-Bando
La Beta
Porto-Bando tracciato.png
InizioPortomaggiore
FineLocalità Grappa
Stati attraversatiItalia Italia
Lunghezza10+6 km
Apertura1921
Chiusura1943
Precedenti gestoriComune di Portomaggiore
Società fondiaria Romagnola
Scartamento1000 mm
DiramazioniRangona-Vergondino
Noteaperta solo in estate
Ferrovie

La ferrovia Portomaggiore-Bando era una linea commerciale a scartamento ridotto. Serviva per il trasporto dei prodotti agricoli (prevalentemente barbabietole da zucchero) dalle campagne del portuense fino al capoluogo dove si immettevano nella linea Ferrara-Rimini e venivano trasportate fino al polo industriale di Pontelagoscuro.

StoriaModifica

Costruita in un'epoca dove era scarsa la motorizzazione e dove le caratteristiche del terreno (Prevalentemente umido e torboso) non consentivano il passaggio dei carri trainati da buoi o cavalli. La ferrovia rimase operativa fino ai primi anni della guerra quando i tedeschi la smantellarono per ricavarne il ferro per costruire materiale bellico e per prelevarne la ghiaia per costruire una strada diretta tra Portoverrara e Maiero, entrambe località sulla linea gotica. Rimane ancora nei più anziani del paese il simpatico soprannome dato alla piccola locomotiva: La Beta. La ferrovia era aperta solo nel mese estivo e poteva usarla chiunque. Nel mese invernale la locomotiva restava nel deposito di Corte Braglia insieme ai vagoni merci.

 
Portomaggiore località Vergondino-Colombani

PercorsoModifica

     
linea RFI per Ferrara
     
0,00 Stazione di Portomaggiore
         
linea FER per Bologna
         
linea RFI per Rimini
 
1,00 Portomaggiore Vergondino-Colombani
     
7,00 Corte Braglia
 
3,00 Portoverrara
 
4,00 Ponte Campanari
 
5,00 Corte Pioppa
 
6,00 Vandelina
 
8,00 Rangona
 
10,00 Possessione Grappa-Bando
 
10,00 Magazzini barbabietole Loc. Grappa

Materiale rotabileModifica