Apri il menu principale
Transmongolica
Le transmongolien (2).JPG
InizioUlan-Udė (Russia)
FineUlanqab (Cina)
Stati attraversatiRussia Russia
Mongolia Mongolia
Cina Cina
Lunghezza2215 km
Aperturaa tratte, dal 1947 al 1961
GestoreRZD (tratta russa)
MTZ (tratta mongola)
CR (tratta cinese)
Scartamento1 520 mm (tratta russa e mongola)
1 435 mm (tratta cinese)
Elettrificazioneassente
Ferrovie

La linea transmongolica è una tratta ferroviaria che collega la città di Ulan-Udė, in Russia, con la Cina, attraversando la Mongolia, passando per Ulan Bator (capitale della Mongolia), e per la parte mongola del deserto del Gobi. A nord, a Ulan-Udė, la transmongolica è connessa con la ferrovia transiberiana; in territorio cinese la ferrovia prosegue verso sud, fino ad Ulanqab, dove è connessa con la rete centrale cinese, e quindi con Pechino.

Indice

StoriaModifica

La linea transmongolica fu costruita tra il 1947 ed il 1961. È stata particolarmente importante per lo sviluppo dei trasporti in Mongolia in quanto prima della sua costruzione erano presenti sul territorio nazionale solamente 43 km di tratte ferroviarie.

Caratteristiche tecnicheModifica

 
Le fasi del cambio di scartamento a Erenhot

Per questa linea ferroviaria sono stati adottati due scartamenti:

  • quello largo, detto anche russo, di 1520 mm, utilizzato in territorio russo e nella Mongolia;
  • quello ordinario di 1435 mm in territorio cinese.

Presso Erenhot (Erlian), dove avviene il cambio dello scartamento e il passaggio dalla rete ferroviaria mongola a quella cinese, si rende pertanto necessaria una sosta al confine di quattro ore per la sostituzione dei carrelli delle vetture.

PercorsoModifica

Stazioni e fermate
     
linea per Mosca
 
5642 Ulan-Udė
     
linea per Vladivostok termine elettrificazione
 
Zaudinskiy
 
Sayantun
 
Fiume Selenga
 
Ganzurino
 
Ubukun
 
Sulfat
 
5769 Zagustay
 
Gusinoye Ozero
 
Selenduma
 
5852 Dzhida
 
Khuzhir
 
5895 Naushky
 
Confine di Stato Russia - Mongolia
 
5925 Sùhbaatar
 
6023 Darhan
 
Zunkharaa
 
6304 Ulan Bator
 
Manit
 
Čojr
 
Har Ajrag
 
6778 Sajnšand
 
7013 Zamyn-Ùùd
 
Confine di Stato Mongolia - Cina
 
7023 Erenhot cambio di scartamento
 
Sonid Youqi
 
Qahar Youyi Houqi
 
Ulanqab
 
7356 linea per Pechino
 
Convoglio della transmongolica nel deserto del Gobi

TrafficoModifica

Le ferrovie mongole Mongolyn Tômôr Zam trasportano oltre l'80 percento delle merci in un paese scarsamente popolato e dalle grandi distanze.

Per questo motivo, per i convogli che attraversano il paese in zone poco popolate, vengono spesso utilizzate coppie di locomotive per evitare che con l'avaria di un singolo mezzo di trazione le linee restino bloccate in attesa di un ricambio che potrebbe necessitare molto tempo ad arrivare (date le grandi distanze), il che potrebbe avere, oltre al disagio dei passeggeri, gravi conseguenze per l'approvvigionamento del paese. Negli ultimi anni sono stati costruiti molti punti di incrocio lungo la ferrovia transmongolica, che resta però principalmente a binario unico e non elettrificata, con l'eccezione della tratta in territorio cinese, dove la linea è a doppio binario. Dopo la caduta del comunismo il trasporto merci è sceso della metà, per tornare ai livelli precedenti solo nel 2005.

Sulla relativamente piccola rete ferroviaria mongola viene anche effettuato il 30% circa del traffico passeggeri nazionale. Con 4,1 milioni di passeggeri l'anno, si sono raggiunti già nel 2001 i livelli di prima del 1991. Negli ultimi anni, tuttavia, le realizzazioni di diversi tratti di strade asfaltate stanno facendo un'agguerrita concorrenza alla ferrovia.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica