Apri il menu principale

La 3ª edizione del Festival internazionale del film di Roma (denominato Cinema. Festa internazionale di Roma nelle due prime edizioni) si è svolta a Roma dal 22 al 31 ottobre 2008.

Il premio Marc'Aurelio d'oro per il miglior film è stato assegnato dal pubblico a Resolution 819 di Giacomo Battiato, dalla giuria di critici a Opium War di Siddiq Barmak.

Indice

SezioniModifica

Anteprima - PremièreModifica

ConcorsoModifica

Fuori concorsoModifica

Anteprima AliceModifica

Cinema 2008Modifica

ConcorsoModifica

Fuori concorsoModifica

Proiezioni specialiModifica

L'altro Cinema - ExtraModifica

Alice nella cittàModifica

Anteprima AliceModifica

Fuori concorsoModifica

Omaggio AnimazioneModifica

  • Nino e Toni Pagot
    • Africa addio
    • Concerto in mille punti
    • E gli ombrelli stanno a guardare
    • L' attimo fuggente
    • La ruota
    • La Scelta
    • Leggenda di Natale
    • Musica nuova in cucina
    • Novità al salone dell'auto di Torino
    • Operazione x
    • L'uomo non è un microbo
    • Pubblicità cinematografiche e televisive Pagot
    • Rapsodia
    • San Giorgio
    • Scala d'oro
  • Giulio Gianini e Emanuele Luzzati
    • Ali baba
    • Castello di carte
    • I paladini di Francia
    • I tre fratelli
    • Il flauto magico
    • L'augellin bel verde
    • La donna serpente
    • La gazza ladra
    • La palla d'oro
    • La ragazza cigno
    • La tarantella di Pulcinella
    • L'italiana di Algeri
    • Marco Polo
    • Pulcinella
    • Pulcinella e il gioco dell'oca
    • Pulcinella e il pesce magico
    • Storia di Gerusalemme
    • Turandot
    • Uccello di fuoco
  • Giulio Gianini e Leo Lionni
    • Cornelius
    • È mio
    • Federico
    • Guizzino
    • Un pesce è un pesce
  • Bruno Bozzetto
    • Cavallette
    • I sogni del signor Rossi
    • Una Vita in scatola

L'Occhio sul Mondo - FocusModifica

RetrospettivaModifica

Giornata Mosfil'mModifica

PremiModifica

Premi principaliModifica

Il pubblico del Festival ha assegnato il seguente premio:

La giuria di critici composta da Edoardo Bruno, Michel Ciment, Tahar Ben Jelloun, Emanuel Levy e Roman Gutek, ha assegnato i seguenti tre premi e due menzioni speciali:

Premi alla carrieraModifica

Premi Alice nella cittàModifica

Premi collateraliModifica

  • Premio CULT al miglior documentario presentato nella sezione Altro Cinema: Gyumri di Jana Sevcikova (Repubblica Ceca) («Un'elaborazione poetica di un lutto collettivo. Un racconto che propone con grande dignità e sensibilità la sofferenza di un popolo. La giuria è stata particolarmente colpita dalla capacità di restituire al presente un evento del passato che assume una dimensione epica attraverso la forza emotiva dei personaggi, dei luoghi e della memoria.»)[1]
  • Premio ENEL Cuore al miglior documentario sociale presentato nella sezione Altro Cinema: Life. Support. Music. di Eric Daniel Metzgar (Stati Uniti d'America) («Per la brillante e felice ricostruzione di una riabilitazione dopo una grave malattia che coinvolge l'intero gruppo familiare e l'ambiente in cui vive e lavora un musicista di successo e per il linguaggio moderno e sensibile con il quale racconta una storia che sembra frutto di una fantasia irreale e invece è accaduta realmente dimostrando quanto sia importante, per la vita di ogni individuo, l'intreccio di legami e affetti che è, o dovrebbe essere, il sottofondo dell'esistenza di ogni persona.»)[1]
  • Premio L.A.R.A. (Libera associazione rappresentanza di artisti) al miglior interprete italiano in tutti i film in concorso: Michele Riondino - Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari (Italia) («per la misura interpretativa e la versatilità raffinata con cui è riuscito a costruire, attraverso un personaggio complesso come il suo "Francesco", un ritratto emozionante e degno di verità dei nostri tempi»)[1]
  • Premio Farfalla d'Oro Agiscuola: Aide toi, le ciel t'aidera di François Dupeyron (Francia) («Un intreccio di colori, sfondo di una dark-comedy dai brillanti tocchi di surrealismo. Una realtà drammatica velata di humour. Il sorriso e la determinazione della protagonista sono la risposta agli imprevisti della vita. Ma a tutto, c'è una soluzione?»)[1]

Il bilancio finaleModifica

Rispetto all'edizione precedente, c'è stato un ridimensionamento nel numero dei film programmati, delle proiezioni e degli schermi impiegati (615 proiezioni su 24 schermi contro le 670 su 33 del 2007). È diminuito il numero dei visitatori complessivi dei luoghi del Festival (cinquecentoottantamila rispetto a seicentomila), ma sono cresciuti sia gli accreditati (7.558 contro 7.010) che i biglietti emessi (115.000 contro 110.000), confermando il trend positivo della manifestazione.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c d Sito ufficiale del Festival - I vincitori dei premi collaterali [collegamento interrotto], su romacinemafest.it. URL consultato il 01-11-2008.
  2. ^ Sito ufficiale del Festival - I numeri della terza edizione, su romacinemafest.it. URL consultato il 01-11-2008.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema