Apri il menu principale
Festival Musicale del Basso Reno
Das Niederrheinische Musikfest
LuogoRenania Settentrionale-Vestfalia
Anni1817-1958
Frequenzaannuale
Fondato da
  • Johann Schornstein
  • Friedrich August Burgmüller
DatePentecoste
GenereMusica classica

Il Festival Musicale del Basso Reno (Tedesco: Das Niederrheinische Musikfest) è stato uno dei festival più importanti di musica classica, che si è tenuto ogni anno tra il 1818 e il 1958, con poche eccezioni, a Pentecoste, per 112 volte.

StoriaModifica

Nel 1817 Johann Schornstein, direttore musicale di Elberfeld, organizzò un festival musicale nella sua città, in cui fu assistito dai musicisti di Düsseldorf sotto il loro direttore d'orchestra Friedrich August Burgmüller. Durante questo festival nacque l'idea di Schornstein e Burgmüller di ripetere questo evento ogni anno alternativamente tra ciascuna delle loro città. Nell'anno 1821 parteciparono i musicisti di Colonia e nel 1825 quelli di Aquisgrana, ma con la rappresentazione del 1827 i responsabili di Elberfeld decisero di interrompere il loro impegno, perché la città non era in grado di gestire il flusso di musicisti e ospiti. Questo festival continuò fino al 1958 e si svolse 112 volte. Solo durante il periodo della rivoluzione tedesca del 1848 in Germania e della prima e seconda guerra mondiale l'appuntamento fu interrotto. Dopo l'ultima guerra nel 1948, Colonia si dimise da questo ciclo di festival musicale, mentre aderirono le città di Wuppertal, una fusione di Elberfeld e Barmen, e Duisburg. Ma nel 1958 il festival fu definitivamente chiuso, perché nel frattempo erano stati fondati altri festival musicali regionali.

All'inizio il Festival Musicale del Basso Reno durava due giorni, ma dall'anno 1826 fu aggiunto un giorno in più, ogni anno durante la Pentecoste. Nel 1834 il re Federico Guglielmo III di Prussia interdisse temporaneamente questa rappresentazione a Pentecoste per motivi religiosi, ma per intercessione del principe suo nipote Federico di Prussia, appassionato d'arte e protettore delle società artistiche di Düsseldorf, il festival ottenne di nuovo il permesso con alcune restrizioni.

CaratteristicheModifica

Fin dall'inizio il Festival Musicale del Basso Reno fu visto come un traguardo sociale e culturale ad un livello altamente artistico. Agli spettatori nazionali ed agli ospiti stranieri, ai politici, agli uomini d'affari e ai membri dell'alta nobiltà venivano presentate tutte le composizioni che svoldevano un ruolo significativo in quel momento. Oltre ai direttori musicali locali, molti direttori, compositori e solisti erano impegnati come direttori dei festival. Più e più volte il palcoscenico fu utilizzato per l'esecuzione di anteprime mondiali e nazionali e anche per la presentazione di nuove versioni di artisti noti o sconosciuti. L'epicentro comprendeva la musica degli ultimi periodi della musica barocca, della musica classica viennese e della musica romantica e più tardi della musica classica del XX secolo. Vi furono rappresentate i grandi poemi sinfonici, messe, oratori, corali, cantate e qua e là musica da camera.

Ciò implicava a volte la partecipazione di oltre 500 musicisti. Da un lato l'alto numero di musicisti e di ospiti stranieri connotava un flusso di entrate redditizio, ma dall'altro lato era anche una notevole sfida logistica e un rischio per l'organizzazione.

CronologiaModifica

Di seguito è elencata una cronologia dettagliata del Festival Musicale del Basso Reno, che è stata compilata da una selezione di fonti attendibili e fornisce una panoramica.

Numero di serie Anno Città Direttori del festival Specifiche
Prima esecuzione
Solisti importanti (selezione)
0 1817 Elberfeld Johannes Schornstein Ufficialmente non è classificata in questo ciclo, ma viene vista come una scintilla iniziale;
1 1818 Düsseldorf Friedrich August Burgmüller Massima priorità: Le stagioni e Schöpfungsmesse di Joseph Haydn; Solista: Johannes Schornstein (piano)
2 1819 Elberfeld Johann Schornstein
3 1820 Düsseldorf Friedrich August Burgmüller Prima tedesca dell'oratorio „Sansone“ di Georg Friedrich Händel; Solista: Johannes Schornstein (piano)
4 1821 Colonia Friedrich August Burgmüller, La città di Colonia è nuova nel programma; promuove tra l'altro Erich Verkenius, presidente della Hochschule für Musik und Tanz Köln
5 1822 Düsseldorf Friedrich August Burgmüller Prima mondiale dell'oratorio "Das befreite Jerusalem" dell'abate Maximilian Stadler. Per ragioni logistiche, Düsseldorf ha sostituito Elberfeld. L'esordio avviene nella sala dei cavalieri del vecchio castello di Düsseldorf.
6 1823 Elberfeld Johannes Schornstein
7 1824 Colonia Friedrich Schneider Prima mondiale dell'oratorio „Die Sündflut“ di Friedrich Schneider
8 1825 Aquisgrana Ferdinand Ries Città di Aquisgrana nuova nel programma; Prima tedesca della Sinfonia n. 9 di Ludwig van Beethoven in celebrazione dell'apertura del Teatro di Aquisgrana
9 1826 Düsseldorf Louis Spohr e Ferdinand Ries Anteprima a Düsseldorf dell'oratorio “The Last Judgement“ di Louis Spohr (Testi: Johann Friedrich Rochlitz) e della Sinfonia n. 6 D major op. 146 di F. Ries; prima volta che il festival dura più di tre giorni.
10 1827 Elberfeld Johann Schornstein e Erich Verkenius Ultima partecipazione della Città di Elberfeld;
11 1828 Colonia Bernhard Klein, Ferdinand Ries e Carl Leibl Prima mondiale dell'oratorio „Jephtha“ di B. Klein e una nuova registrazione in concerto dell'overture del „Don Carlos“ di F. Ries
12 1829 Aquisgrana Ferdinand Ries
13 1830 Düsseldorf Ferdinand Ries Prima tedesca dell'overture „Braut von Messina“ op. 162 di F. Ries, (Testi: Friedrich Schiller), anche la prima di Düsseldorf dell'oratorio „Giuda Maccabaeo“ di G. F. Handel
14 1832 Colonia Ferdinand Ries
15 1833 Düsseldorf Felix Mendelssohn Prima tedesca della Sinfonia n. 4 (L'Italiana) e una „festival-overture“ di F. Mendelssohn, oltre all'oratorio Israele in Egitto nella versione tedesca originale di G. F. Handel; nuovo nel programma: concerti mattutini
16 1834 Aquisgrana Ferdinand Ries Solista: Fryderyk Chopin (piano)
17 1835 Colonia Felix Mendelssohn Solomon di G. F. Handel nella partitura originale e con accomp. dell'organo; Maestro del coro: Fanny Mendelssohn
18 1836 Düsseldorf Felix Mendelssohn Prima mondiale dell'oratorio “Saint Paul“ di F. Mendelssohn; Maestro del coro: J. Schornstein
19 1837 Aquisgrana Ferdinand Ries Prima mondiale dell'oratorio „Die Könige in Israel“ di Ferdinand Ries
20 1838 Colonia Felix Mendelssohn
21 1839 Düsseldorf Felix Mendelssohn Apparizione come ospite e successo artistico del compositore Hubert Ferdinand Kufferath; prima mondiale di un festival-ouverture di Julius Rietz; Maestro del coro: J. Schornstein
22 1840 Aquisgrana Louis Spohr
23 1841 Colonia Conradin Kreutzer
24 1842 Düsseldorf Felix Mendelssohn
25 1843 Aquisgrana Carl Gottlieb Reissiger
26 1844 Colonia Heinrich Dorn Prima tedesca della Missa Solemnis re maggiore op. 123 di L. v. Beethoven
27 1845 Düsseldorf Julius Rietz Prima tedesca del „Requiem“ di Wolfgang Amadeus Mozart; Seguono nove anni di pausa per le rivoluzioni del 1848 negli stati tedeschi
28 1846 Aquisgrana Felix Mendelssohn Solista e scoperta dell'„Usignolo Svedese“ Jenny Lind (soprano)
29 1847 Colonia Heinrich Dorn, Gaspare Spontini e George Onslow Prima tedesca della Sinfonia No. 4 Sol maggiore op. 71 di G. Onslow
30 1851 Aquisgrana Peter Josef von Lindpaintner
31 1853 Düsseldorf Robert Schumann, Ferdinand Hiller e Julius Tausch Prima mondiale della Sinfonia n. 4 re minore op. 120 e il festival-overture Op. 123 di R. Schumann; Solista: Clara Schumann (piano) e Joseph Joachim (violino);
32 1854 Aquisgrana Peter Joseph von Lindpaitner
33 1855 Düsseldorf Ferdinand Hiller Speciale performance dell'oratorio "Paradise and the Peri" di R. Schumann su speciale richiesta della Solista Jenny Lind (soprano)
34 1856 Düsseldorf Julius Rietz Düsseldorf fornì un luogo alternativo in tempi brevi perché la sala concerti Colonia, la "Gürzenich", doveva essere restaurata e ricostruita.
35 1857 Aquisgrana Franz Liszt
36 1858 Colonia Ferdinand Hiller Prima mondiale dell'oratorio „Saul“ di Ferdinand Hiller
37 1860 Düsseldorf Ferdinand Hiller Solista: Joseph Joachim (violino)
38 1861 Aquisgrana Franz Lachner Solista: Clara Schumann (piano)
39 1862 Colonia Ferdinand Hiller
40 1863 Düsseldorf Otto Goldschmidt e Julius Tausch Solista: Jenny Lind (soprano)
41 1864 Aquisgrana Julius Rietz e Franz Wüllner Prima volta nella nuova "Redoute", la sala da ballo del vecchio casinò di Aquisgrana. Impiego di un nuovo organo da parte della società per la fabbricazione di organi "Ibach"
42 1865 Colonia Ferdinand Hiller Solista: Friedrich Nietzsche come cantante
43 1866 Düsseldorf Otto Goldschmidt e Julius Tausch Prima mondiale del Concerto per violino n.1 sol minore, op. 26, di Max Bruch; Solisti: Clara Schumann (piano), Joseph Joachim (violino) e Jenny Lind (soprano); Cerimonia inaugurale della nuova sala concerti Tonhalle Düsseldorf
44 1867 Aquisgrana Julius Rietz e Ferdinand Breunung
45 1868 Colonia Ferdinand Hiller
46 1869 Düsseldorf Julius Rietz e Julius Tausch Solista: Joseph Joachim (violino)
47 1870 Aquisgrana Franz Lachner e Ferdinand Breunung Ultima esibizione di Jenny Lind con l'assolo per soprano dell'oratorio „Ruth“ di Otto Goldschmidt
48 1871 Colonia Ferdinand Hiller
49 1872 Düsseldorf Anton Rubinstein e Julius Tausch Prima mondiale dell'opera religiiosa „Der Turm zu Babel“ di A. Rubinstein
50 1873 Aquisgrana Julius Rietz e Ferdinand Breunung Solisti: Marie Wilt (soprano), Johann Christoph Lauterbach (violino) e Clara Schumann (piano)
51 1874 Colonia Ferdinand Hiller
52 1875 Düsseldorf Joseph Joachim e Julius Tausch Anteprima a Düsseldorf della Missa Solemnis di L. v. Beethoven
53 1876 Aquisgrana Ferdinand Breunung Inaugurazione di un nuovo organo di Georg Stahlhuth. Solista Adolf Wallnöfer (tenore), nuova scoperta artistica
54 1877 Colonia Ferdinand Hiller Apparizione come direttore ospite di Giuseppe Verdi con il suo Messa da Requiem
55 1878 Düsseldorf Joseph Joachim e Julius Tausch Prima mondiale dell'esibizione per coro „Germanenzug“ di Julius Tausch. Scoperta artistica della Sinfonia n. 2 di Johannes Brahms. Anteprima di Düsseldorf di „Szenen aus Goethes Faust“ di R. Schumann; Solista: Clara Schumann (piano)
56 1879 Aquisgrana Ferdinand Breunung e Max Bruch
57 1880 Colonia Ferdinand Hiller Solista: Clara Schumann (piano)
58 1881 Düsseldorf Niels Gade e Julius Tausch Solista: Eugen Gura (baritono)
59 1882 Aquisgrana Franz Wüllner
60 1883 Colonia Ferdinand Hiller
61 1884 Düsseldorf Johannes Brahms e Julius Tausch Solista: Eugen d’Albert (piano)
62 1885 Aquisgrana Julius Kniese e Carl Reinecke
63 1886 Colonia Franz Wüllner
64 1887 Düsseldorf Hans Richter e Julius Tausch Solista: Eugen d’Albert (piano)
65 1888 Aquisgrana Hans Richter e Eberhard Schwickerath
66 1889 Colonia Franz Wüllner
67 1890 Düsseldorf Hans Richter e Julius Buths Solista: Bernhard Stavenhagen (piano)
68 1891 Aquisgrana Ernst von Schuch e Eberhard Schwickerath
69 1892 Colonia Franz Wüllner
70 1893 Düsseldorf Julius Buths
71 1894 Aquisgrana Ernst von Schuch e Eberhard Schwickerath
72 1895 Colonia Franz Wüllner
73 1896 Düsseldorf Johannes Brahms, Julius Buths e Richard Strauss Ultima esibizione di J. Brahms al festival; Solisti: Pablo de Sarasate (violino) e Ferruccio Busoni (piano)
74 1897 Aquisgrana Hans Richter e Eberhard Schwickerath
75 1898 Colonia Franz Wüllner
76 1899 Düsseldorf Richard Strauss e Julius Buths
77 1900 Aquisgrana Richard Strauss e Eberhardt Schwickerath
78 1901 Colonia Karl Wolff e Erich Urban
79 1902 Düsseldorf Richard Strauss e Julius Buths L'evento fu integrato nell'ambito del programma della fiera industriale di Düsseldorf. Seconda esibizione tedesca e scoperta artistica dell'oratorio Il sogno di Gerontius di Edward Elgar.
80 1903 Aquisgrana Felix Weingartner e Eberhard Schwickerath Solista: George Enescu (violino)
81 1904 Colonia Fritz Steinbach
82 1905 Düsseldorf Julius Buths Solisti: Ernő Dohnányi (piano), Irene Abendroth (soprano)
83 1906 Aquisgrana Felix Weingärtner e Eberhard Schwickerath
84 1907 Colonia Fritz Steinbach
85 1909 Aquisgrana Max von Schillings, Eberhard Schwickerath e Richard Strauss
86 1910 Colonia Fritz Steinbach
87 1911 Düsseldorf Karl Panzner Solista: Eugène Ysaÿe (violino)
88 1912 Aquisgrana Karl Muck e Eberhard Schwickerath
89 1913 Colonia Fritz Steinbach Anteprima di Colonia della Sinfonia n. 8 di Gustav Mahler
90 1914 Düsseldorf Karl Panzner Solisti: Elly Ney (piano), Bronislaw Huberman (violino)
91 1920 Aquisgrana Karl Muck e Eberhard Schwickerath
92 1922 Colonia Hermann Abendroth Anteprima di Colonia della cantata romantica „Von deutscher Seele“ di Hans Pfitzner
93 1924 Aquisgrana Peter Raabe e Walter Braunfels
94 1925 Colonia Hermann Abendroth e Richard Strauss Integrato sotto il programma del "millennium-festival del Basso Reno“
95 1926 Düsseldorf Hans Weisbach Prima tedesca del Salmo drammatico e sinfonico „Le Roi David“ di Arthur Honegger; Solista: Ludwig Wüllner (recitativo), Edwin Fischer (piano)
96 1927 Aquisgrana Peter Raabe e Walter Braunfels
97 1928 Colonia
98 1929 Düsseldorf Hans Weisbach Prima mondiale di „Marianischen Antiphone“ di Wolfgang Fortner e del concerto da camera op. 43 a di Adolf Busch e della Sonata per flauti, 2 Viola da gamba e Basso continuo, secondo una partitura nella biblioteca di stato dell'Assia di Georg Philipp Telemann
99 1930 Aquisgrana Peter Raabe e Paul Pella Highlight: Wozzeck di Alban Berg
100 1933 Aquisgrana Muore Gottlob Karl Springsfeld, fabbricante di Aquisgrana e uno degli sponsor di Aquisgrana dei festival musicali
101 1946 Aquisgrana Theodor Bernhard Rehmann, Heinrich Hollreiser, Günter Wand, Wilhelm Pitz e Felix Raabe Ripresa dopo la pausa dovuta alla guerra. Massima priorità alle opere inglesi (Edward Elgar e Ralph Vaughan Williams) e francesi (César Franck e Maurice Ravel)
102 1947 Düsseldorf Heinrich Hollreiser Prima tedesca delle Metamorfosi sinfoniche su un tema di Carl Maria von Weber di Paul Hindemith
103 1948 Colonia
104 1949 Aquisgrana Felix Raabe, Theodor Bernhard Rehmann, Hans Weisbach, Michael Sittard Prima mondiale della cantata sinfonica „Zwischen Zeit und Ewigkeit“ op. 65 di Franz Philipp e le „Variazioni per Orchestra“ di Ernst Pepping
105 1950 Wuppertal
106 1951 Düsseldorf Heinrich Hollreiser Anteprima di Düsseldorf dell'oratorio „Das Unaufhörliche“ di Paul Hindemith
107 1952 Aquisgrana Felix Raabe, Heinrich Hollreiser, Theodor Bernhard Rehmann, Günther Wand e Hans Weisbach Prima mondiale dell'intermezzo sinfonico dal dramma lirico „Boulevard Solitude“ di Hans Werner Henze
108 1954 Duisburg Georg Ludwig Jochum Prima mondiale della corale „Wiegenlied der Mutter Gottes“ di H. W. Henze, Testo: Lope de Vega
109 1955 Wuppertal Paul Hindemith Prima mondiale della cantata "Ite angeli veloces" di P. Hindemith, Testo: Paul Claudel
110 1956 Düsseldorf Hermann Scherchen Prima mondiale della corale „Tedeum“ di Ernst Pepping e del concerto per piano e orchestra di Hans Vogt
111 1957 Aquisgrana Wolfgang Sawallisch, Theodor Bernhard Rehmann, Rudolf Pohl, Wilhelm Pitz, Leo Nießen e Karl Venth Rappresentazione del compositore Wolfgang Meyer-Tormin
112 1958 Duisburg Georg Ludwig Jochum Ultima volta del Festival Musicale del Basso Reno

BibliografiaModifica

  • Literaturverzeichnis der Rheinischen Musikfeste in der Bibliothek des Beethovenhauses Bonn: [1]
  • Lutz Felbick: Daten der Aachener Musikgeschichte: Chronologie und Bibliographie, Stadt Aachen 1993 (html)
  • Alf, Julius: Geschichte und Bedeutung der Niederrheinischen Musikfeste in der ersten Hälfte des 19. Jh.; Nachdruck aus: Düsseldorfer Jahrbuch. 42. 1940 und 43. 1941. Düsseldorf, 1978, ISBN 3-7700-0737-9
  • Dohm, Rudolf: Aachens Beitrag zur Musikgeschichte; in 105. Niederrheinisches Musikfest 1950 in Wuppertal. S. 31-45.
  • Programme sämtlicher in Aachen abgehaltener (Niederrheinischer) Musikfeste (von 1825 - 1879). in: Aachener Calender für das Jahr 1880. S. 107-119. und in: Musik, Theater und Kunst im Jahre 1878/79. S. 97-101.
  • Sietz, Reinhold: Das 35. Rheinische Musikfest 1857 unter dem Dirigenten Franz Liszt; in: Zeitschrift des Aachener Geschichtsverein (ZAGV). 69. 1957. S. 79-110.
  • Sietz, Reinhold: Das Niederrheinische Musikfest 1834 zu Aachen; in: ZAGV. 70. 1958. S. 167-191.
  • Sietz, Reinhold: Die Niederrheinischen Musikfeste in Aachen in der ersten Hälfte des 19. Jh.; in: ZAGV. 72. 1960. S. 109-164.
  • Julius Alf: Das Niederrheinische Musikfest in Wuppertal. „Moderne Musik“ in Geschichte und Gegenwart; in: Beiträge zur Rheinischen Musikgeschichte, Köln/Krefeld 005, 1952
  • Klaus Wolfgang Niemöller: Felix Mendelssohn Bartholdy und das Niederrheinische Musikfest 1835 in Köln; in: Beiträge zur Rheinischen Musikgeschichte, Köln/Krefeld 0625, 1952
  • Ursula Eckart-Bäcker: Friedrich Nietzsche als Sänger in Köln. Berichte über das 42. Niederrheinische Musikfest 1865; in: Beiträge zur Rheinischen Musikgeschichte, Köln/Krefeld 062, 1952
  • Julius Alf: Das Niederrheinische Musikfest nach 1945. Ausklang einer Jahrhundert-Tradition, in: Düsseldorfer Jahrbuch 57/58, 1980, S. 472-497
  • Willibald Gurlitt: Robert Schumann und die Romantik in der Musik, 106. Niederrheinisches Musikfest in Düsseldorf, Jahrbuch 1951, S. 13-52. - Nachdruck 1966

Collegamenti esterniModifica