Festival di Cannes 1998

edizione del festival cinematografico

La 51ª edizione del Festival di Cannes si è svolta a Cannes dal 13 al 24 maggio 1998, sotto la direzione artistica di Gilles Jacob.[1][2]

Isabelle Huppert, qui ritratta nel 2000, è stata la maître de cérémonie del festival.

Il film d'apertura dell'edizione è stato I colori della vittoria di Mike Nichols, mentre Godzilla di Roland Emmerich è stato quello di chiusura.[1][2][3] L'attrice francese Isabelle Huppert ha presentato le cerimonie di inaugurazione e di chiusura del festival.[3][4] L'edizione ha segnato inoltre l'introduzione della sezione Cinéfondation all'interno della selezione ufficiale e la trasformazione di Un Certain Regard in sezione competitiva.[5][6]

La giuria internazionale presieduta dal regista statunitense Martin Scorsese ha assegnato la Palma d'oro a L'eternità e un giorno, del regista greco Theo Angelopoulos.[7]

Selezione ufficialeModifica

I seguenti film sono stati presentati all'interno della selezione ufficiale del Festival:[8]

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

Fuori concorsoModifica

Proiezioni specialiModifica

Cortometraggi in concorsoModifica

CinéfondationModifica

  • Blue City, regia di David Birdsell – University of Southern California (Stati Uniti d'America)
  • Deer Men, regia di Saara Saarela – Aalto-yliopiston taiteiden ja suunnittelun korkeakoulu (Finlandia)
  • Die Weiche, regia di Kris Krikellis – Hochschule für Musik und Darstellende Kunst Frankfurt am Main (Germania)
  • Doom and Gloom, regia di John McKay – National Film and Television School (Regno Unito)
  • The First Sin, regia di Fahimeh Sorkhabi – Jozan Film Animation Workshop (Iran)
  • Fotograf, regia di Alexander Kott – VGIK (Russia)
  • Inside the Boxes, regia di Mirjam Kubescha – Hochschule für Fernsehen und Film München (Germania)
  • Jakub, regia di Adam GuzińskiScuola nazionale di cinema, televisione e teatro Leon Schiller di Łódź (Polonia)
  • Kal, regia di Ivajlo P. Simidčiev – Nacionalna akademija za teatralno i filmovo izkustvo (Bulgaria)
  • Léto - cas dlouhých letu, regia di Ramunas Greicius – Filmová a televizní fakulta Akademie múzických umění v Praze (Repubblica Ceca)
  • Mangwana, regia di Manu Kurewa – National Film and Television School (Regno Unito)
  • One Eye, regia di Liana Dognini – National Film and Television School (Regno Unito)
  • Ratapenkan ruusu, regia di Hanna Maylett – Aalto-yliopiston taiteiden ja suunnittelun korkeakoulu (Finlandia)
  • Sentieri selvaggi, regia di Susanna Grigoletto – Hochschule für Fernsehen und Film München (Germania)
  • The Sheep Thief, regia di Asif KapadiaRoyal College of Art (Regno Unito)

Quinzaine des RéalisateursModifica

I seguenti film sono stati presentati all'interno della sezione parallela della Quinzaine des Réalisateurs, diretta artisticamente da Pierre-Henri Deleau:[9]

LungometraggiModifica

Proiezioni specialiModifica

CortometraggiModifica

Settimana internazionale della criticaModifica

I seguenti film sono stati presentati all'interno della sezione parallela della Settimana internazionale della critica:[10]

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

GiurieModifica

Le seguenti persone hanno fatto parte delle giurie delle varie sezioni del Festival:[11]

 
Martin Scorsese, qui ritratto nel 1992, è stato presidente della giuria del concorso principale.

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

  • Thierry Gandillot, giornalista (Francia)
  • Luc Honorez, critico cinematografico (Francia)
  • Jacques Mandelbaum, scrittore (Francia)
  • Pierre Murat, critico cinematografico (Francia)

Caméra d'orModifica

  • Anh Hung Tran, regista (Vietnam, Francia) - Presidente di Giuria
  • Derek Malcolm, critico (Regno Unito)
  • Bernard Maltaverne, direttore (Francia)
  • Marcel Martin, critico (Francia)
  • Emanuela Martini, critica cinematografica (Italia)
  • Jacques Poitrenaud, regista (Francia)
  • Pierre Salvadori, regista (Francia)
  • Charles Van Damme, direttore della fotografia (Belgio)

Cinéfondation e cortometraggiModifica

PalmarèsModifica

Selezione ufficialeModifica

Le giurie della selezione ufficiale hanno premiato i seguenti film:[7]

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

CortometraggiModifica

CinéfondationModifica

  • Primo premio - Jakub, regia di Adam Guziński
  • Secondo premio - The Sheep Thief, regia di Asif Kapadia
  • Terzo premio - Mangwana, regia di Manu Kurewa

Quinzaine des RéalisateursModifica

Settimana internazionale della criticaModifica

Premi indipendentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d (EN) 1998 Cannes Film Festival Lineup, su indiewire.com, 23 aprile 1998, aggiornato il 1º maggio 1998. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  2. ^ a b (EN) Kenneth Turan, Year of the Bigfoot: 'Godzilla' is just the biggest example of the strong American presence--from movies even to the jury president--at the 51st Festival International du Film., in Los Angeles Times, 13 maggio 1998. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  3. ^ a b (EN) Michael Williams, Cannes opens quietly, in Variety, 13 maggio 1998. URL consultato il 16 febbraio 2020.
  4. ^ a b (EN) Joan Dupont, A More Festive Look to the 1998 Cannes Festival, in The New York Times, 13 maggio 1998. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  5. ^ (FR) Cinéfondation: Présentation, su cinefondation.com. URL consultato il 16 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 22 settembre 2019).
  6. ^ (EN) Un Certain Regard Prize, su festival-cannes.fr. URL consultato il 16 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2007).
  7. ^ a b (ENFR) Tutti i premi della selezione ufficiale della 51ª edizione, su festival-cannes.com. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  8. ^ (ENFR) Film nella selezione ufficiale della 51ª edizione, su festival-cannes.com. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  9. ^ (ENFR) Quinzaine des Réalisateurs 1998, su quinzaine-realisateurs.com. URL consultato il 17 febbraio 2020 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2019).
  10. ^ (ENFR) 31ª Settimana internazionale della critica, su archives.semainedelacritique.com. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  11. ^ (ENFR) Giurie della 51ª edizione, su festival-cannes.com. URL consultato il 17 febbraio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema