Apri il menu principale
Pedro Almodóvar, presidente di giuria della 70ª edizione.

La 70ª edizione del Festival di Cannes ha avuto luogo a Cannes dal 17 al 28 maggio 2017.[1]

Il regista spagnolo Pedro Almodóvar è stato il Presidente della Giuria, mentre l'attrice italiana Monica Bellucci ha presentato la cerimonia d'apertura e di chiusura della kermesse.[2][3] Il film d'apertura è stato I fantasmi d'Ismael di Arnaud Desplechin.[4] La locandina della 70ª edizione del Festival è un omaggio all'attrice italiana Claudia Cardinale, ritratta a Roma nel 1959.[5]

La Palma d'oro è stata assegnata a The Square di Ruben Östlund.[6]

Indice

Selezione ufficialeModifica

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

Fuori concorsoModifica

Proiezioni di mezzanotteModifica

Proiezioni specialiModifica

Realtà virtualeModifica

Eventi del 70º anniversarioModifica

Cortometraggi in concorsoModifica

CinéfondationModifica

  • À perdre haleine, regia di Léa Krawczyk - La Poudrière (Francia)
  • Afternoon Clouds, regia di Payal Kapadia - Film and Television Institute of India (India)
  • Atlantída, 2003, regia di Michal Blaško - Vysoká škola múzických umení v Bratislave (Slovacchia)
  • Ben mamshich, regia di Yuval Aharoni - Steve Tisch School of Film & Television (Israele)
  • Camouflage, regia di Imge Özbilge - Koninklijk Conservatorium Gent (Belgio)
  • Deux égarés sont morts, regia di Tommaso Usberti - La Fémis (Francia)
  • Give Up The Ghost, regia di Marian Mathias - New York University Tisch School of the Arts (Stati Uniti d'America)
  • Heyvan, regia di Bahman Ark e Bahram Ark - Iranian National School of Cinema (Iran)
  • Láthatatlanul, regia di Áron Szentpéteri - Színház- és Filmművészeti Egyetem (Ungheria)
  • Lejla, regia di Stijn Bouma - Sarajevo Film Academy (Bosnia e Erzegovina)
  • Paul est là, regia di Valentina Maurel - Institut national supérieur des arts du spectacle et des techniques de diffusion (Belgio)
  • Pequeño manifiesto en contra del cine solemne, regia di Roberto Porta - Universidad del Cine (Argentina)
  • Tokeru, regia Aya Igashi - Toho Gakuen Film Techniques Training College (Giappone)
  • Vazio do lado de fora, regia di Eduardo Brandão Pinto - Università federale Fluminense (Brasile)
  • Wild Horses, regia di Rory Stewart - National Film and Television School (Regno Unito)
  • Yin shian bien jian gon lu, regia di Wang Yi-ling - Guólì Táiwān Yìshù Dàxué (Taiwan)

Cannes ClassicsModifica

Quinzaine des RéalisateursModifica

LungometraggiModifica

Proiezioni specialiModifica

CortometraggiModifica

Settimana Internazionale della CriticaModifica

ConcorsoModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

Proiezioni specialiModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

GiurieModifica

 
La giuria del concorso principale

Concorso principaleModifica

Un Certain RegardModifica

Caméra d'orModifica

Cinéfondation e cortometraggiModifica

Settimana Internazionale della CriticaModifica

  • Kleber Mendonça Filho, regista (Brasile) - Presidente di giuria
  • Diana Bustamante Escobar, produttrice cinematografica e direttrice artistica del Festival Internacional de Cine de Cartagena de Indias - FICCI (Colombia)
  • Eric Kohn, critico cinematografico e capo redattore di IndieWire (USA)
  • Hania Mroué, direttrice di Metropolis Cinema (Libano)
  • Niels Schneider, attore (Francia, Canada)

L'Œil d'orModifica

Queer PalmModifica

  • Travis Mathews, regista (Stati Uniti d'America) - Presidente di giuria[12]
  • Didier Roth-Bettoni, giornalista
  • Lidia Leber Terki, regista
  • Yair Hochner, regista e direttore del festival LGBT di Tel Aviv
  • Paz Lazaro, responsabile della programmazione della sezione "Panorama" della Berlinale

PalmarèsModifica

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

Settimana Internazionale della CriticaModifica

Quinzaine des RéalisateursModifica

CinéfondationModifica

  • Primo premio - Paul est là di Valentina Maurel
  • Secondo premio - Heyvan di Bahman Ark e Bahram Ark
  • Terzo premio - Deux égarés sont morts di Tommaso Usberti

Altri premiModifica

Premi specialiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Cannes celebrates 70 years of Festival, cannes.com. URL consultato il 12 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2017).
  2. ^ (EN) Pedro Almodóvar president of the jury of the 70th Festival de Cannes, su festival-cannes.com. URL consultato il 31 gennaio 2017.
  3. ^ (FR) Festival de Cannes: Monica Bellucci en maîtresse de cérémonie, in Le Figaro. URL consultato il 20 marzo 2017.
  4. ^ a b (EN) 2017 Cannes Film Festival Announces Lineup: Todd Haynes, Sofia Coppola, ‘Twin Peaks’ and More, indiewire.com. URL consultato il 28 maggio 2017.
  5. ^ (EN) Cannes: Festival unveils 2017 poster, in The Hollywood Reporter. URL consultato il 29 marzo 2017.
  6. ^ Cannes: Palma d'oro a The Square di Ostlund, ansa.it. URL consultato il 28 maggio 2017.
  7. ^ a b (EN) Elsa Keslassy, Cannes: Juliette Binoche-Gerard Depardieu Drama to Kick Off Directors Fortnight, in Variety, 19 aprile 2017. URL consultato il 20 aprile 2017.
  8. ^ a b (EN) Steve Pond, Cannes’ Critics’ Week Section Books ‘Brigsby Bear,’ Animated and Documentary Movies, su thewrap.com, 21 aprile 2017. URL consultato il 22 aprile 2017.
  9. ^ Paolo Sorrentino farà parte della giuria del 70esimo Festival di Cannes, su L’Huffington Post. URL consultato il 27 aprile 2017.
  10. ^ Andrea Francesco Berni, Cannes 70: anche Paolo Sorrentino e Will Smith nella giuria del Concorso, su BadTaste.it, 25 aprile 2017. URL consultato il 27 aprile 2017.
  11. ^ Uma Thurman presidente della giuria Un Certain Rergard, su Cineuropa - il meglio del cinema europeo. URL consultato il 27 aprile 2017.
  12. ^ (FR) Queer Palm de Cannes : le réalisateur américain Travis Mathews présidera le jury, ladepeche.fr. URL consultato il 30 aprile 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (ARENESFRJAPTRU) Sito ufficiale, su festival-cannes.com.
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema