Apri il menu principale

Festival di Cannes 2019

Alejandro González Iñárritu, presidente di giuria

La 72ª edizione del Festival di Cannes ha avuto luogo a Cannes dal 14 al 25 maggio 2019.[1]

Il regista messicano Alejandro González Iñárritu è stato il presidente della giuria.[2][3] Il film d'apertura è stato I morti non muoiono di Jim Jarmusch, mentre Hors normes di Olivier Nakache e Éric Toledano è stato quello di chiusura.[4][5] L'attore Édouard Baer ha presentato la cerimonia d'apertura e di chiusura della kermesse, per la quarta volta dopo le edizioni del 2008, 2009 e 2018.[6][7]

La locandina della 72ª edizione è un omaggio alla regista Agnès Varda, scomparsa il 29 marzo 2019, ritratta sul set del suo primo film La pointe courte.[8]

La Palma d'oro è stata assegnata al coreano Parasite di Bong Joon-ho.[9]

Selezione ufficialeModifica

La lista dei lungometraggi componenti la selezione ufficiale del Festival è stata annunciata il 18 aprile 2019,[10] con l'aggiunta di alcuni titoli annunciata il 2 maggio seguente.[11] I cortometraggi in concorso e nella sezione Cinéfondation sono stati annunciati il 19 aprile.[12] Il film della sezione Cannes Classics sono stati annunciati il 26 aprile.[13]

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

Fuori concorsoModifica

Proiezioni di mezzanotteModifica

Proiezioni specialiModifica

Cortometraggi in concorsoModifica

CinéfondationModifica

  • Adam, regia di Shoki Lin – Università tecnologica Nanyang (Singapore)
  • Ahogy eddig, regia di Katalin Moldovai – Budapesti Metropolitan Egyetem (Ungheria)
  • Ambience, regia di Wisam Al Jafari – Dar al-Kalima University College of Arts and Culture (Palestina)
  • Bamboe, regia di Flo Van Deuren – Erasmushogeschool Brussel (Belgio)
  • Duszyczka, regia di Barbara Rupik – Scuola nazionale di cinema, televisione e teatro Leon Schiller di Łódź (Polonia)
  • Favoriten, regia di Martin Monk – Filmakademie Wien (Austria)
  • Hiêu, regia di Richard Van – California Institute of the Arts (Stati Uniti d'America)
  • Jeremiah, regia di Kenya Gillespie – Università del Texas ad Austin (Stati Uniti d'America)
  • Mano a mano, regia di Louise Courvoisier – CinéFabrique (Francia)
  • Netek, regia di Yarden Lipshitz Louz – HaMikhlela HaAkademit Sapir (Israele)
  • Pura vida, regia di Martin Gonda – Vysoká škola múzických umení v Bratislava (Slovacchia)
  • Reonghee, regia di Yeon Jegwang – Han-guk Yesul Jonghap Hakgyo (Corea del Sud)
  • Roadkill, regia di Leszek Mozga – University of the Arts London (Regno Unito)
  • Rosso: La vera storia falsa del pescatore Clemente, regia di Antonio Messana – La Fémis (Francia)
  • Slozhnopodchinennoe, regia di Olesya Yakovleva – Università statale di San Pietroburgo (Russia)
  • Solar Plexus, regia di David McShane – National Film and Television School (Regno Unito)
  • Sto dvacet osm tisíc, regia di Ondřej Erban – Filmová a televizní fakulta Akademie múzických umění v Praze (Repubblica Ceca)

Cannes ClassicsModifica

DocumentariModifica

Quinzaine des RéalisateursModifica

La lista dei film componenti la sezione della Quinzaine des Réalisateurs è stata annunciata il 23 aprile 2019.[15]

LungometraggiModifica

Proiezioni specialiModifica

CortometraggiModifica

  • Deux sœurs qui ne sont pas sœurs, regia di Beatrice Gibson (Regno Unito, Germania, Canada, Francia)
  • Les extraordinaires mésaventures de la jeune fille de pierre, regia di Gabriel Abrantes (Portogallo, Francia)
  • Grand Bouquet, regia di Nao Yoshigai (Giappone)
  • Hãy tỉnh thức và sẵn sàng, regia di An Pham Thien (Corea del Sud , Stati Uniti d'America, Vietnam)
  • Je te tiens, regia di Sergio Caballero (Spagna)
  • Movements, regia di Jeong Da-hee (Corea del Sud)
  • Olla, regia di Ariane Labed (Francia, Regno Unito)
  • Piece of Meat, regia di Jerrold Chong e Huang Junxiang (Singapore, Malesia)
  • Plaisir fantôme, regia di Morgan Simon (Francia)
  • That Which Is to Come Is Just a Promise, regia di Flatform (Italia, Paesi Bassi, Nuova Zelanda)

Settimana Internazionale della CriticaModifica

La lista dei film componenti la sezione della Settimana Internazionale della Critica è stata annunciata il 22 aprile 2019.[17]

ConcorsoModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

Proiezioni specialiModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

GiurieModifica

Concorso principaleModifica

Un Certain RegardModifica

Caméra d'orModifica

Cinéfondation e cortometraggiModifica

Settimana Internazionale della CriticaModifica

L'Œil d'orModifica

Queer PalmModifica

PalmarèsModifica

ConcorsoModifica

Un Certain RegardModifica

Settimana Internazionale della CriticaModifica

Quinzaine des RéalisateursModifica

CinéfondationModifica

  • Primo premio - Mamo a mano, regia di Louise Courvoisier
  • Secondo premio - Hiêu, regia di Richard Van
  • Terzo premio - Ambience, regia di Wisam Al Jafari e Duszyczka, regia di Barbara Rupik (ex aequo)

Altri premiModifica

Premi specialiModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Rhonda Richford, Cannes Film Festival Unveils 2019 Dates, The Hollywood Reporter, 9 luglio 2018. URL consultato il 9 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2018).
  2. ^ (EN) Alejandro González Iñárritu Jury President of the Festival de Cannes 2019, su festival-cannes.com, 27 febbraio 2019. URL consultato il 27 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) Melanie Goodfellow, Cannes 2019: who's in the running?, su screendaily.com. URL consultato il 14 marzo 2019.
  4. ^ a b (EN) Elsa Keslassy e Brent Lang, Jim Jarmusch’s zombie movie ‘The Dead Don’t Die’ to open Cannes (EXCLUSIVE), Variety, 10 aprile 2019. URL consultato il 10 aprile 2019.
  5. ^ a b (EN) Elsa Keslassy, ‘The Specials,’ from the makers of ‘Intouchables,’ to close Cannes Film Festival, Variety, 6 maggio 2019. URL consultato il 6 maggio 2019.
  6. ^ (FR) Catherine Balle e Benoît Daragon, Festival de Cannes : Edouard Baer de nouveau maître de cérémonie, Le Parisien, 8 aprile 2019.
  7. ^ (FR) Brigitte Baronnet, Cannes 2019: Édouard Baer, à nouveau maître de cérémonie, su AlloCiné, 9 aprile 2019.
  8. ^ Cannes 2019: la locandina omaggia Agnès Varda, movieplayer.it. URL consultato il 15 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Peter Debruge, Bong Joon-ho’s ‘Parasite’ wins the Palme d’Or at Cannes, Variety, 25 maggio 2019. URL consultato il 26 maggio 2019.
  10. ^ (EN) Peter Debruge, Cannes: 2019 lineup includes Terrence Malick, Pedro Almodóvar, four films by women, Variety, 18 aprile 2019. URL consultato il 18 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Elsa Keslassy, ‘Once Upon a Time in Hollywood’ joins Cannes’ competition roster, Variety, 2 maggio 2019. URL consultato il 2 maggio 2019.
  12. ^ (EN) The Short Films Selections at the 72nd Festival de Cannes, su cinefondation.com, 19 aprile 2019. URL consultato il 19 aprile 2019.
  13. ^ (EN) Cannes Classics 2019, su festival-cannes.com, 26 aprile 2019. URL consultato il 29 aprile 2019.
  14. ^ (EN) Dave McNary, Taron Egerton’s Elton John biopic ‘Rocketman’ to premiere at Cannes, Variety, 12 aprile 2019. URL consultato il 15 aprile 2019.
  15. ^ a b (EN) Andreas Wiseman, Cannes: Directors’ Fortnight includes Robert Pattinson pic ‘The Lighthouse’, Takashi Miike, Netflix film ‘Wounds’ & Luca Guadagnino short, deadline.com, 23 aprile 2019. URL consultato il 23 aprile 2019.
  16. ^ (EN) Rhonda Richford, Cannes: Quentin Dupieux's 'Deerskin' to Open Directors' Fortnight, The Hollywood Reporter, 4 aprile 2019. URL consultato il 15 aprile 2019.
  17. ^ a b c (EN) Elsa Keslassy, Cannes Critics’ Week unveils its lineup, Variety, 22 aprile 2019. URL consultato il 22 aprile 2019.
  18. ^ (EN) French animation ‘I Lost My Body’ tops Cannes Critics’ Week winners, in Variety, 22 maggio 2019. URL consultato il 23 maggio 2019.
  19. ^ (EN) 2019 Cannes Film Festival: Chopard names Trophy Award winners, su wwd.com, 20 maggio 2019. URL consultato il 20 maggio 2019.
  20. ^ Marica Lancellotti, CANNES 2019: C'ERA UNA VOLTA A... HOLLYWOOD VINCE LA PALM DOG GRAZIE AL PITBULL BRANDY, su Movieplayer.it, 24 maggio 2019. URL consultato il 24 maggio 2019.
  21. ^ (EN) Elsa Keslassy, Cannes Film Festival director: ‘We’re not giving Alain Delon the Nobel Peace Prize’, in Variety, 13 maggio 2019. URL consultato il 14 maggio 2019.
  22. ^ (EN) Melanie Goodfellow, John Carpenter to receive Cannes Directors' Fortnight's Carrosse d'Or award, su screendaily.com. URL consultato il 19 aprile 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema