Apri il menu principale

Festival di Sanremo 2004

54º edizione del festival della canzone italiana
Festival di Sanremo 2004
Sanremo 2004.jpeg
EdizioneLIV
Periodo2 - 6 marzo
SedeTeatro Ariston di Sanremo
Direttore artisticoTony Renis
PresentatoreSimona Ventura con Gene Gnocchi, Paola Cortellesi e Maurizio Crozza
Trasmissione TVRai Uno
Eurovisione
Trasmissione radioRai Radio 1
Rai Radio 2
Partecipanti22
VincitoreMarco Masini
SecondoMario Rosini
TerzoLinda
Premio della criticaMario Venuti
Cronologia
Festival di Sanremo 2003Festival di Sanremo 2005

Il cinquantaquattresimo Festival di Sanremo si tenne a Sanremo al Teatro Ariston dal 2 al 6 marzo 2004.

Il festival fu condotto da Simona Ventura, affiancata da Gene Gnocchi, e vide la partecipazione di Paola Cortellesi e Maurizio Crozza (assente la seconda e la terza serata).

Inizialmente a condurre quest'edizione del festival era stato chiamato Paolo Bonolis, ma, a causa sia degli impegni che il conduttore romano in quella stagione televisiva aveva contratto con altri due programmi (Affari tuoi e Domenica in)[1], sia della poca sintonia con il direttore artistico Tony Renis[2][3], il 23 ottobre 2003 - a pochi mesi dall'inizio della manifestazione - preferì rinunciare (avrebbe poi condotto con successo l'edizione successiva). Il festival fu dunque affidato alla Ventura che, reduce dal successo della prima edizione del reality show L'isola dei famosi (all'epoca trasmesso da Rai 2) accettò ufficialmente l'incarico ai primi di gennaio[4], terza donna, nella storia della kermesse canora, a condurre il Festival come presentatrice principale dopo Loretta Goggi e Raffaella Carrà.

Vinse Marco Masini (già vincitore della sezione Nuove proposte nel 1990) con la canzone L'uomo volante.

La direzione artistica dell'evento venne curata dal già citato Tony Renis con la collaborazione di Gianmarco Mazzi, la regia da Stefano Vicario, la scenografia da Gaetano Castelli e l'orchestra fu diretta dal maestro Leonardo De Amicis.

Per la prima volta dal 1984, in questa edizione non ci fu la divisione dei cantanti in Big (o Campioni) e Giovani (o Nuove Proposte), ma un'unica competizione.

Come già accaduto nel 1975, le case discografiche boicottarono la manifestazione, non inserendo nomi di spicco tra i partecipanti[5], a causa di disaccordi con l'organizzatore del festival, nella fattispecie Tony Renis. Il cast di cantanti in gara di questa edizione fu quindi composto quasi prevalentemente da interpreti all'epoca esordienti o comunque poco conosciuti, e questa fu una delle cause dello scarso numero di spettatori ottenuto nelle varie serate.

Con il 38,98% di share, l'edizione del 2004 infatti è ad oggi la seconda edizione del festival meno vista di sempre, dopo quella del 2008. Inoltre questa fu anche l'edizione in cui, per la prima volta nella storia della televisione italiana, il Festival di Sanremo venne superato negli ascolti da un altro programma: la terza serata della kermesse fu infatti battuta nella gara dell'audience da una puntata della quarta edizione del reality show Grande Fratello, in onda su Canale 5 e condotto da Barbara D'Urso[6].

Tra i molti motivi di dissidio tra Renis e la conduttrice Simona Ventura vi fu la partecipazione del sassofonista quattordicenne Francesco Cafiso in qualità di ospite: la Ventura si oppose alla partecipazione di un minore in violazione di una norma per la tutela dei minori in video approvata pochi mesi prima: Renis, in qualità di direttore artistico, impose la sua scelta. L'esibizione di Cafiso venne comunque accolta molto favorevolmente dal pubblico.[3]

Clamorosa la partecipazione di Adriano Celentano, che già nel 2003 si era proposto per la direzione artistica del Festival ricevendo poco o nessun riscontro da parte della Rai. Renis invitò Celentano in qualità di ospite ripetutamente senza risultato, e lo iscrisse quindi al novero dei "cagasotto" che avevano rifiutato il suo invito per paura del boicottaggio imposto dalle case discografiche. Celentano invece si presentò a sorpresa alla serata finale, ufficialmente a titolo gratuito, grazie all'interessamento dell'allora direttore generale della Rai, Flavio Cattaneo. Il "Molleggiato", accolto da una standing ovation, abbracciò il vecchio amico Renis e lo difese dagli attacchi ricevuti negli ultimi giorni. L'esibizione di Celentano fece slittare di parecchio l'esibizione del ballerino Joaquín Cortés, previsto come ospite, che polemicamente se ne andò prima di esibirsi.[3]

Indice

PartecipantiModifica

Interprete Ultime partecipazioni al Festival
Adriano Pappalardo Esordiente
Andrè Esordiente
Andrea Mingardi e The Blues Brothers Band 1998 ed Esordienti
Bungaro 1991 (tra le Novità)
Daniele Groff 1999 (tra i Giovani)
Danny Losito e Las Ketchup Esordienti
DB Boulevard e Bill Wyman Esordienti
DJ Francesco Esordiente
Linda Esordiente
Marco Masini 2000
Mario Rosini Esordiente
Mario Venuti 1988 (come membro dei Denovo)
Massimo Modugno e Gipsy Kings 1992 (tra le Novità) ed Esordienti
Morris Albert e Mietta Esordiente e 2000
Neffa Esordiente
Omar Pedrini 2002 (come membro dei Timoria)
Pacifico Esordiente
Paolo Meneguzzi 2001 (tra i Giovani)
Piotta Esordiente
Simone Esordiente
Stefano Picchi Esordiente
Veruska Esordiente

Classifica, canzoni, cantantiModifica

Posizione Interprete Canzone Autori Voti ricevuti
Marco Masini L'uomo volante M. Masini, G. Dati e G. Orlandi 295.639
Mario Rosini Sei la vita mia A. Leone, L. Patruno, C. Noto, L. Rana e G. Giorgilli 152.479
Linda Aria, sole, terra e mare L. Valori, L. Bruti, M. Di Paolo, D. De Santis 134.636
Paolo Meneguzzi Guardami negli occhi (Prego) P. Meneguzzo, R. Di Bella, L. Mattioni e D. Melotti 127.346
Bungaro Guardastelle G. Romanelli e Antonio Calo’ 75.613
Massimo Modugno e Gipsy Kings Quando l'aria mi sfiora Mogol e G. Bella 62.930
Stefano Picchi Generale Kamikaze S. Picchi 61.343
Morris Albert e Mietta Cuore S. Dall'Ora e S. Boffa 51.362
Neffa Le ore piccole G. Pellino 45.696
10º Mario Venuti Crudele M. Venuti e Kaballà 45.545
11º DJ Francesco Era bellissimo F. Facchinetti, S. Lucato, D. Primiceri e A. Rapetti 32.422
12º Simone È stato tanto tempo fa S. Tomassini 28.830
13º DB Boulevard e Bill Wyman Basterà A. Ventura, R. Palù e D. Benedetti 28.611
14º Andrea Mingardi e The Blues Brothers Band È la musica A. Mingardi e M. Tirelli 26.018
15º Omar Pedrini Lavoro inutile O. Pedrini 25.585
16º Daniele Groff Sei un miracolo D. Groff e M. Patrignani 24.103
17º Adriano Pappalardo Nessun consiglio R. Scarpetta, A. Pappalardo, L. Chiaravalli e G. Moretti 23.237
18º Veruska Un angelo legato a un palo Mogol, R. Bella e G. Bella 23.193
19º Andrè Il nostro amore M. Canigiula, S. Labate e C. Labate 18.186
20º Danny Losito e Las Ketchup Single D. Losito e M. Mariello 17.132
21º Pacifico Solo un sogno L. De Crescenzo 15.300
22º Piotta Ladro di te T. Zanello, E. Rubbi e M. Altomare 13.409

Altri premiModifica

Regolamento e serateModifica

A causa del rifiuto da parte delle major discografiche di prender parte alla manifestazione, in quest'edizione del Festival parteciparono 22 canzoni interpretate da altrettanti artisti, perlopiù sconosciuti al grande pubblico, e senza divisioni in categorie; non vi furono eliminazioni né giurie, e le canzoni vennero così votate esclusivamente dal pubblico da casa tramite il televoto.

Prima serataModifica

Nella prima serata vennero eseguite 11 delle canzoni in gara e le altre 11 canzoni vennero invece eseguite in versione ridotta dai rispettivi artisti.

OspitiModifica

Seconda serataModifica

Nella seconda serata vennero eseguite le restanti 11 delle canzoni in gara e le altre 11 canzoni vennero invece eseguite in versione ridotta dai rispettivi artisti.

OspitiModifica

Terza serataModifica

Nella terza serata vennero eseguite tutte le 22 canzoni dai rispettivi cantanti, nella versione "radio-edit".

OspitiModifica

Quarta serataModifica

La quarta serata fu una serata-evento in cui gli artisti in gara e vari ospiti eseguirono i grandi successi della musica italiana presentati nel corso delle precedenti 53 edizioni del Festival.

Canzoni e cantantiModifica

OspitiModifica

Quinta serata - FinaleModifica

Nella serata finale si esibirono i 22 artisti in gara con i rispettivi brani; al termine della serata, in base al risultato del televoto, vennero infine proclamati e premiati il primo, il secondo ed il terzo classificati.

OspitiModifica

OrchestraModifica

L'Orchestra sinfonica di Sanremo fu diretta dai maestri: Leonardo De Amicis, Marco Canepa, Luca Chiaravalli, Paolo Jannacci, Massimo Mariello, Massimo Morini, Goffredo Orlandi, Renato Serio, Franco Testa, Maurizio Tirelli, Aidan Zammit.

SiglaModifica

Non c'era una sigla. Per ogni serata vi era una diversa introduzione affidata a Gene Gnocchi.

ScenografiaModifica

La scenografia del festival fu curata dallo scenografo Gaetano Castelli, che creò una scena ricca di fiori e caratterizzata da una grande orchestra che si apriva a metà creando l'entrata per i cantanti, da un ledwall ricurvo posto sul fondo del palco proprio sopra l'orchestra e da molte luci al led.

AscoltiModifica

Risultati di ascolto delle varie serate, secondo rilevazioni Auditel.

Serata Messa in onda Telespettatori Share
I 2 marzo 2004 10.104.000 42,48%
II 3 marzo 2004 8.402.000 33,74%
III 4 marzo 2004 6.961.000 29,28%
IV 5 marzo 2004 9.742.000 40,69%
Finale 6 marzo 2004 9.527.000 48,57%
Media delle serate 8.948.000 38,98%

Piazzamenti in classifica dei singoliModifica

[7]

Artista Singolo Pos.Max.
Paolo Meneguzzi Guardami negli occhi (prego) 2
Marco Masini L'uomo volante 8
Mario Venuti Crudele 16
Neffa Le ore piccole 25
Mario Rosini Sei la vita mia 27
DJ Francesco Era bellissimo 31
DB Boulevard e Bill Wyman Basterà 35
Linda Aria, sole, terra e mare 38
Daniele Groff Sei un miracolo 40
Morris Albert e Mietta Cuore 41
Stefano Picchi Generale kamikaze 44
Simone È stato tanto tempo fa 48
Veruska Un angelo legato a un palo 58

DopoFestivalModifica

Il DopoFestival fu sostituito da una versione speciale di Porta a Porta condotta da Bruno Vespa e Alba Parietti.

OrganizzazioneModifica

RAI

Direzione artisticaModifica

La direzione artistica fu curata da Tony Renis.

CompilationModifica

La compilation di Sanremo 2004 uscì sotto etichetta RaiTrade e conteneva tutte le canzoni in gara tranne Guardami negli occhi (prego) eseguita da Paolo Meneguzzi.

NoteModifica

  Portale Festival di Sanremo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Festival di Sanremo