Apri il menu principale
Feu d'artifice
CompositoreIgor' Stravinskij
Tipo di composizioneFantasia per orchestra
Epoca di composizione1908
Prima esecuzione6 febbraio 1909
DedicaNadejda e Maximilien Steinberg
Durata media4 min.
Organicoorchestra sinfonica

Feu d'artifice è una Fantasia per grande orchestra del 1908 di Igor' Fëdorovič Stravinskij. Questa è la prima opera in cui le caratteristiche uniche della musica di Stravinskij emergono con chiarezza, dai ritmi incisivi alle contrapposizioni nette dei timbri strumentali all'uso particolare degli ottoni[1].

StoriaModifica

Stravinskij, durante una visita che fece con la moglie a Nikolaj Rimskij-Korsakov all'inizio dell'estate del 1908, illustrò al maestro il progetto di una breve fantasia orchestrale ottenendo il suo apprezzamento; avendola terminata velocemente in un mese e mezzo, il compositore la inviò a Rimskij-Korsakov come regalo per l'imminente matrimonio della figlia Nadejda Rimskij-Korsakov con il compositore Maximilien Steinberg. Poco tempo dopo il manoscritto ritornò a Stravinskij, respinto per il decesso del destinatario[2].In questa triste occasione il compositore scrisse il Canto funebre in memoria del suo maestro che fu eseguito nell'autunno del 1908. La prima esecuzione di Feu d'artifice avvenne, unitamente allo Scherzo fantastique, il sei febbraio 1909 con la direzione di Alexander Siloti. Questa esecuzione segna un momento fondamentale nella carriera di Stravinskij in quanto fu proprio allora che iniziò la sua amicizia e collaborazione con Sergej Djagilev che ascoltò i brani e ne rimase profondamente colpito.

OrganicoModifica

Archi, tre flauti, due oboi, tre clarinetti, due fagotti, sei corni, tre trombe, tre tromboni, un basso tuba, timpani, gran cassa, triangolo, piatti, celesta, campanelli, due arpe.

NoteModifica

  1. ^ Roman Vlad, Strawinsky, Torino, Einaudi, 1958.
  2. ^ Igor Stravinskij, Chroniques de ma vie, Parigi, Editions Danoel, 1935.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica