Apri il menu principale

Yamaha Racing

(Reindirizzamento da Fiat Yamaha)
Yamaha Motor Racing s.r.l.
StatoItalia Italia
Fondazione1999
Sede principaleGerno di Lesmo
Persone chiave
SettoreCasa motociclistica
Prodottimotociclette
Sito web

Yamaha Racing è la divisione sportiva dell'azienda motociclistica Yamaha Motor.

La Yamaha si è impegnata nel mondo delle corse fin dall'anno di nascita, nel quale vinse la 3ª edizione della prestigiosa corsa in salita sul circuito del Monte Fuji con la "YA-1", primo modello costruito dalla casa.

MotomondialeModifica

Yamaha Racing
Motociclismo  
Nome completoYamaha Factory Racing
CategorieMotoGP
Classe 500
Classe 350, Classe 250 e 125
Team managerMassimo Meregalli
Piloti nel 2019
MotoGP  46 Valentino Rossi
  12 Maverick Viñales
Moto nel 2019Yamaha YZR-M1
Pneumatici nel 2019Michelin
Campioni del Mondo
MotoGP2004 -   Valentino Rossi
2005 -   Valentino Rossi
2008 -   Valentino Rossi
2009 -   Valentino Rossi
2010 -   Jorge Lorenzo
2012 -   Jorge Lorenzo
2015 -   Jorge Lorenzo
Classe 5001975 -   Giacomo Agostini
1978 -   Kenny Roberts
1979 -   Kenny Roberts
1980 -   Kenny Roberts
1984 -   Eddie Lawson
1986 -   Eddie Lawson
1988 -   Eddie Lawson
1990 -   Wayne Rainey
1991 -   Wayne Rainey
1992 -   Wayne Rainey
Classe 350, Classe 250 e 125Classe 350
1974 -   Giacomo Agostini
1975 -   Johnny Cecotto
1977 -   Takazumi Katayama
Classe 250
1964 -   Phil Read
1965 -   Phil Read
1968 -   Phil Read
1970 -   Rodney Gould
1971 -   Phil Read
1972 -   Jarno Saarinen
1973 -   Dieter Braun
1982 -   Jean Louis Tournadre
1983 -   Carlos Lavado
1984 -   Christian Sarron
1986 -   Carlos Lavado
1990 -   John Kocinski
1993 -   Tetsuya Harada
2000 -   Olivier Jacque
Classe 125
1967 -   Bill Ivy
1968 -   Phil Read
1973 -   Kent Andersson
1974 -   Kent Andersson
 
La Yamaha RD56

L'esordio di Yamaha nel Motomondiale avviene al GP di Francia 1961. Nel 1964 con la RD56 ottiene il suo primo alloro mondiale, in classe 250, soprattutto grazie a Phil Read quale pilota di punta (che fu il vincitore del titolo piloti) e a Mike Duff. Bissò lo stesso titolo l'anno successivo con la RD05 e gli stessi piloti (con Read e Duff al primo e secondo posto nella classifica piloti)

Nel 1967 e 1968, conquista con il modello RA i primi mondiali di velocità anche in classe 125, con Bill Ivy e Phil Read quali piloti di punta, con i due che si scambiano la prima e la seconda posizione nella classifica piloti nelle due relative stagioni. Nella medesima classe, in seguito vince anche i titoli iridati 1973 e 1974 con Kent Andersson.

 
Giacomo Agostini con le Yamaha di ieri e di oggi

Nella classe 500, dopo aver ottenuto il primo successo nel Gran Premio motociclistico di Spagna 1972 con Chas Mortimer, i piloti Yamaha ottengono 10 titoli mondiali: Giacomo Agostini nel 1975, Kenny Roberts nel 1978, 1979 e 1980, Eddie Lawson nel 1984, 1986 e 1988, e infine Wayne Rainey nel 1990, 1991 e 1992.

Dal 2004 al 2009 il suo pilota di punta è Valentino Rossi che, in sella alla M1 e nella nuova MotoGP che ha sostituito la precedente classe regina, ottiene il titolo piloti della massima cilindrata nel 2004 e nel 2005. In questa seconda occasione anche la Yamaha stessa torna sul trono dei costruttori.

Con il successo nel motomondiale 2008, la Yamaha porta a 37 i titoli mondiali costruttori conquistati, riuscendo nella storica impresa di sopravanzare la MV Agusta nella classifica costruttori di tutti i tempi e piazzandosi al secondo posto dopo la Honda; il numero è ulteriormente aumentato con la vittoria del titolo anche l'anno successivo.

Nel periodo dal 2010 al 2015 il pilota di punta Yamaha è lo spagnolo Jorge Lorenzo, che porta al team altri tre titoli mondiali, nel 2010, 2012 e 2015. Con Jorge Lorenzo Yamaha ottiene inoltre in occasione del Gran Premio motociclistico del Giappone 2013 il duecentesimo successo nella classe regina del motomondiale.[1]

Team ufficialeModifica

 
La livrea 2009 del team

È stato fondato nel 1999 a seguito del ritiro della struttura di Wayne Rainey che corse molti anni con un appoggio ufficiale. La sede della squadra era nei Paesi Bassi ma venne spostata in Italia nel 2002.

Max Biaggi e Carlos Checa corsero dal 1999 al 2002, portando con le loro prestazioni il titolo costruttori nel 2000.

Max Biaggi vinse 9 gare, sia con la Yamaha YZR500 sia con la Yamaha YZR-M1. Nel Motomondiale 2003 Checa fu spalleggiato da Marco Melandri e la stagione fu un fallimento. Nel Motomondiale 2004 Valentino Rossi fu compagno di Carlos Checa e Rossi vinse il campionato. Colin Edwards sostituì Checa nel 2005. Rossi vinse campionato e 11 gare. I piloti furono confermati per il 2006. Rossi finì secondo e vinse 5 gare. Dal 2007 prende la denominazione di Fiat Yamaha Team ed entrambi i piloti furono confermati sulla nuova Yamaha YZR-M1 800cc, Rossi vinse 4 gare e finì la stagione terzo.

 
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi a Laguna Seca nel 2010

L'anno successivo a Rossi venne affiancato Jorge Lorenzo, fresco vincitore di due titoli mondiali nella Classe 250, e si verificò il curioso caso di due box e due team di meccanici separati per i due piloti, causato dai due diversi accordi stipulati con due diversi fornitori di pneumatici, Bridgestone al primo anno con la Yamaha e Rossi, Michelin che equipaggiava invece la moto di Lorenzo. Al termine della stagione Rossi si aggiudica nuovamente il campionato mondiale.

Anche per il motomondiale 2009 i piloti sono restati quelli dell'anno precedente, entrambi gommati Bridgestone, e al termine della stagione il team si aggiudica il 38º titolo mondiale della sua storia con Rossi. La stessa coppia ha disputato la Stagione 2010, dove Lorenzo si è laureato campione del mondo, vincendo 9 gare e totalizzando 383 punti, mentre Rossi, che ha dovuto saltare 4 gran premi a causa di una caduta durante le prove del Gran Premio d'Italia (in una di queste occasioni fu sostituito dal collaudatore giapponese Wataru Yoshikawa), ha concluso la stagione al terzo posto.

Il 15 agosto 2010 al termine della gara sul Circuito di Brno in Repubblica Ceca, viene annunciato il passaggio di Valentino Rossi dalla Yamaha alla Ducati. Per la stagione 2011, al confermato Jorge Lorenzo viene affiancato lo statunitense Ben Spies, già campione del mondo SBK nel 2009 proprio con la Yamaha. La coppia di piloti viene confermata per il 2012.

Nel 2013 si è registrato il ritorno in squadra di Valentino Rossi che sostituisce Spies; la coppia Lorenzo-Rossi resta invariata anche per gli anni 2014, 2015 (anno in cui Lorenzo ottiene il titolo iridato, precedendo il compagno di squadra) e 2016.[2]

Pe la stagione 2017, a seguito del passaggio di Jorge Lorenzo alla Ducati, viene ingaggiato lo spagnolo Maverick Viñales a fianco del confermato Rossi.[3] La stagione si conclude con il secondo posto in classifica costruttori e in classifica squadre con quattro vittorieː tre ottenute da Viñales e una da Rossi. Nel 2018 viene confermata la stessa coppia di piloti della stagione precedente. A fine stagione Yamaha si piazza terza tra i costruttori ed il team ufficiale è terzo nella classifica a squadre. L'unico successo stagionale è ottenuto da Maverick Viñales in occasione del Gran Premio d'Australia.[4] Nel 2019 Yamaha ottiene due vittorie, in Olanda e Malesia, confermandosi al secondo posto tra i costruttori. Ottiene notevoli prestazioni anche il pilota privato Fabio Quartararo, in forza al team Petronas Yamaha SRT, capace di siglare sei pole position ed ottenere sette piazzamenti a podio vincendo il titolo di Rookie of the year.[5]

Risultati MotoGPModifica

I punti e il risultato finale sono la somma dei punti ottenuti da entrambi i piloti (diversamente dalla classifica costruttori) e il risultato finale si riferisce al team e non al costruttore.

Anno Moto Gomme Piloti                                 Punti Pos.
2002 Yamaha YZR-M1 M Max Biaggi Rit 9 SQ 3 2 4 4 2 2 1 6 2 Rit 1 6 3 356
Carlos Checa 3 5 Rit Rit 4 3 3 Rit 4 5 2 Rit 5 7 11 Rit
Anno Moto Gomme Piloti                                 Punti Pos.
2003 Yamaha YZR-M1 M Carlos Checa 10 9 Rit Rit 8 4 4 6 8 4 8 9 Rit 5 8 5 188
Marco Melandri NQ Inf 17 15 11 13 Rit Rit Rit 10 7 11 5 11 Rit Inf
Norifumi Abe 11 8 9
Anno Moto Gomme Piloti                                 Punti Pos.
2004 Yamaha YZR-M1 M Carlos Checa 10 6 2 Rit 4 9 10 Rit 6 6 5 7 Rit 9 10 14 421
Valentino Rossi 1 4 4 1 1 1 Rit 4 1 2 1 2 Rit 1 1 1
Anno Moto Gomme Piloti                                   Punti Pos.
2005 Yamaha YZR-M1 M Colin Edwards 9 6 8 3 9 7 3 2 4 8 7 6 10 4 6 7 8 546
Valentino Rossi 1 2 1 1 1 1 1 3 1 1 1 Rit 2 1 1 2 3
Anno Moto Gomme Piloti                                   Punti Pos.
2006 Yamaha YZR-M1 M Colin Edwards 11 9 9 3 6 12 5 13 6 12 9 10 10 Rit 8 4 9 371
Valentino Rossi 14 1 4 Rit Rit 1 1 8 2 1 Rit 2 1 3 2 2 13
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2007 Yamaha YZR-M1 M Colin Edwards 6 3 Rit 11 12 12 10 2 6 4 11 Rit 9 10 14 9 10 13 365
Valentino Rossi 2 1 10 2 6 1 2 4 1 Rit 4 7 Rit 1 13 3 5 Rit
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2008 Yamaha YZR-M1 B Valentino Rossi 5 2 3 1 1 1 2 2 11 2 1 1 1 1 1 2 1 3 622
Jorge Lorenzo 2 3 1 4 2 Rit Inf 6 6 Rit Rit 10 2 3 4 4 Rit 8
Anno Moto Gomme Piloti                                   Punti Pos.
2009 Yamaha YZR-M1 B Valentino Rossi 2 2 1 16 3 1 1 2 1 5 1 Rit 1 4 2 3 2 567
Jorge Lorenzo 3 1 Rit 1 2 2 2 3 2 Rit Rit 1 2 1 Rit 4 3
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2010 Yamaha YZR-M1 B Valentino Rossi 1 3 2 Inf Inf Inf Inf 4 3 5 4 3 6 3 1 3 2 3 617
Jorge Lorenzo 2 1 1 2 1 1 1 2 1 1 3 2 4 4 3 2 1 1
Wataru Yoshikawa 15
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2011 Yamaha YZR-M1 B Jorge Lorenzo 2 1 2 4 2 Rit 6 1 2 2 4 4 1 3 2 NP Inf Inf 446
Ben Spies 6 Rit Rit 6 3 Rit 1 4 5 4 5 3 6 5 6 NP AN 2
Katsuyuki Nakasuga AN 6
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2012 Yamaha YZR-M1 B Jorge Lorenzo 1 2 2 1 1 1 Rit 2 1 2 2 2 1 2 2 2 2 Rit 458
Ben Spies 11 11 8 16 10 5 4 4 11 Rit Rit Rit 5 5 Rit Rit Inf Inf
Katsuyuki Nakasuga 2
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2013 Yamaha YZR-M1 B Jorge Lorenzo 1 3 3 7 1 1 5 NP 6 3 3 1 1 2 3 1 1 1 567
Valentino Rossi 2 6 4 12 Rit 4 1 3 3 4 4 4 4 3 4 3 6 4
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2014 Yamaha YZR-M1 B Jorge Lorenzo Rit 10 3 4 6 2 4 13 3 2 2 2 2 1 1 2 3 Rit 558
Valentino Rossi 2 8 4 2 2 3 2 5 4 3 3 3 1 Rit 3 1 2 2
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2015 Yamaha YZR-M1 B Valentino Rossi 1 3 1 3 2 3 2 1 3 3 3 1 5 3 2 4 3 4 655
Jorge Lorenzo 4 4 5 1 1 1 1 3 4 2 1 4 Rit 1 3 2 2 1
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2016 Yamaha YZR-M1 M Jorge Lorenzo 1 Rit 2 2 1 1 Rit 10 15 3 17 8 3 2 Rit 6 3 1 482
Valentino Rossi 4 2 Rit 1 2 Rit 1 Rit 8 4 2 3 2 3 Rit 2 2 4
Anno Moto Gomme Piloti                                     Punti Pos.
2017 Yamaha YZR-M1 M Valentino Rossi 3 2 2 10 Rit 4 8 1 5 4 7 3 Inf 5 Rit 2 7 5 438
Maverick Viñales 1 1 Rit 6 1 2 10 Rit 4 3 6 2 4 4 9 3 9 12
Anno Moto Gomme Piloti                                       Punti Pos.
2018 Yamaha YZR-M1 M Maverick Viñales 6 5 2 7 7 8 6 3 3 Rit 12 AN 5 10 3 7 1 4 Rit 391
Valentino Rossi 3 19 4 4 3 3 3 5 2 4 6 AN 7 8 4 4 6 18 13
Anno Moto Gomme Piloti                                       Punti Pos.
2019 Yamaha YZR-M1 M Valentino Rossi 5 2 2 6 5 Rit Rit Rit 8 6 4 4 4 8 8 Rit 8 4 8 385
Maverick Viñales 7 Rit 11 3 Rit 6 Rit 1 2 10 5 3 3 4 3 4 Rit 1 6
Legenda Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti
Gara non valida Non qualificato/Non partito Squalificato Ritirato/Non class.

SuperbikeModifica

Yamaha Racing
Motociclismo  
CategorieSuperbike
Supersport
Supersport 300
Superstock 1000
Piloti nel 2019
Superbike22 -   Alex Lowes
60 -   Michael van der Mark
Moto nel 2019Yamaha YZF-R1 e Yamaha YZF-R6
Pneumatici nel 2019Pirelli
Campioni del Mondo
Superbike2009 -   Ben Spies
Supersport2000 -   Jörg Teuchert
2009 -   Cal Crutchlow
2011 -   Chaz Davies
2013 -   Sam Lowes
2017 -   Lucas Mahias
2018 -   Sandro Cortese
2019 -   Randy Krummenacher
Supersport 3002017 -   Marc García
Superstock 10002005 -   Didier Van Keymeulen

Mondiale SuperbikeModifica

Nel campionato mondiale Superbike ha partecipato con un team interno fino al 2000. Dal 2005 è tornata anche in questa categoria supportando ufficialmente il Team Yamaha Motor Italia, che ha ottenuto il secondo posto con Noriyuki Haga nel 2007. Sempre nel 2007, grazie soprattutto all'apporto dei due piloti del team Yamaha Motor Italia Noriyuki Haga (secondo nel mondiale piloti) e Troy Corser, ottiene il titolo costruttori nel Mondiale Superbike, annoverando nello stesso anno 4 pole position 6 vittorie e 24 podi tutti ottenuti dal duo Haga-Corser.[6]

Nel 2009 l'esordiente americano Ben Spies vinse il mondiale ottenendo il maggior numero di vittorie e superpole, sopravanzando all'ultima gara il giapponese Noriyuki Haga che era passato con il team Ducati ufficiale.[7] Nel 2011 schiera Marco Melandri e Eugene Laverty. Entrambi i piloti vincono delle gare, in particolare Melandri, all'esordo nella categoria, si laurea vicecampione mondiale dietro al ducatista Carlos Checa. Al termine della stagione Yamaha si ritira dalla categoria,[8] continuando però a gareggiare nella Supersport. Nel 2016 Yamaha torna nel mondiale Superbike supportando ufficialmente il team Crescent Racing che schiera la nuova YZF-R1 affidandola al francese Sylvain Guintoli e al britannico Alex Lowes, altre due moto, sono affidate al Team Tóth. In occasione della gara finale del mondiale Superbike, sul Circuito di Losail, con il terzo posto ottenuto in gara 1, Guintoli riporta la Yamaha sul podio di categoria dopo cinque anni. [9]

Nel 2017 Yamaha incrementa il suo impegno nelle corse di moto derivate di serie. Nel mondiale Superbike è confermata la collaborazione con Crescent Racing come team ufficiale. Al confermato Lowes viene affiancato l'olandese Michael van der Mark, proveniente dalla Honda.[10] Un'altra moto viene affidata al Team Guandalini. Nel 2018 vengono schierate nuovamente tre motociclette, gestite dagli stessi team della stagione precedente. In occasione del Gran Premio di Gran Bretagna a Donington, il pilota olandese Michael van der Mark riporta Yamaha sul gradino più alto del podio, dove mancava dalla stagione 2011.[11] la stagione si chiude al terzo posto in classifica costruttori con tre gare vinte. Nel 2019 oltre al team ufficiale, che schiera gli stessi piloti dell'anno precedente, esordisce in questa categoria la compagine italiana GRT.[12] A stagione in corso torna alle competizioni anche il team Ten Kate con il pilota Loris Baz.[13] Yamaha chiude al terzo posto tra i costruttori vincendo un Gran Premio a Jerez con Van Der Mark.

Mondiale SupersportModifica

Yamaha esordisce in questa categoria andando a vincere la prima gara della stagione 1997 con il pilota italiano Massimo Meregalli.[14] Il primo titolo di questa categoria è il titolo costruttori conquistato nella stagione 1999. Nel 2000 arriva il doppio titolo piloti-costruttori con il pilota tedesco Jörg Teuchert. Nel corso del decennio successivo la Honda CBR600RR è la moto da battere in questa categoria. A spezzare il dominio Honda è il britannico Cal Crutchlow che riporta il titolo piloti a Yamaha nella stagione 2009. Nel 2011 è Chaz Davies a ottenere il titolo di categoria, in questa stagione Yamaha vince anche il titolo costruttori. Nel 2013 ad aggiudicarsi il titolo di campione del mondo della Supersport in sella ad una Yamaha è Sam Lowes.

Nel 2017 viene schierata la nuova versione della Yamaha YZF-R6 affidandone la gestione al team GRT, con Federico Caricasulo e Lucas Mahias alla guida. Al termine di questa stagione Yamaha ottiene il doppio titolo piloti e costruttori nella classe Supersport con il pilota francese Lucas Mahias e piazzando una propria moto sul podio in ogni gara in calendario.[15] Nel 2018 la nuova R6 viene fornita a diversi team. A spuntarla è il tedesco Sandro Cortese che si aggiudica il titolo nella sua stagione d'esordio in questa categoria.[16] Al termine di questa stagione Yamaha domina anche la classifica costruttori andando ad ottenere la pole position e la vittoria in tutte le gare in calendario. Nel 2019 Yamaha ottiene entrambi i titoli mondiali per il terzo anno consecutivo, a spuntarla tra i piloti è lo svizzero Randy Krummenacher.[17]

Mondiale Supersport 300Modifica

Yamaha partecipa alla neonata categoria Supersport 300 a partire della stagione inauguraleː il 2017. Fornisce la propria YZF-R3 a innumerevoli Team. Dopo aver vinto quattro dei nove Gran Premi in calendario, Yamaha si agguidica il titolo costruttori ed il titolo piloti con lo spagnolo Marc García.[18] Nel 2018 Yamaha vince due Gran Premi in questa categoria e si piazza seconda in classifica costruttori. Nel 2019 Yamaha chiude seconda tra i costruttori ottenendo una vittoria nel Gran Premio di Gran Bretagna.[19]

Superstock 1000 FIM CupModifica

L'esordio di Yamaha in questo campionato risale alla stagione inaugurale nel 1999 nella quale il pilota italiano Dario Tosolini si piazza terzo in classifica piloti. L'impegno in questa categoria rimane pressoché costante negli anni fino alla stagione conclusiva: il 2018. Nel corso di questo ventennio Yamaha si aggiudica il titolo piloti nel biennio 2004/2005 con i piloti Lorenzo Alfonsi e Didier Van Keymeulen oltre ai titoli costruttori nelle stagioni 2005 e 2007. Al termine dell'ultima stagione Yamaha risulta essere la quarta casa costruttrice per numero di Gran Premi vinti in Superstock 1000 FIM Cup con 29 successi ottenuti.[20]

Europeo Superstock 600Modifica

Yamaha partecipa a tutte le edizioni del Campionato europeo Superstock 600 ottenendo il titolo in cinque delle undici edizioni disputateː Nel 2005 con Claudio Corti, nel 2007 con Maxime Berger, nel 2008 con Loris Baz, nel 2010 con Jérémy Guarnoni, e nel 2011 con Jed Metcher. Al termine di questo campionato nel 2015, Yamaha risulta essere di gran lunga la casa motociclista più vincente della categoria con ben 46 vittorie all'attivo.[21]

FuoristradaModifica

Nel 2005 la Yamaha si è aggiudicata il mondiale motocross, vincendo i campionati del mondo MX1 ed MX2 con i piloti Stefan Everts e Antonio Cairoli, mentre nel 2015 il rookie Romain Febvre si è aggiudicato il mondiale piloti MXGP in sella ad una YZ450F del team ufficiale Yamaha.

Anche nell'Enduro ha ottenuto risultati apprezzabili: ha vinto il campionato del mondo nella classe E1 col pilota australiano Stefan Merriman nel 2004 e sempre con lo stesso pilota ha ottenuto la seconda piazza l'anno successivo.

NoteModifica

  1. ^ Redazione MotoGP, Da Mortimer a Lorenzo: le 200 di Yamaha, su MotoGP.com, Dorna Sport S.L., 28 ottobre 2013.
  2. ^ Vittorio Bentivoglio, MotoGp Rossi: “Con Ducati ho fallito, complimenti a Stoner”, su formulapassion.it, 1it.it S.r.l. ePublisher, 5 novembre 2012.
  3. ^ Redazione la Repubblica, MotoGp: Viñales con Rossi alla Yamaha nel 2017, su repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 19 maggio 2016.
  4. ^ Massimo Calandri, MotoGp, in Australia vince Vinales. Iannone secondo, Dovizioso terzo, su repubblica.it, GEDI Gruppo Editoriale S.p.A., 28 ottobre 2018.
  5. ^ (EN) Redazione Motogp, MotoGP 2019 Japan - Rookie of the year Classification (PDF), su motogp.com, 20 ottobre 2019.
  6. ^ (EN) Redazione Worldsbk, Worldsbk Magny-Cours 2007 - Manufacturers Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 7 ottobre 2007.
  7. ^ Edoardo Licciardello, Ben Spies Campione del Mondo Superbike 2009, su omnimoto.it, Edimotive S.r.l., 26 ottobre 2009.
  8. ^ Carlo Valente, Superbikeː Yamaha si ritira a fine stagione 2011, su infomotori.com, Caval Service S.r.l., 2 agosto 2011.
  9. ^ (EN) Redazione Worldsbk, Worldsbk Losail 2016 - Results Race1 (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 30 ottobre 2016.
  10. ^ Michele Alitta, Superbike: Michael Van der Mark passa in Yamaha dal 2017, motograndprix.motorionline.com, 30 agosto 2016.
  11. ^ Redazione Insella, SBK 2018, la magia di Michael van der Mark a Donington Park, su insella.it, Unibeta S.r.l., 29 maggio 2018.
  12. ^ Matteo, Superbike 2019, presentato team GRT Yamaha, su tuttomotoriweb.com, WEB365 S.r.l., 19 gennaio 2019.
  13. ^ Mirko Colombi, SBKː Ten Kate sceglie Baz e Yamaha per il rientro alle competizioni, su gpone.com, Buffer Overflow S.r.l., 2 aprile 2019.
  14. ^ (FR) Vincent Glon, Supersport World Serie 1997, su racingmemo.free.fr, Racingmemo, 23 aprile 2011.
  15. ^ Carlo Baldi, Mahias campione del mondo Supersport 2017 e Sofluogu entra nella leggenda, su moto.it, CRM S.r.l., 5 novembre 2017.
  16. ^ (EN) Redazione Worldsbk, SSP 2018 - Championship Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 27 ottobre 2018.
  17. ^ (DE) Redaktion Züriost, Krummenacher ist weltmeister, su zueriost.ch, Zürcher Oberländer, 26 ottobre 2019.
  18. ^ Alessandro Palma, Supersport 300 Jerez, Gara: Marc García Campione del Mondo, su corsedimoto.com, CdM Editore, 22 ottobre 2017.
  19. ^ (EN) Redazione Worldsbk, SSP300 2019 - Manufacturers Standings (PDF), su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 26 ottobre 2019.
  20. ^ Redazione Motorsport, Ufficiale! La Superstock 1000 lascia il mondiale Superbike dal 2019, su motorsport.com, Motorsport Network, 27 settembre 2018.
  21. ^ (DE) Björn Reichert, SBK Superbike & Supersport Weltmeisterschafts Sieger, su autogrammkarten.de, Björn Reichert, 30 settembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica