Apri il menu principale

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Si trova nel quadrante nord della città, internamente al Grande Raccordo Anulare.

La zona urbanistica confina:

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Fidenae.

Fidene occupa il sito dell'antica città di Fidenae, nota per la fertilità del territorio, dovuta anche alla vicinanza con il Tevere. Per molto tempo fu il primo centro latino oltre il confine settentrionale del territorio romano e spesso fu sottoposta all'influenza dell'etrusca Veio. Probabilmente finì definitivamente nell'orbita romana con la caduta della città etrusca e alcuni autori antichi raccontano che a quei tempi era quasi del tutto deserta. Assunse poi, e conservò a lungo, la funzione di centro amministrativo del territorio, come Municipium romano.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Parrocchia eretta il 16 luglio 1958 con il decreto del cardinale vicario Clemente Micara "Sanctissimus dominus".

Siti archeologiciModifica

Trattasi della ricostruzione di una casa risalente al IX secolo a.C. rinvenuta nei pressi di un centro commerciale[3].

AltroModifica

Infrastrutture e trasportiModifica

 È raggiungibile dalla stazione di: Fidene.

NoteModifica

  1. ^ Delibera consiliare n. 2983 del 29-30 luglio 1977.
  2. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2015 per zone urbanistiche.
  3. ^ Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Casa protostorica di Fidene.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica