Apri il menu principale

Figgatta de Blanc

album di Elio e le Storie Tese
Figgatta de Blanc
ArtistaElio e le Storie Tese
Tipo albumStudio
Pubblicazione12 febbraio 2016
Durata67 min : 50 s
Dischi1
Tracce15
GenerePop rock
Rock progressivo
Jazz
Dance
Funk
Disco
Rock demenziale
EtichettaHukapan
ProduttoreElio e le Storie Tese
MC Costa
Otar Bolivecic
RegistrazioneOfficine Meccaniche, Sumotoy Studio e Panino Studio, Milano
Elio e le Storie Tese - cronologia
Album successivo
(2018)
Singoli
  1. Vincere l'odio
    Pubblicato: 10 febbraio 2016

Figgatta de Blanc è il decimo ed ultimo album discografico del gruppo musicale italiano Elio e le Storie Tese, pubblicato il 12 febbraio 2016.

Il titolo dell'opera fa riferimento a Reggatta de Blanc (1979), secondo album dei Police. La copertina, invece, è una parodia di quelle degli album 90125 degli Yes e Three of a Perfect Pair dei King Crimson.[senza fonte]

Il discoModifica

Figgatta de Blanc: intro del disco apparentemente senza senso. Si tratta di un'autocitazione dell'intro dell'album Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu Adolescenti a colloquio. Improvvisamente, Tremoto, ma qui riproposta con le sillabe tutte girate all'incontrario.

Vacanza alternativa: pezzo in stile funk sui fanghi termali e su cucinare il riso con i funghi. L'effetto comico deriva dall'uso della parola inglese "funky", nella sua pronuncia approssimativa invece di "fanghi" e della sua rappresentazione alfabetica, "funky" appunto, invece di "funghi". Viene citata la battuta presente in Italyan, Rum Casusu Cikti e Studentessi: «50 di bocca, 100 a scopare».

She Wants: pezzo in inglese cantato da Rocco Tanica e Paola Folli sui rapporti anali. Il testo, sebbene somigli molto all'inglese, presenta diverse approssimazioni, come "posterior" per indicare il fondoschiena.

Parla come mangi: brano sul proliferare di termini inglesi nel vocabolario colloquiale italiano. Al termine della canzone Mangoni elenca diversi vocabili inglesi come "all inclusive, sold out, selfie" concludendo, dopo dopo due improbabili "tuchscrin" e "techscrin" con un liberatorio "...evaaffanculovà!".

Il Mistero dei Bulli: brano sulla piaga del Bullismo e su come alcuni popoli antichi possano essere considerati gli antenati dei bulli moderni. Vengono citati i Fratelli Lumière, inventori del cinematografo, Attila, l'Uomo di Neanderthal e il film Bulli e pupe.

China Disco Bar: brano con ritmi orientali sui quartieri abitati dai cinesi emigrati in Italia (noti come Chinatown) e in particolare sulle discoteche che è possibile trovare in tali quartieri.

Il quinto ripensamento: introdotta da un lancio di un improbabile DJ di musica classica che si esprime in dialetto romanesco (tratto da Radio Coatta Classica, del programma radiofonico 610 di Lillo e Greg), è un rifacimento della Quinta di Ludwig van Beethoven, nella versione Dance proposta da Walter Murphy per il film La febbre del sabato sera con un testo originale in italiano. Questa versione è stata presentata durante la serata dedicata alle Cover del Festival di Sanremo 2016 con i membri del gruppo travestiti da musicisti anni '70.

Bomba intelligente: cover di un brano scritto da Paolo Sentinelli e Francesco Di Giacomo, con la voce dello stesso Di Giacomo scomparso nel 2014. Il testo parla dell'ordigno noto come Bomba intelligente e venne scritto nel 2005 in seguito alla Seconda guerra del golfo. Il brano ha ricevuto la Targa Tenco come miglior canzone al Premio Tenco 2016.[1]

Inquisizione: vengono citate le vittime della Santa Inquisizione Galileo Galilei e Giordano Bruno.

Ritmo sbilenco: brano con un'introduzione in stile Jethro Tull, difende il diritto del Rock progressivo (definito come "musica difficile" a causa dei ritmi irregolari) a scalare le classifiche a discapito dei regolari brani in 4 quarti. Viene citato il celebre ciao sono io del brano Buonasera dottore.

Il rock della Tangenziale: rifacimento del duetto tra Elio e J-Ax pubblicato nel 2015 con il titolo La tangenziale.

Cameroon: vengono citati i primi due versi del brano Il pescatore di Fabrizio De André.

I Delfini nuotano: ballata sui delfini. Ha la singolare caratteristica di avere le strofe quasi tutte frammentate.

Il primo giorno di scuola: pezzo hard rock rilasciato nel Settembre 2015. Il video, com'è accaduto per il precedente Luigi il pugilista, è stato realizzato dallo youtuber "Sio" Scottecs.

Vincere l'odio: brano presentato in gara al Festival di Sanremo 2016, dove si è classificato al 12º posto. Il brano è composto esclusivamente da 7 ritornelli con cambi di tempo, tonalità e tematica del testo. La prima strofa è una sorta di dichiarazione d'amore, la seconda parla di un omosessuale che vive a Napoli (definito nel dialetto locale femminiello), la terza di San Paolo (definito ebreo ellenizzato di Tarso), la quarta di una televisione che trasmette in Nepal televendite di vini calabresi che in realtà sono prodotti a Katmandu, la quinta della raccolta delle patate, la sesta di una donna apparentemente burbera che in realtà ha un cuore d'oro e l'ultima delle canzoni brutte che sono comunque apprezzate, e la canzone si conclude dichiarando che lo scopo di tutti questi ritornelli è, appunto, vincere l'odio[2]. Il brano è stato eseguito 3 volte a Sanremo, con travestimenti differenti per ciascuna serata: la prima esecuzione (durante la seconda serata) ha visto i membri del gruppo vestiti interamente di rosa, la seconda (durante la quarta serata) è stata eseguita dal gruppo con protesi facciali per sembrare più giovani (all'inizio del pezzo era presente un sosia di Elio) mentre nella serata finale il gruppo si è vestito e truccato come la rockband dei Kiss.

TracceModifica

  1. Figgatta de Blanc – 0:49 – [Introduzione]
  2. Vacanza alternativa – 4:44 (S. Belisari, D. Civaschi, N. Fasani)
  3. She Wants – 4:48 (S. Conforti, N. Fasani)
  4. Parla come mangi – 5:49 (S. Belisari, S. Conforti, D. Civaschi, N. Fasani)
  5. Il mistero dei bulli – 5:17 (S. Belisari, S. Conforti, D. Civaschi, N. Fasani)
  6. China disco bar – 5:06 (testo: S. Belisari, N. Fasani – musica: N. Fasani)
  7. Il quinto ripensamento – 3:08
  8. Bomba intelligente (feat. Francesco Di Giacomo) – 4:59 (testo: F. Di Giacomo – musica: P. Sentinelli)
  9. Inquisizione – 5:53 (testo: S. Belisari, S. Conforti, D. Civaschi, N. Fasani – musica: N. Fasani)
  10. Ritmo sbilenco – 6:05 (testo: S. Belisari, D. Civaschi, N. Fasani – musica: D. Civaschi, N. Fasani)
  11. Il rock della tangenziale (feat. J-Ax) – 2:56
  12. Cameroon – 4:10 (testo: S. Belisari, N. Fasani – musica: D. Civaschi, N. Fasani, C. Meyer, V. Cosma)
  13. I delfini nuotano – 5:38 (testo: S. Belisari, S. Conforti, D. Civaschi, N. Fasani, C. Meyer – musica: S. Conforti)
  14. Il primo giorno di scuola – 4:36 (S. Belisari, N. Fasani, D. Civaschi)
  15. Vincere l'odio (+ ghost track) – 9:20 (testo: S. Conforti, S. Belisari – musica: S. Conforti, S. Belisari, N. Fasani, D. Civaschi)

Al termine di Vincere l'odio è presente una traccia fantasma che include le prove della quarta strofa di quest'ultima, una versione di Il quinto ripensamento mixata con Vincere l'odio e una breve canzone in cui il gruppo canta il titolo dell'album ripetutamente.

OdorosiModifica

L'album è incluso nella confezione Odorosi, insieme al CD Tutte le belle canzoni di Natale, una raccolta di canzoni natalizie reinterpretate dal gruppo. La trackilist del secondo disco è la seguente[3]:

  1. Natalino Pacchetti
  2. Christmas With The Yours (feat. Graziano Romani)
  3. Babbo Natale 2000
  4. All I Want For Christmas Is You (Mariah Carey cover) (feat. Mangoni)
  5. Oh Happy Day (feat. Linus)
  6. Fossi Christmas (feat. I Deejay Cantori)
  7. Natale allo Zenzero
  8. I’ll Be Home for Christmas (Bing Crosby cover) (feat. Mangoni)
  9. Baffo Natale (feat. Jovanotti)
  10. Happy Xmas (War Is Over) (John Lennon & Yoko Ono cover) (feat. Mangoni)
  11. Presepio Imminente
  12. Christmas with the yours (feat. Luca Mangoni)[4]

FormazioneModifica

Altri musicisti

NoteModifica

  1. ^ Bomba intelligente vince la Targa Tenco! | Elio e le Storie Tese, su elioelestorietese.it. URL consultato il 27 settembre 2016.
  2. ^ Il titolo è semanticamente simmetrico a quello della canzone Perdere l'amore, vincitrice dell'edizione dell'edizione 1988.
  3. ^ Elio e le Storie Tese - Tutte le Belle Canzoni di Natale (2016 - CD) | Orrore a 33 Giri, su www.orrorea33giri.com. URL consultato il 6 dicembre 2016.
  4. ^ Tutte le belle canzoni di Natale di Elio e le Storie Tese su Apple Music, 18 novembre 2016. URL consultato il 18 dicembre 2017.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock