Apri il menu principale

Le Figlie del Divin Salvatore (in spagnolo Hijas del Divino Salvador) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla H.D.S.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

Le origini della congregazione risalgono al 1795, quando María Antonia de Paz y Figueroa fondò a Buenos Aires un beaterio per promuovere gli esercizi spirituali secondo il metodo di sant'Ignazio di Loyola.[2]

Nel 1860 l'arcivescovo di Buenos Aires, Mariano José de Escalada, diede alla comunità un primo regolamento e nel 1878 il suo successore, Federico León Aneiros, introdusse tra le beate della casa di esercizi la vita comune e l'osservanza dei tre voti di religione; le suore nel 1895 si dotarono di nuovi statuti e adottarono il nome di Figlie del Divin Salvatore.[2]

L'istituto ricevette il pontificio decreto di lode il 19 maggio 1933 e le sue costituzioni furono approvate definitivamente dalla Santa Sede il 26 gennaio 1942.[2]

La beatificazione della fondatrice, in religione madre Maria Antonia di San Giuseppe, fu approvata da papa Francesco nel 2016.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le religiose si dedicano all'opera degli esercizi spirituali, all'educazione della gioventù e alla preservazione delle pericolanti.[2]

La sede generalizia è a Buenos Aires.[1]

Nel 2003 la congregazione contava 27 religiose in 8 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2013, p. 1520.
  2. ^ a b c d Giancarlo Rocca, DIP, vol. III (1976), col. 1581.
  3. ^ Promulgazione di decreti della CCS, su press.vatican.va. URL consultato il 29 maggio 2016.

BibliografiaModifica

  • Annuario pontificio per l'anno 2013, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2013. ISBN 978-88-209-9070-1.
  • Guerrino Pelliccia e Giancarlo Rocca (curr.), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo