Apri il menu principale

Le figlie della Beata Vergine Maria Addolorata (in latino Congregatio Sororum Beatissimae Mariae Virginis Addoloratae, in polacco Córki Najświętszej Maryi Panny od Siedmiu Boleści, o semplicemente Siostry Serafitki) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione, dette serafiche, pospongono al loro nome la sigla C.M.B.B.[1]

Cenni storiciModifica

La congregazione venne fondata nel 1881 a Zakroczym, in Polonia, dal frate cappuccino Onorato da Biała (1829-1916) con l'aiuto di Łucja Szewczyk (1828-1905):[2] la Szewczyk (in religione suor Maria Margherita, prima superiora della comunità) era una terziaria francescana e già nel 1879 aveva iniziato ad accogliere presso la propria abitazione delle anziane povere e sole e ad accudirle.[2]

L'istituto, aggregato all'Ordine dei frati minori cappuccini, ricevette il pontificio decreto di lode il 12 febbraio 1909 e venne approvato definitivamente dalla Santa Sede il 3 marzo 1953.[2]

Il fondatore è stato beatificato da papa Giovanni Paolo II nel 1988.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le suore serafiche si dedicano a varie opere di assistenza agli anziani, agli invalidi e agli infermi e all'istruzione della gioventù.[2]

Oltre che in Polonia, sono presenti in Bielorussia, Francia, Italia, Stati Uniti d'America, Svezia, Ucraina:[4] la sede generalizia è a Cracovia.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 679 religiose in 76 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1724.
  2. ^ a b c d DIP, vol. III (1976), coll. 1524-1525, voce a cura di Mariano d'Alatri.
  3. ^ Riti di Beatificazione approvati dal Santo Padre, su vatican.va. URL consultato il 13-6-2009.
  4. ^ Siostry Serafitki, su kapucyni.ofm.pl. URL consultato il 13-6-2009 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2009).

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo