Apri il menu principale

Le Figlie di Maria Madre della Chiesa (in spagnolo Hijas de María Madre de la Iglesia) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla F.M.M.E.[1]

Indice

Cenni storiciModifica

La congregazione (detta in origine delle "Amanti di Gesù, figlie di Maria Immacolata") venne fondata a Béjar, in diocesi di Plasencia, il 19 marzo 1875 da Matilde Téllez Robles (1841-1902).[2]

L'istituto ricevette il pontificio decreto di lode il 12 maggio 1930 e le sue costituzioni vennero approvate definitivamente dalla Santa Sede il 6 maggio 1941.[2]

La fondatrice (in religione madre Matilde del Sacro Cuore) è stata beatificata da papa Giovanni Paolo II nel 2004.[3]

Attività e diffusioneModifica

Le Figlie di Maria Madre della Chiesa si dedicano principalmente all'istruzione e all'educazione cristiana della gioventù e all'assistenza domiciliare agli ammalati: la loro spiritualità è incentrata sul culto del Sacro Cuore di Gesù e di Maria Immacolata.[2]

Sono presenti in Europa (Italia, Portogallo, Spagna) e America (Colombia, Messico, Perù, Venezuela):[4] la sede generalizia è a Madrid.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 261 religiose in 41 case.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Ann. Pont. 2007, p. 1626.
  2. ^ a b c DIP, vol. III (1976), coll. 1626-1627, voce a cura di G. Rocca.
  3. ^ Riti di Beatificazione approvati dal Santo Padre, su vatican.va. URL consultato il 15-6-2009.
  4. ^ La presenza dell'istituto nel mondo, su www3.planalfa.es. URL consultato il 15-6-2009 (archiviato dall'url originale il 9 dicembre 2008).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 9584 4978
  Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cattolicesimo