Filippo Barigioni

architetto italiano

Filippo Barigioni (Roma, 1672Roma, 23 dicembre 1753) è stato un architetto italiano.

Allievo di Carlo Fontana, Barigioni lavorò insieme al maestro e ad Alessandro Specchi alla cappella Albani a San Sebastiano fuori le Mura. Nel 1711 restaurò una fontana di Giacomo della Porta per collocarvi l'obelisco oggi nei pressi del Pantheon.

Nel 1734 curò l'allestimento della statua di Marforio a Palazzo Nuovo, in Piazza del Campidoglio. Nel 1740 Barigioni eseguì il riallestimento barocco della Chiesa di San Marco, considerato da Paolo Portoghesi "tra i più felici restauri basilicali" della Roma del XVIII secolo, rinforzando i sostegni dell'antica navata con pilastri che non inglobavano le antiche, preziose colonne, ma che si accostavano ad esse, dando l'impressione di essere quasi appoggiati. Molto bella è anche la decorazione in stucco che incornicia gli affreschi della scuola di Pietro da Cortona. Sempre nel 1740 ricostruì la chiesa di San Francesco a Urbino, dopo che, alcuni anni prima, aveva restaurato San Domenico.

Unanimemente apprezzata è anche un'altra sua opera minore, la facciatina della chiesa di San Gregorio della Divina Pietà al Ponte Quattro Capi (1729), mentre decisamente più solenne è il progetto per il monumento a Maria Clementina Sobieski nella Basilica di San Pietro in Vaticano, eseguito in collaborazione con Pietro Bracci (1739-1742) e caratterizzato da un elegante drappo in diaspro.

Fuori Roma Filippo Barigioni costruì le cattedrali di Jesi e Ronciglione,la cappella di San Bernardino nella basilica omonima a L'Aquila, il palazzo comunale di Vetralla, l'acquedotto di Nepi e la fontana del Palazzo comunale (Nepi) a Nepi, il monumento Caracciolo nella cattedrale di San Paolo (Aversa) (con Paolo Posi), l'altare della Beata Michelina in S. Francesco a Pesaro e la fontana antistante il palazzo comunale di Tarquinia.

Galleria d'immaginiModifica

BibliografiaModifica

P. Portoghesi, Roma barocca, Bari 1998, pp. 438 e 556-557

B. M. Santese, Palazzo Testa Piccolomini ala Dataria: Filippo Barigioni architetto romano, Roma 1983

Filippo Barigioni, in In Urbe architectus, a cura di B. Contardi, G. Curcio, Roma 1991, ad indicem

F. Mariano, Jesi Città e architettura. Forme e tipologie dalle origini all'Ottocento, Milano 1993, pp. 138–139.

F. Mariano, Architettura nelle Marche. Dall'Età classica al Liberty, Fiesole (FI) 1995, p. 394.

Renata Battaglini Di Stasio, Filippo Barigioni, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 6, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1964.

Controllo di autorità VIAF: (EN53219552 · LCCN: (ENn87899146 · ISNI: (EN0000 0000 6631 3932 · ULAN: (EN500033956
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie