Apri il menu principale
Princely Hat.svg
Filippo Hercolani, IV principe Hercolani
Principe Hercolani
Stemma
In carica 1772 –
1810
Predecessore Marcantonio Hercolani, III principe Hercolani
Successore Astorre Hercolani, V principe Hercolani
Trattamento Don
Nascita Bologna, 11 agosto 1736
Morte Bologna, 5 novembre 1810
Luogo di sepoltura Bologna
Dinastia Hercolani
Padre Marcantonio Hercolani, III principe Hercolani
Madre Silvia Barbazza
Consorte Corona Cavriani
Religione Cattolicesimo

Filippo Hercolani, IV principe Hercolani (Bologna, 11 agosto 1736Bologna, 5 novembre 1810), è stato un mecenate e scrittore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Filippo nacque a Bologna l'11 agosto 1736, figlio dell'allora marchese Marcantonio (dal 1761 principe Hercolani) e di sua moglie, la nobildonna bolognese Silvia Barbazza.

Compì i propri studi al collegio dei nobili di Modena e poi li proseguì con un Grand Tour che influenzò particolarmente la sua vita futura, spingendolo al suo ritorno a Bologna ad iniziare una serie di attività di promozione culturale, in particolare artistica e scientifica.[1]

 
Statue mitologiche realizzate da Giacomo De Maria a Palazzo Hercolani su commissione del principe Filippo

Alla morte del padre nel 1772, gli succedette come principe Hercolani, ma ereditò anche un patrimonio finanziario pesantemente dilapidato che egli seppe, nel giro di pochi anni, non solo rendere solido ma anche arricchire di numerose opere con il restauro dei palazzi di famiglia e la loro decorazione ad opera dei pittori della Bologna del tempo. Fu lui infine a ordinare la costruzione di Palazzo Hercolani che ancora oggi si trova a Bologna, contattando personalmente l'architetto Angelo Venturoli il quale gli propose la collaborazione dello scultore Giacomo De Maria per la realizzazione del grandioso scalone d'onore del progetto, ornato di statue mitologiche, oltre a pitture di Filippo Pedrini, Flaminio Minozzi, Giovanni Battista Frulli, Antonio Basoli, Gaetano Caponeri ed altri. La sua grande passione per l'arte lo spinse anche a distinguersi come autore in questo campo pubblicando ad esempio una Storia pittorica d'Italia in collaborazione con Luigi Landi, pur non disdegnando comunque l'arte della poesia che coltivò personalmente grazie anche all'amicizia con personaggi di spicco del panorama culturale bolognese dell'epoca come Carlo Innocenzo Frugoni e Giampietro Zanotti.

Nel 1775 venne confermato al seggio ereditario di senatore di Bologna e dall'anno 1777 al 1796 fu gonfaloniere della città per ben quattro volte. Con la calata dei francesi napoleonici in Italia ed il loro arrivo a Bologna proprio nel 1796, Filippo si dimostrò favorevole alle idee rivoluzionarie d'oltralpe dalle quali probabilmente si aspettava un nuovo impulso culturale ed economico per l'Italia, accogliendo in città il generale Napoleone Bonaparte al quale consegnò simbolicamente le chiavi della città e che poi ospitò nel palazzo senatoriale.

Nel 1809 Napoleone, ormai divenuto imperatore, lo nominò senatore del Regno napoleonico d'Italia.

Fu membro del'Accademia dell'Arcadia col nome di Dorico Dioneo.

Morì a Bologna il 5 novembre 1810.

Matrimoni e figliModifica

Filippo si sposò a Bologna il 4 aprile 1774 con la marchesa Corona Maria Anna Cavriani (1751-1830), figlia del marchese Ferdinando e di sua moglie, Maria Rosa Bentivoglio. Da questo matrimonio nacquero i seguenti eredi:

  • Astorre (1779-1829), V principe Hercolani, sposò la marchesa Maria Malvezzi
  • Maria Lucrezia (1781-1870), sposò il marchese Antaldo Antaldi
  • Isotta Agnese (1785-1823), sposò Ranieri Simonetti, II principe di Musone

AscendenzaModifica

Filippo Hercolani, IV principe Hercolani Padre:
Marcantonio Hercolani, III principe Hercolani
Nonno paterno:
Alfonso Hercolani
Bisnonno paterno:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Nonna paterna:
?
Bisnonno paterno:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Madre:
Silvia Barbazza
Nonno materno:
Giovanni Antonio Barbazza, marchese Barbazza
Bisnonno materno:
Guido Antonio Barbazza, marchese Barbazza
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Nonna materna:
?
Bisnonno materno:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?
Bisnonna materna:
?
Trisnonno materno:
?
Trisnonna materna:
?

NoteModifica

  1. ^ Molte notizie sulla giovinezza di Filippo Hercolani, e sulle politiche matrimoniali di Casa Hercolani sono riportate nelle lettere della zia di Filippo, Marianna Hercolani di Marsciano, al fratello Marcantonio. Cfr. Uberto Rossi di Marsciano (a cura di), Epistolario di Marianna Hercolani di Marsciano (1739-1787), Amazon Distribution, 2018, ISBN 9781973543176

BibliografiaModifica

  • F. Cavriani, Elogio del senatore Filippo Hercolani, Milano 1811
  • V.A. Montanari, La nobilissima famiglia dei principi Hercolani di Bologna, Faenza 1883
  • G. Ungarelli, Il generale Bonaparte in Bologna, Bologna 1911
  • Uberto Rossi di Marsciano (a cura di), Epistolario di Marianna Hercolani di Marsciano (1739-1787), Amazon Distribution, 2018, ISBN 9781973543176.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie