First Division 1960-1961

edizione del torneo calcistico
First Division 1960-1961
Competizione First Division
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 62ª
Organizzatore Federazione calcistica dell'Inghilterra
Date dal 20 agosto 1960
al 29 aprile 1961
Luogo Inghilterra Inghilterra
Partecipanti 22
Formula Girone all'italiana
Risultati
Vincitore Tottenham
(2º titolo)
Retrocessioni Newcastle Utd
Preston N.E.
Statistiche
Miglior marcatore Inghilterra Jimmy Greaves (41)
Incontri disputati 462
Gol segnati 1 724 (3,73 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1959-60 1961-62 Right arrow.svg

La First Division 1960-1961 è stata la 62ª edizione della massima serie del campionato inglese di calcio, disputato tra il 20 agosto 1960 e il 9 aprile 1961 e concluso con la vittoria del Tottenham, al suo secondo titolo.

Capocannoniere del torneo è stato Jimmy Greaves (Chelsea) con 41 reti[1].

StagioneModifica

NovitàModifica

Al posto delle retrocesse Leeds Utd e Luton Town sono saliti dalla Second Division l'Aston Villa e il Cardiff City.

AvvenimentiModifica

La partenza fu del Tottenham, che vinse le prime undici gare[2]: inseguiti dallo Sheffield Wednesday, gli Spurs totalizzarono una striscia positiva di sedici gare che resero la loro prima sconfitta stagionale (maturata in occasione dello scontro diretto a Hillsborough Park del 12 ottobre[3]) ininfluente ai fini della classifica. Mantenendo l'andatura, gli Spurs conclusero l'anno con dieci punti sul Wolverhampton e undici sui campioni in carica del Burnley e sullo Sheffield Wednesday.[4]

Nelle giornate successivi gli Spurs rimasero saldamente in vetta alla classifica mantenendo notevoli distacchi nei confronti delle inseguitrici: a partire dalla trentesima giornata[5] riemerse lo Sheffield Wednesday che ridusse progressivamente il distacco sino ad arrivare a -4 dopo quattro gare[6]. Il Tottenham riprese la propria marcia presentandosi, alla vigilia dello scontro diretto in programma il 17 aprile al White Hart Lane, a +6 dai Weds: vincendo, ottenne un vantaggio tale da assicurarsi il secondo titolo con tre gare di anticipo[7]. Le partite restanti furono utili per decretare i verdetti in chiave retrocessione: pur vincendo le ultime due gare, il Newcastle Utd non riuscì ad evitare il declassamento, accompagnando in Second Division il Preston N.E., arresosi con un turno di anticipo[8].

Squadre partecipantiModifica

Club Stagione Città Stadio Stagione precedente
Arsenal dettagli Londra Highbury 13º posto in First Division
Aston Villa dettagli Birmingham Villa Park 1º posto in Second Division, promosso
Birmingham City dettagli Birmingham St Andrew's 19º posto in First Division
Blackburn dettagli Blackburn Ewood Park 17º posto in First Division
Blackpool dettagli Blackpool Bloomfield Road 11º posto in First Division
Bolton dettagli Bolton Burnden Park 6º posto in First Division
Burnley dettagli Burnley Turf Moor 1º posto in First Division
Cardiff City dettagli Cardiff Ninian Park 2º posto in Second Division, promosso
Chelsea dettagli Londra Stamford Bridge 18º posto in First Division
Everton dettagli Liverpool Goodison Park 15º posto in First Division
Fulham dettagli Londra Craven Cottage 10º posto in First Division
Leicester City dettagli Leicester Filbert Street 12º posto in First Division
Manchester City dettagli Manchester Maine Road 16º posto in First Division
Manchester Utd dettagli Manchester Old Trafford 7º posto in First Division
Newcastle Utd dettagli Newcastle upon Tyne St James' Park 8º posto in First Division
Nottingham Forest dettagli Nottingham City Ground 20º posto in First Division
Preston N.E. dettagli Preston Deepdale 9º posto in First Division
Sheffield Wednesday dettagli Sheffield Hillsborough Stadium 5º posto in First Division
Tottenham dettagli Londra White Hart Lane 3º posto in First Division
West Bromwich dettagli West Bromwich The Hawthorns 4º posto in First Division
West Ham Utd dettagli Londra Boleyn Ground 14º posto in First Division
Wolverhampton dettagli Wolverhampton Molineux Stadium 2º posto in First Division

AllenatoriModifica

Allenatori e primatistiModifica

Squadra Allenatore Calciatore più presente Cannoniere[9]
Arsenal   George Swindin   David Herd (29)
Aston Villa   Joe Mercer   Gerry Hitchens (29)
Birmingham City   Gil Merrick   Jimmy Harris,
  Mike Hellawell (10)
Blackburn   Jack Marshall   Peter Dobing (18)
Blackpool   Ron Suart   Ray Charnley (27)
Bolton   Bill Ridding   Billy McAdams (18)
Burnley   Harry Potts   Jimmy Robson (25)
Cardiff City   Bill Jones   Derek Tapscott (21)
Chelsea   Ted Drake   Ron Tindall (16)
Everton   Johnny Carey (1ª-41ª)
  Harry Catterick (42ª)
  Roy Vernon (21)
Fulham   Bedford Jezzard   Graham Leggat (24)
Leicester City   Matt Gillies   Jimmy Walsh (22)
Manchester City   Les McDowall   Denis Law (19)
Manchester Utd   Matt Busby   Bobby Charlton (21)
Newcastle Utd   Charlie Mitten   Len White (28)
Nottingham Forest   Andy Beattie   Colin Booth (19)
Preston N.E.   Cliff Britton   Alex Alston (9)
Sheffield Weds   Harry Catterick (1ª-41ª)
  Vic Buckingham (42ª)
  Johnny Fantham (20)
Tottenham   Bill Nicholson   Bobby Smith (28)
West Bromwich   Gordon Clark   Derek Kevan (18)
West Ham Utd   Ted Fenton   Dave Dunmore (14)
Wolverhampton   Stan Cullis   Ted Farmer (28)

Classifica finaleModifica

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS QR
  1. Tottenham 66 42 31 4 7 115 55 2.091
2. Sheffield Wednesday 58 42 23 12 7 78 47 1.660
3. Wolverhampton 57 42 25 7 10 103 75 1.373
4. Burnley 51 42 22 7 13 102 77 1.325
5. Everton 50 42 22 6 14 87 69 1.261
[10] 6. Leicester City 45 42 18 9 15 87 70 1.243
7. Manchester Utd 45 42 18 9 15 88 76 1.158
8. Blackburn 43 42 15 13 14 77 76 1.013
9. Aston Villa 43 42 17 9 16 78 77 1.013
10. West Bromwich 41 42 18 5 19 67 71 0.944
11. Arsenal 41 42 15 11 16 77 85 0.906
12. Chelsea 37 42 15 7 20 98 100 0.980
13. Manchester City 37 42 13 11 18 79 90 0.878
14. Nottingham Forest 37 42 14 9 19 62 78 0.795
15. Cardiff City 37 42 13 11 18 60 85 0.706
16. West Ham Utd 36 42 13 10 19 77 88 0.875
17. Fulham 36 42 14 8 20 72 95 0.758
18. Bolton 35 42 12 11 19 58 73 0.795
19. Birmingham City 34 42 14 6 22 62 84 0.738
20. Blackpool 33 42 12 9 21 68 73 0.932
  21. Newcastle Utd 32 42 11 10 21 86 109 0.789
  22. Preston N.E. 30 42 10 10 22 43 71 0.606

Legenda:

      Campione d'Inghilterra e ammessa in Coppa dei Campioni 1961-1962.
      Ammessa alla Coppa delle Coppe 1961-1962.
      Retrocessa in Second Division 1961-1962.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
A parità di punti le squadre venivano classificate secondo il quoziente reti.

Squadra campioneModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Tottenham Hotspur Football Club 1960-1961.

StatisticheModifica

SquadreModifica

Capoliste solitarieModifica

————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————————
Tottenham
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª19ª20ª21ª22ª23ª24ª25ª26ª27ª28ª29ª30ª31ª32ª33ª34ª35ª36ª37ª38ª39ª40ª41ª42ª

Primati stagionaliModifica

  • Maggior numero di vittorie: Tottenham (31)
  • Minor numero di sconfitte: Tottenham, Sheffield Weds (7)
  • Miglior attacco: Tottenham (115)
  • Miglior difesa: Sheffield Weds (47)
  • Miglior media gol: Tottenham (2.091)
  • Maggior numero di pareggi: Blackburn (13)
  • Minor numero di vittorie: Preston N.E. (10)
  • Maggior numero di sconfitte: Preston N.E., Birmingham City (22)
  • Peggiore attacco: Preston N.E. (43)
  • Peggior difesa: Newcastle (109)

IndividualiModifica

Classifica marcatoriModifica

Fonte:[9]

Gol Rigori Giocatore Squadra
41 1   Jimmy Greaves Chelsea
29   David Herd Arsenal
29 1   Gerry Hitchens Aston Villa
28 1   Bobby Smith Tottenham
28   Len White Newcastle
28   Ted Farmer Wolverhampton
27 2   Ray Charnley Blackpool
25   Jimmy Robson Burnley
24 1   Graham Leggat Fulham
23   Les Allen Tottenham
23 4   Jimmy Murray Wolverhampton
22   Ray Pointer Burnley
22   Jimmy Walsh Leicester City
21   Bobby Charlton Manchester Utd
21   Derek Tapscott Cardiff City

NoteModifica

Voci correlateModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio