Apri il menu principale

Flammulina velutipes

specie di fungo
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Flammulina velutipes
Flammulina velutipes.JPG
Flammulina velutipes
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Phylum Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Marasmiaceae
Genere Flammulina
Specie F. velutipes
Nomenclatura binomiale
Flammulina velutipes
(Curtis) Singer, 1951
Sinonimi
  • vedi testo
Caratteristiche morfologiche
Flammulina velutipes
Cappello semisferico disegno.png
Cappello semisferico
Gills icon.png
Imenio lamelle
Adnate gills icon2.svg
Lamelle adnate
White spore print icon.png
Sporata bianca
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Parasitic ecology icon.png
Parassita
Cookedonly.svg
Commestibile dopo cottura

Flammulina velutipes (Curtis) Singer, Lilloa 22: 307 (1951) [1949].

Flammulina velutipes

La Flammulina velutipes (o Collybia velutipes) è un fungo invernale che si sviluppa a gruppi cespitosi, saprofita ma anche parassita di latifoglie o più raramente di conifere[1].

Descrizione della specie[2]Modifica

CappelloModifica

3–6 cm di diametro, da emisferico a convesso e alla fine pianeggiante o depresso, è poco consistente e fortemente elastico, quasi gommoso, di un bel colore giallo-arancio più scuro al centro e sfumato al margine, che si presenta dapprincipio involuto e poi disteso, ondulato ed irregolare, visibilmente striato. Brillante e quasi vischioso a tempo umido.

LamelleModifica

Adnato-smarginate, quasi libere al gambo, ventricose, bianco crema-paglierino, intervallate da lamellule, si macchiano di bruno-ruggine nel fungo adulto.

GamboModifica

Lungo 5–9 cm, sottile e cilindrico, flessuoso ed irregolare concolore al cappello nella parte superiore ed ornato da velluto più scuro verso il piede (da cui il nome), duro, cartilagineo, talvolta eccentrico, radicato.

CarneModifica

Giallina, sottile ed elastica nel cappello, fibrosa e tendente al bruno nel gambo.

MicroscopiaModifica

Spore
7,5-10 x 3,5-4,5 µm, ellissoidi subcilindriche, lisce, ialine, non amiloidi, acianofile, bianche in massa.
Basidi
35-40 x 4-5 µm, tetrasporici, clavati;
Cheilocistidi
45-65 x 10-15 µm, sparsi, fusiformi o clavati, con l'estremo arrotondato, lungo peduncolo basale;
Dermatocistidi
50-120 x 6-10 µm, subcilindrici, con parete spessa 0,5 µm.

HabitatModifica

Vive cespitoso anche in grandi colonie saprofita o a spese di fusti vivi di latifoglie quali olmo, pioppo o frassino, salice, raramente su conifere dall'autunno avanzato all'inizio della primavera.

CommestibilitàModifica

Commestibile discreto, ma apprezzato per il periodo di crescita e per la diffusa possibilità di incontro.

EtimologiaModifica

Dal latino villutus = villoso e pes = piede, cioè gambo vellutato, per l'aspetto vellutato del suo gambo.

Sinonimi e binomi obsoletiModifica

  • Agaricus velutipes Curtis, Fl. Londin. 2: tab. 213 (1782)
  • Collybia eriocephala Rea, in Smith & Rea, Trans. Br. mycol. Soc. 3: 46 (1902)
  • Collybia veluticeps Rea, Trans. Br. mycol. Soc. 1(4): 157 (1900)
  • Collybia velutipes (Curtis) P. Kumm., Führer Pilzk.: 116 (1871)
  • Collybidium velutipes (Curtis) Earle, Bulletin of the New York Botanical Garden 5: 428 (1909) [1906]
  • Gymnopus velutipes (Curtis) Gray, A Natural Arrangement of British Plants (London) 1: 605 (1821)
  • Myxocollybia velutipes (Curtis) Singer, Schweiz. Z. Pilzk. 17: 72 (1939)
  • Pleurotus velutipes (Curtis) Quél., Flore mycologique de la France et des pays limitrophes (Paris): 334 (1886)

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Flammulina velutipes, su micologiamessinese.altervista.org. URL consultato il 22 maggio 2018.
  2. ^ www.agraria.org, Funghi: Flammulina velutipes, su agraria.org. URL consultato il 22 maggio 2018.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàNDL (ENJA00561999
  Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia