Flavio Calzavara

sceneggiatore e regista italiano

Flavio Calzavara (Istrana, 21 febbraio 1900Treviso, 10 marzo 1981) è stato uno sceneggiatore e regista italiano.

Flavio Calzavara

BiografiaModifica

Nato in provincia di Treviso, dopo la laurea in scienze del diritto, fu attratto dal mondo dello spettacolo e diresse alcuni lavori teatrali, per poi trasferirsi in Argentina nel 1927, dove proseguì la sua attività di sceneggiatore e regista teatrale.

Tornò in Italia nel 1933, stabilendosi a Roma, e si avvicinò al mondo del cinema in un periodo di grande attività delle case di produzione, diventando prima assistente alla regia di Alessandro Blasetti e poi di Romolo Marcellini, per poi occuparsi in prima persona di sceneggiature e regia.

Esordì come regista con il film Piccoli naufraghi (1939), storia di 13 ragazzi che naufragano su di un'isola deserta e riescono a sventare un traffico illegale di armi contro l'Italia. La pellicola, alla sua uscita, ebbe un discreto successo di critica, tra cui la recensione sulla rivista Cinema da parte di Michelangelo Antonioni.

Collaborò in quattro film con Doris Duranti, l'attrice di punta del regime. Una delle opere più riuscite di questo sodalizio artistico fu la pellicola Carmela (1942), raffinato esempio di cinema calligrafico. Il film è celebre per la sequenza in cui la Duranti si strappa la camicetta, mostrando il seno. Si tratta del secondo seno nudo della storia del cinema italiano, preceduto di qualche mese da quello di Clara Calamai nel blasettiano La cena delle beffe (1941).

Importante fu inoltre la sua collaborazione con il pittore e scenografo Italo Cremona, che lavorò con lui in otto film. Nel 1944, dopo aver aderito alla Repubblica Sociale di Salò, girò a Venezia i film Resurrezione (1944) e Peccatori (1945), poi si trasferì in Spagna dove realizzò il film El curioso impertinente (1948), che uscirà due anni dopo. Dal 1950 tornò in Italia e lavorò a una serie di film soprattutto con tematiche popolari, tra drammi sentimentali e commedie musicali.

Si ritirò dal cinema nel 1958 e trascorse gli ultimi anni della sua vita a Treviso, dove morì nel 1981.

FilmografiaModifica

CortometraggiModifica

  • Il bidello dei mari (1940)
  • Il teatro delle meraviglie (1940)

BibliografiaModifica

  • Dizionario dei registi, di Pino Farinotti.
  • Dizionario Bolaffi del cinema italiano, i registi, Torino, 1975.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN46502289 · ISNI (EN0000 0001 1443 182X · LCCN (ENno2005092535 · BNF (FRcb14671924x (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2005092535