Florin Răducioiu

dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno
Florin Răducioiu
Florin Răducioiu - Verona FC 1991-92.jpg
Răducioiu al Verona nel 1991
Nazionalità Romania Romania
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Termine carriera 2004 - giocatore
Carriera
Giovanili
1978-1985Dinamo Bucarest
Squadre di club1
1985-1990Dinamo Bucarest76 (29)
1990-1991Bari30 (5)
1991-1992Verona30 (2)
1992-1993Brescia29 (13)
1993-1994Milan7 (2)
1994-1996Espanyol46 (14)
1996-1997West Ham Utd9 (3)
1997Espanyol13 (4)
1997-1998Stoccarda19 (4)
1998-2000Brescia37 (5)
2000-2001Dinamo Bucarest8 (1)
2001-2002Monaco12 (2)
2003-2004Créteil-Lusitanos9 (1)
Nazionale
1989-1990Romania Romania U-219 (3)
1990-1996Romania Romania40 (21)
Carriera da allenatore
2012-2014Romania Romania U-16
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Florin Valeriu Răducioiu (Bucarest, 17 marzo 1970) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno con passaporto italiano, di ruolo attaccante.

È uno dei due soli calciatori, insieme al danese Christian Poulsen, ad aver militato nei cinque principali campionati europei (Primera División, Premier League, Bundesliga, Serie A e Ligue 1)[1], ma l'unico ad essere andato a segno in tutti i 5 tornei.

Caratteristiche tecnicheModifica

Era un attaccante dotato di ottimo fiuto del goal[1] come testimonia l'alta media goal segnata in carriera (oltre 100 di cui 21 in nazionale).[1]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

 
Răducioiu nel 1995

Prodotto del vivaio della Dinamo Bucarest, esordì nella Divizia A rumena a 16 anni, il 10 maggio 1986, in Dinamo Bucurest-Politehnica Timişoara 2-1. In un paio d'anni divenne titolare. Nel 1990 si trasferì al Bari e, un anno più tardi, al Verona.

Nel 1992, dopo la retrocessione degli scaligeri,[1] fu acquistato dal Brescia,[1] con cui realizzò 13 gol in 29 presenze nel campionato di Serie A 1992-1993.[1] Nella sua esperienza bresciana fu anche una delle vittime di Pasquale Bruno, che in un Torino-Brescia del 7 febbraio 1993 entrò con irruenza sulla sua gamba sinistra costringendolo a uscire dal campo al 45º minuto;[2] questo intervento gli procurò 9 punti di sutura.[2] Ma l'episodio non si fermò qui: a fine partite Răducioiu accusò Bruno di averlo minacciato,[3] e il difensore del Toro rispose intervistato da dei giornalisti sull'intervento affermando che il suo "era un intervento volontario e di avere in tasca una pistola, una magnum e una lupara", a suo dire per scherzare.[2][4]

Nel 1993 passò al Milan per 4,8 miliardi di lire.[5] Poco impiegato dall'allenatore Fabio Capello, vista anche la fitta presenza di giocatori di gran classe all'epoca nel suo ruolo,[1] Răducioiu collezionò 7 presenze e 2 gol (contro Atalanta e Torino),[1] fregiandosi dello scudetto, della Supercoppa Italiana e della Champions League,[1] nel corso della quale segnò un gol contro il Porto il 1º dicembre 1993 (3-0 per i rossoneri).[6] Dopo un solo anno lasciò il club milanese per vestire la maglia dell'Espanyol per 5 miliardi e mezzo di lire.[7]

Dopo Euro '96 lasciò l'Espanyol per accasarsi al West Ham United, ancora Espanyol, Stoccarda, ancora Brescia, nuovamente Dinamo Bucarest, Monaco e Créteil, club della seconda divisione francese con cui concluse la carriera. Durante il prestito al West Ham di Harry Redknapp, il rumeno visse una delle sue stagioni più altalenanti: segnò subito un gol contro il Manchester United in campionato ma poi si perse un incontro per andare a fare shopping con la moglie.[8] Terminò l'avventura inglese con 12 presenze e 3 reti. In una classifica dei 50 peggiori attaccanti che abbiano mai calcato i campi della Premier League, venne inserito al diciottesimo posto.[9] Nel 2004, dopo essersi aggregato per un breve periodo al Carpenedolo in Serie C2,[10][11] si ritirò dal calcio giocato.

NazionaleModifica

Dopo avere giocato con la Nazionale rumena under-21 tra il 1989 e il 1990, il 25 aprile 1990 esordì con la Nazionale maggiore in Israele-Romania 1-4[12] in cui giocò 58 minuti per poi venire sostituito da Gavril Balint.[12] Il 5 dicembre 1990 segnò, alla decima presenza, la sua prima rete in Nazionale in un 6-0 contro San Marino segnando il quarto goal.[13]

Per quanto riguarda le competizioni lui fu decisivo in occasione dei Mondiali '94 sia nelle qualificazioni (i rumeni si qualificarono anche grazie a lui che segnò ben 9 reti nel girone di qualificazione,[14] di cui 4 nel 4-0 esterno contro le Isole Fær Øer)[15] che nella competizione in cui lui segnò 4 reti con due doppiette: la prima la segnò nei gironi nel successo per 3-1 contro la Colombia,[16] l'altra invece (dopo avere saltato gli ottavi di finale per squalifica) alla Svezia nel 2-2 dei quarti di finale,[17] che tuttavia venne vanificata (come a Italia '90) ai calci di rigore dove, sì lui segnò il suo, ma gli errori di Dan Petrescu e Miodrag Belodedici condannarono i rumeni all'eliminazione dal torneo.[17]

Nelle qualificazioni agli Europei del 1996 fu nuovamente decisivo nelle qualificazioni con 5 reti[18] in 6 gare (di cui 3 nella vittoria esterna per 4-1 contro l'Azerbaigian).[19] Durante la competizione giocò tutte 3 le partite della squadra eliminata al primo turno con 0 punti segnando all'ultima partita contro la Spagna, persa 2-1, segnando il provvisorio 1-1.[20] Quella fu anche la sua ultima partita in Nazionale in quanto da lui in poi non giocò più nessuna partita con la selezione rumena, non venendo quindi convocato per i Mondiali del 1998.

Ha giocato in totale 40 partite segnando 21 reti con la Nazionale dei carpazi.[1]

Dopo il ritiroModifica

 
Răducioiu nel 2015

È stato direttore sportivo della Dinamo Bucarest.[21] Nel 2008 ha allenato gli attaccanti dell'Aldini, una squadra affiliata al Milan,[22] e nel 2010 ha conseguito il patentino di allenatore.

Tra il 2012 e il 2014 ha allenato la Nazionale rumena Under-16.

Dal 24 dicembre 2018 fa parte della rete osservatori del Milan per la squadra primavera.[23][24]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Romania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25-4-1990 Haifa Israele   1 – 4   Romania Amichevole -   58’
21-5-1990 Bucarest Romania   1 – 0   Egitto Amichevole -   65’
26-5-1990 Bruxelles Belgio   2 – 2   Romania Amichevole -   46’
9-6-1990 Bari Romania   2 – 0   Unione Sovietica Mondiali 1990 - 1º turno -   79’
14-6-1990 Bari Camerun   2 – 1   Romania Mondiali 1990 - 1º turno -   63’
25-6-1990 Genova Irlanda   0 – 0 dts
(5 – 4 dcr)
  Romania Mondiali 1990 - Ottavi di finale -   76’
29-8-1990 Mosca Unione Sovietica   1 – 2   Romania Amichevole -
12-9-1990 Glasgow Scozia   2 – 1   Romania Qual. Euro 1992 -   63’
17-10-1990 Bucarest Romania   0 – 3   Bulgaria Qual. Euro 1992 -   46’
5-12-1990 Bucarest Romania   6 – 0   San Marino Qual. Euro 1992 1
27-3-1991 Serravalle San Marino   1 – 3   Romania Qual. Euro 1992 1
3-4-1991 Neuchâtel Svizzera   0 – 0   Romania Qual. Euro 1992 -
16-10-1991 Bucarest Romania   1 – 0   Scozia Qual. Euro 1992 -   74’
13-11-1991 Bucarest Romania   1 – 0   Svizzera Qual. Euro 1992 -
20-11-1991 Sofia Bulgaria   1 – 1   Romania Qual. Euro 1992 -
8-4-1992 Bucarest Romania   2 – 0   Lettonia Amichevole -   46’
29-11-1992 Larnaca Cipro   1 – 4   Romania Qual. Mondiali 1994 1   59’
2-6-1993 Košice Cecoslovacchia   5 – 2   Romania Qual. Mondiali 1994 2   75’
8-9-1993 Toftir Fær Øer   0 – 4   Romania Qual. Mondiali 1994 4
13-10-1993 Bucarest Romania   2 – 1   Belgio Qual. Mondiali 1994 1
17-11-1993 Cardiff Galles   1 – 2   Romania Qual. Mondiali 1994 1
23-3-1994 Belfast Irlanda del Nord   2 – 0   Romania Amichevole -   81’
20-4-1994 Bucarest Romania   3 – 0   Bolivia Amichevole -
1-6-1994 Bucarest Romania   0 – 0   Slovenia Amichevole -   44’
12-6-1994 Mission Viejo Romania   1 – 1   Svezia Amichevole -   62’
18-6-1994 Pasadena Colombia   1 – 3   Romania Mondiali 1994 - 1º turno 2   39’   90+3’
22-6-1994 Detroit Romania   1 – 4   Svizzera Mondiali 1994 - 1º turno -
26-6-1994 Pasadena Stati Uniti   0 – 1   Romania Mondiali 1994 - 1º turno -   62’   84’
10-7-1994 Stanford Romania   2 – 2 dts
(4 – 5 dcr)
  Svezia Mondiali 1994 - Quarti di finale 2
7-9-1994 Bucarest Romania   3 – 0   Azerbaigian Qual. Euro 1996 1
8-10-1994 Saint-Étienne Francia   0 – 0   Romania Qual. Euro 1996 -   80’
12-10-1994 Londra Inghilterra   1 – 1   Romania Amichevole -   78’
12-11-1994 Bucarest Romania   3 – 2   Slovacchia Qual. Euro 1996 -   85’
29-3-1995 Bucarest Romania   2 – 1   Polonia Qual. Euro 1996 1
26-4-1995 Trebisonda Azerbaigian   1 – 4   Romania Qual. Euro 1996 3
7-6-1995 Bucarest Romania   2 – 1   Israele Qual. Euro 1996 -   67’
1-6-1996 Bucarest Romania   3 – 1   Moldavia Amichevole -
10-6-1996 Newcastle-upon-Tyne Romania   0 – 1   Francia Euro 1996 - 1º turno -   46’
13-6-1996 Newcastle-upon-Tyne Bulgaria   1 – 0   Romania Euro 1996 - 1º turno -
18-6-1996 Leeds Romania   1 – 2   Spagna Euro 1996 - 1º turno 1   77’
Totale Presenze 40 Reti (7º posto) 21

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Dinamo Bucarest: 1985-1986, 1989-1990
Dinamo Bucarest: 1989-1990
Milan: 1993
Milan: 1993-1994

Competizioni internazionaliModifica

Milan: 1993-1994

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j Amarcord: Florin Raducioiu, una carriera sottovalutata dalle etichette, su Media Politika, 16 febbraio 2015. URL consultato il 2 marzo 2019.
  2. ^ a b c l' ultima follia di Bruno rovina la prima festa di Goveani, su archive.is, 13 aprile 2013. URL consultato il 2 marzo 2019.
  3. ^ CALCIO: INCHIESTA SU BRUNO (TORINO), su www1.adnkronos.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  4. ^ bruno: 'bonucci? è insopportabile. vorrei spaccargli la faccia. così non parla per 5 mesi', su www.dagospia.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  5. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 10 (1993-1994), Panini, 2012, p. 10.
  6. ^ UEFA.com, UEFA Champions League - Milan-Porto, su UEFA.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  7. ^ Raducioiu è dell'Espanol, su archivio.lastampa.it. URL consultato il 3 marzo 2019.
  8. ^ (EN) Redknapp seeks new order from chaos, su The Independent, 16 settembre 2000. URL consultato il 2 marzo 2019.
  9. ^ (EN) Tom Bellwood, THE LIST: The worst strikers to have played in the Premier League, Nos 20-11, su dailymail.co.uk, 8 ottobre 2009. URL consultato il 16 novembre 2014.
  10. ^ Repubblica.it/sport/calcio/calciomercato: Il Valencia chiede Di Vaio …, su archive.fo, 13 settembre 2012. URL consultato il 2 marzo 2019.
  11. ^ SAVOIA, CHIARI E CARPENEDOLO: QUESTE LE FUTURE SQUADRE DI TRE INDIMENTICATI GIALLOBLU! - Hellas Verona: Le Ultimissime su HELLASTORY.net, su www.hellastory.net. URL consultato il 2 marzo 2019.
  12. ^ a b (EN) Israel v Romania 1:4, football match 25 April 1990, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  13. ^ (EN) Romania v San Marino 6:0, football match 5 December 1990, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  14. ^ (EN) F.I.F.A. World Cup Qualifying Tournament 1992-1993 match reports, Group 4, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  15. ^ (EN) Faroe Islands v Romania 0:4, football match 8 September 1993, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  16. ^ (EN) Benjamin Strack-Zimmermann, Colombia vs. Romania (1:3), su www.national-football-teams.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  17. ^ a b Romania - Svezia, 10/lug/1994 - Coppa del Mondo 1994 - Cronaca della partita, su www.transfermarkt.it. URL consultato il 2 marzo 2019.
  18. ^ (EN) European Football Championship Qualifying Tournament 1994-1995 match reports, Group 1, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  19. ^ (EN) Azerbaijan v Romania 1:4, football match 26 April 1995, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  20. ^ (EN) Romania v Spain 1:2, football match 18 June 1996, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  21. ^ Raducioiu presenta il suo Brescia-Bari facendo forza ai galletti: "Anche il Lione sta vivendo un mese nero", su ilsole24ore.com. URL consultato il 12 aprile 2012.
  22. ^ (RO) Raducioiu are grija de viitorul Milanului!, su sport.ro, 18 agosto 2008. URL consultato il 12 aprile 2012.
  23. ^ Milan, Raducioiu entra nello scouting: "Accordo con Leonardo e Maldini" - TUTTOmercatoWEB.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  24. ^ Keivan Karimi, Raducioiu torna al Milan: sarà osservatore per la Primavera, su MilanLive.it tutte le News del Milan prima degli altri, 24 dicembre 2018. URL consultato il 2 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica