Apri il menu principale
Florin Răducioiu
Florin Răducioiu - Verona FC 1991-92.jpg
Răducioiu al Verona nel 1991
Nazionalità Romania Romania
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Giovanili
1978-1985Dinamo Bucarest
Squadre di club1
1985-1990Dinamo Bucarest76 (29)
1990-1991Bari30 (5)
1991-1992Verona30 (2)
1992-1993Brescia29 (13)
1993-1994Milan7 (2)
1994-1996Espanyol46 (14)
1996-1997West Ham Utd9 (3)
1997Espanyol13 (4)
1997-1998Stoccarda19 (4)
1998-2000Brescia37 (5)
2000-2001Dinamo Bucarest8 (1)
2001-2002Monaco12 (2)
2003-2004Créteil-Lusitanos9 (1)
Nazionale
1989-1990Romania Romania U-219 (3)
1990-1996Romania Romania40 (21)
Carriera da allenatore
2012-2014Romania Romania U-16
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Florin Valeriu Răducioiu (Bucarest, 17 marzo 1970) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno con passaporto italiano, di ruolo attaccante.

È stato per tanto tempo l'unico calciatore che ha giocato e segnato nei cinque maggiori campionati europei: italiano, spagnolo, inglese, tedesco e francese, prima di essere raggiunto da Kevin-Prince Boateng nel 2016.[1][2]

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Era un attaccante dotato di ottimo fiuto del goal[2] come testimonia l'alta media goal segnata in carriera (oltre 100 di cui 21 in nazionale).[2]

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

 
Răducioiu nel 1995

Prodotto del vivaio della Dinamo Bucarest, esordì nella Divizia A rumena a 16 anni, il 10 maggio 1986, in Dinamo Bucurest-Politehnica Timişoara 2-1. In un paio d'anni divenne titolare. Nel 1990 si trasferì al Bari e, un anno più tardi, al Verona.

Nel 1992, dopo la retrocessione degli scaligeri,[2] fu acquistato dal Brescia,[2] con cui realizzò 13 gol in 29 presenze nel campionato di Serie A 1992-1993.[2] Nella sua esperienza bresciana fu anche una delle vittime di Pasquale Bruno, che in un Torino-Brescia del 7 febbraio 1993 entrò con irruenza sulla sua gamba sinistra costringendolo a uscire dal campo al 45º minuto;[3] questo intervento gli procurò 9 punti di sutura.[3] Ma l'episodio non si fermò qui: a fine partite Răducioiu accusò Bruno di averlo minacciato,[4] e il difensore del Toro rispose intervistato da dei giornalisti sull'intervento affermando che il suo "era un intervento volontario e di avere in tasca una pistola, una magnum e una lupara", a suo dire per scherzare.[3][5]

Nel 1993 passò al Milan per 4,8 miliardi di lire.[6] Poco impiegato dall'allenatore Fabio Capello, vista anche la fitta presenza di giocatori di gran classe all'epoca nel suo ruolo,[2] Răducioiu collezionò 7 presenze e 2 gol (contro Atalanta e Torino),[2] fregiandosi dello scudetto e della UEFA Champions League 1993-1994,[2] nel corso della quale segnò un gol contro il Porto il 1º dicembre 1993 (3-0 per i rossoneri).[7]

Dopo un solo anno lasciò il club milanese per vestire la maglia dell'Espanyol per 5 miliardi e mezzo di lire.[8]

Dopo Euro '96 lasciò l'Espanyol per accasarsi al West Ham United, ancora Espanyol, Stoccarda, ancora Brescia, nuovamente Dinamo Bucarest, Monaco e Créteil, club della seconda divisione francese con cui concluse la carriera. Durante il prestito al West Ham di Harry Redknapp, il rumeno visse una delle sue stagioni più altalenanti: segna subito un gol contro il Manchester United in campionato ma poi si perse un incontro per andare a fare shopping con la moglie.[9] Terminò l'avventura inglese con 12 presenze e 3 reti. In una classifica dei 50 peggiori attaccanti che abbiano mai calcato i campi della Premier League, risulta al diciottesimo posto.[10]

Nel 2004, dopo essersi aggregato per un breve periodo al Carpenedolo in Serie C2,[11][12] si ritirò dal calcio giocato.

NazionaleModifica

Dopo avere giocato con la Nazionale rumena under-21 tra il 1989 e il 1990, il 25 aprile 1990 esordì con la Nazionale maggiore in Israele-Romania 1-4[13] in cui giocò 58 minuti per poi venire sostituito da Gavril Balint.[13] Il 5 dicembre 1990 segnò, alla decima presenza, la sua prima rete in Nazionale in un 6-0 contro San Marino segnando il quarto goal.[14]

Per quanto riguarda le competizioni lui fu decisivo in occasione dei Mondiali '94 sia nelle qualificazioni (i rumeni si qualificarono anche grazie a lui che segnò ben 9 reti nel girone di qualificazione,[15] di cui 4 nel 4-0 esterno contro le Isole Fær Øer)[16] che nella competizione in cui lui segnò 4 reti con due doppiette: la prima la segnò nei gironi nel successo per 3-1 contro la Colombia,[17] l'altra invece (dopo avere saltato gli ottavi di finale per squalifica) alla Svezia nel 2-2 dei quarti di finale,[18] che tuttavia venne vanificata (come a Italia '90) ai calci di rigore dove, sì lui segnò il suo, ma gli errori di Dan Petrescu e Miodrag Belodedici condannarono i rumeni all'eliminazione dal torneo.[18]

Nelle qualificazioni agli Europei del 1996 fu nuovamente decisivo nelle qualificazioni con 5 reti[19] in 6 gare (di cui 3 nella vittoria esterna per 4-1 contro l'Azerbaigian).[20] Durante la competizione giocò tutte 3 le partite della squadra eliminata al primo turno con 0 punti segnando all'ultima partita contro la Spagna, persa 2-1, segnando il provvisorio 1-1.[21] Quella fu anche la sua ultima partita in Nazionale in quanto da lui in poi non giocò più nessuna partita con la selezione rumena.

Ha giocato in totale 40 partite segnando 21 reti con la Nazionale dei carpazi.[2]

Dopo il ritiroModifica

 
Răducioiu nel 2015

È stato direttore sportivo della Dinamo Bucarest.[22] Nel 2008 ha allenato gli attaccanti dell'Aldini, una squadra affiliata al Milan,[23] e nel 2010 ha conseguito il patentino di allenatore.

Tra il 2012 e il 2014 ha allenato la Nazionale rumena Under-16.

Dal 24 dicembre 2018 fa parte della rete osservatori del Milan per la squadra primavera.[24][25]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Romania
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
25-4-1990 Haifa Israele   1 – 4   Romania Amichevole -   58’
21-5-1990 Bucarest Romania   1 – 0   Egitto Amichevole -   65’
26-5-1990 Bruxelles Belgio   2 – 2   Romania Amichevole -   46’
9-6-1990 Bari Romania   2 – 0   URSS Mondiali 1990 - 1º turno -   79’
14-6-1990 Bari Camerun   2 – 1   Romania Mondiali 1990 - 1º turno -   63’
25-6-1990 Genova Irlanda   0 – 0 dts
(5 – 4 dcr)
  Romania Mondiali 1990 - Ottavi di finale -   76’
29-8-1990 Mosca URSS   1 – 2   Romania Amichevole -
12-9-1990 Glasgow Scozia   2 – 1   Romania Qual. Euro 1992 -   63’
17-10-1990 Bucarest Romania   0 – 3   Bulgaria Qual. Euro 1992 -   46’
5-12-1990 Bucarest Romania   6 – 0   San Marino Qual. Euro 1992 1
27-3-1991 Serravalle San Marino   1 – 3   Romania Qual. Euro 1992 1
3-4-1991 Neuchâtel Svizzera   0 – 0   Romania Qual. Euro 1992 -
16-10-1991 Bucarest Romania   1 – 0   Scozia Qual. Euro 1992 -   74’
13-11-1991 Bucarest Romania   1 – 0   Svizzera Qual. Euro 1992 -
20-11-1991 Sofia Bulgaria   1 – 1   Romania Qual. Euro 1992 -
8-4-1992 Bucarest Romania   2 – 0   Lettonia Amichevole -   46’
29-11-1992 Larnaca Cipro   1 – 4   Romania Qual. Mondiali 1994 1   59’
2-6-1993 Košice Cecoslovacchia   5 – 2   Romania Qual. Mondiali 1994 2   75’
8-9-1993 Toftir Fær Øer   0 – 4   Romania Qual. Mondiali 1994 4
13-10-1993 Bucarest Romania   2 – 1   Belgio Qual. Mondiali 1994 1
17-11-1993 Cardiff Galles   1 – 2   Romania Qual. Mondiali 1994 1
23-3-1994 Belfast Irlanda del Nord   2 – 0   Romania Amichevole -   81’
20-4-1994 Bucarest Romania   3 – 0   Bolivia Amichevole -
1-6-1994 Bucarest Romania   0 – 0   Slovenia Amichevole -   44’
12-6-1994 Mission Viejo Romania   1 – 1   Svezia Amichevole -   62’
18-6-1994 Pasadena Colombia   1 – 3   Romania Mondiali 1994 - 1º turno 2   39’   90+3’
22-6-1994 Detroit Romania   1 – 4   Svizzera Mondiali 1994 - 1º turno -
26-6-1994 Pasadena Stati Uniti   0 – 1   Romania Mondiali 1994 - 1º turno -   62’   84’
10-7-1994 Stanford Romania   2 – 2 dts
(4 – 5 dcr)
  Svezia Mondiali 1994 - Quarti di finale 2
7-9-1994 Bucarest Romania   3 – 0   Azerbaigian Qual. Euro 1996 1
8-10-1994 Saint-Étienne Francia   0 – 0   Romania Qual. Euro 1996 -   80’
12-10-1994 Londra Inghilterra   1 – 1   Romania Amichevole -   78’
12-11-1994 Bucarest Romania   3 – 2   Slovacchia Qual. Euro 1996 -   85’
29-3-1995 Bucarest Romania   2 – 1   Polonia Qual. Euro 1996 1
26-4-1995 Trebisonda Azerbaigian   1 – 4   Romania Qual. Euro 1996 3
7-6-1995 Bucarest Romania   2 – 1   Israele Qual. Euro 1996 -   67’
1-6-1996 Bucarest Romania   3 – 1   Moldavia Amichevole -
10-6-1996 Newcastle-upon-Tyne Romania   0 – 1   Francia Euro 1996 - 1º turno -   46’
13-6-1996 Newcastle-upon-Tyne Bulgaria   1 – 0   Romania Euro 1996 - 1º turno -
18-6-1996 Leeds Romania   1 – 2   Spagna Euro 1996 - 1º turno 1   77’
Totale Presenze 40 Reti (7º posto) 21

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Dinamo Bucarest: 1985-1986, 1989-1990
Dinamo Bucarest: 1989-1990
Milan: 1993
Milan: 1993-1994

Competizioni internazionaliModifica

Milan: 1993-1994

NoteModifica

  1. ^ Boateng, mancava un gol in Liga per il record, su Fox Sports, 23 agosto 2016. URL consultato il 2 marzo 2019.
  2. ^ a b c d e f g h i j Amarcord: Florin Raducioiu, una carriera sottovalutata dalle etichette, su Media Politika, 16 febbraio 2015. URL consultato il 2 marzo 2019.
  3. ^ a b c l' ultima follia di Bruno rovina la prima festa di Goveani, su archive.is, 13 aprile 2013. URL consultato il 2 marzo 2019.
  4. ^ CALCIO: INCHIESTA SU BRUNO (TORINO), su www1.adnkronos.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  5. ^ bruno: 'bonucci? è insopportabile. vorrei spaccargli la faccia. così non parla per 5 mesi', su www.dagospia.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  6. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 10 (1993-1994), Panini, 2012, p. 10.
  7. ^ UEFA.com, UEFA Champions League - Milan-Porto, su UEFA.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  8. ^ Raducioiu è dell'Espanol, su archivio.lastampa.it. URL consultato il 3 marzo 2019.
  9. ^ (EN) Redknapp seeks new order from chaos, su The Independent, 16 settembre 2000. URL consultato il 2 marzo 2019.
  10. ^ (EN) Tom Bellwood, THE LIST: The worst strikers to have played in the Premier League, Nos 20-11, su dailymail.co.uk, 8 ottobre 2009. URL consultato il 16 novembre 2014.
  11. ^ Repubblica.it/sport/calcio/calciomercato: Il Valencia chiede Di Vaio …, su archive.fo, 13 settembre 2012. URL consultato il 2 marzo 2019.
  12. ^ SAVOIA, CHIARI E CARPENEDOLO: QUESTE LE FUTURE SQUADRE DI TRE INDIMENTICATI GIALLOBLU! - Hellas Verona: Le Ultimissime su HELLASTORY.net, su www.hellastory.net. URL consultato il 2 marzo 2019.
  13. ^ a b (EN) Israel v Romania 1:4, football match 25 April 1990, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  14. ^ (EN) Romania v San Marino 6:0, football match 5 December 1990, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  15. ^ (EN) F.I.F.A. World Cup Qualifying Tournament 1992-1993 match reports, Group 4, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  16. ^ (EN) Faroe Islands v Romania 0:4, football match 8 September 1993, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  17. ^ (EN) Benjamin Strack-Zimmermann, Colombia vs. Romania (1:3), su www.national-football-teams.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  18. ^ a b Romania - Svezia, 10/lug/1994 - Coppa del Mondo 1994 - Cronaca della partita, su www.transfermarkt.it. URL consultato il 2 marzo 2019.
  19. ^ (EN) European Football Championship Qualifying Tournament 1994-1995 match reports, Group 1, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  20. ^ (EN) Azerbaijan v Romania 1:4, football match 26 April 1995, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  21. ^ (EN) Romania v Spain 1:2, football match 18 June 1996, su eu-football.info. URL consultato il 2 marzo 2019.
  22. ^ Raducioiu presenta il suo Brescia-Bari facendo forza ai galletti: "Anche il Lione sta vivendo un mese nero", su ilsole24ore.com. URL consultato il 12 aprile 2012.
  23. ^ (RO) Raducioiu are grija de viitorul Milanului!, su sport.ro, 18 agosto 2008. URL consultato il 12 aprile 2012.
  24. ^ Milan, Raducioiu entra nello scouting: "Accordo con Leonardo e Maldini" - TUTTOmercatoWEB.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 2 marzo 2019.
  25. ^ Keivan Karimi, Raducioiu torna al Milan: sarà osservatore per la Primavera, su MilanLive.it tutte le News del Milan prima degli altri, 24 dicembre 2018. URL consultato il 2 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica