Apri il menu principale

La focaccia è un impasto di farina, acqua, sale e lievito, che può essere cotto sia al forno che alla brace.[1]

Indice

Etimologia della parolaModifica

La parola focaccia deriva dal tardo latino “focus” che richiama la cottura nel focolare. Focaccia in latino veniva chiamata “focacia”, femminile di “focacius”. Spesso con la parola focaccia ci si riferisce a tutte le sue possibili varianti. Tuttavia, con questo termine si indica soprattutto la focaccia classica genovese. [2]

Fugassa è il termine in dialetto genovese che si riferisce alla focaccia. Secondo Fiorenzo Toso, linguista moderno e autore del "Piccolo dizionario ligure", la parola appare per la prima volta in un documento scritto nel 1300.[3]

Focacce tipiche italianeModifica

In Italia esistono molte varianti della focaccia che differiscono sia per il diverso procedimento di preparazione, sia per diversità di ingredienti e condimenti. I principali tipi di focaccia sono la focaccia classica, conosciuta anche come focaccia alla genovese, focaccia con le cipolle, variante della focaccia genovese, focaccia di Recco (con aggiunta di formaggio), focaccia dolce, sempre variante della focaccia genovese, focaccia con l’uva, tipica di Firenze e di Prato, focaccia di Susa, focaccia novese, tipica di Novi Ligure, focaccia barese, tipica dell'omonima città, focaccia messinese, tipica di Messina, focaccia veneta, della regione Veneto, crescia, delle Marche, cuddura, proveniente dall’ Italia meridionale ma principalmente diffusa in Sicilia, schiacciata fiorentina, tipica della città di Firenze, strazzata, diffusa nella Basilicata la focaccia materana, Vastedda, proveniente dalla Sicilia, e Piscialandrea, tipica delle zone dell’Imperiese.[4] Molti tipi di focacce sono inseriti tra i Prodotti agroalimentari tradizionali italiani di diverse regioni.

Focacce liguriModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Focaccia genovese § Varianti.

Come già precisato prima, ci sono diverse variazioni di focaccia. In Liguria ci sono due principali variazioni della focaccia classica genovese: la focaccia di Voltri e la focaccia con il formaggio di Recco.

Focaccia con l'uvaModifica

La focaccia con l'uva, nota anche come schiacciata con l'uva, è tipica della regione Toscana.

Gli ingredienti essenziali per la sua preparazione per otto persone sono dodici grammi di lievito di birra, un cucchiaino di malto, trecento millilitri di acqua e cinquecento grammi di farina, mentre per il condimento sono necessari cento grammi di zucchero, ottocento grammi di uva nera e otto cucchiai di olio extravergine di oliva.[5]

Calorie e valori nutrizionali della focaccia classicaModifica

La focaccia classica contiene varie sostanze nutrienti: per la maggior parte , carboidrati, grassi e proteine.

All'interno dell'alimento sono presenti anche vitamina B1, B2, B3, B5 e B6.

I minerali principali sono ferro, magnesio, fosforo, potassio e sodio.

Ovviamente al suo interno ha anche lipidi, come grassi saturi, grassi monoinsaturi e grassi polinsaturi.

La focaccia deve comunque essere considerata un cibo ipocalorico; infatti, in cento grammi di focaccia la quantità di chilocalorie è duecentoquarantanove.[6]

NoteModifica

  1. ^ Ingredienti focaccia classica, su ricette.mondodelgusto.it.
  2. ^ Cosa pensano gli stranieri, su thatsliguria.com.
  3. ^ Etimologia della parola, su genovatoday.it.
  4. ^ Variazioni della focaccia, su taccuinistorici.it.
  5. ^ focaccia con l'uva, su ricette.giallozafferano.it.
  6. ^ Valori nutrizionali della focaccia classica, su dietabit.it.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

  Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina