Apri il menu principale

La Fondazione Marino Piazzolla prende nome dal suo fondatore Marino Piazzolla, poeta, critico, filosofo, pittore.

Dopo la sua morte, avvenuta a Roma nel 1985, per sua volontà testamentaria fu istituita la Fondazione Piazzolla, attualmente presieduta da Velio Carratoni, ente non commerciale e apartitico, riconosciuto dalla Regione Lazio nel 1988, con lo scopo di diffondere e tramandare la cultura letteraria contemporanea.

In tale ambito la Fondazione Piazzolla ha pubblicato molti testi di importanti autori italiani (Franco Loi, Amelia Rosselli, Elio Pagliarani, Antonio Pizzuto etc) e internazionali (José María Valverde, Paul Evans, Sarah Kirsch, Séamus Heaney, Enis Batur, Adunis, Yves Bonnefoy, Kikuo Takano, Philippe Jaccottet, Ciril Zlobec, Michael Hamburger, Sunay Akın, Gao Xingjian ecc.), ed ha assegnato borse di studio di critica letteraria a studi monografici e tesi di laurea, a ricercatori, studiosi e accademici.

Ha anche riproposto opere antropologiche e storiche, aventi come punto di riferimento, la storia del mito, forme arcaiche di civiltà, da cui si sono generate arti e sviluppati spunti di riflessione in chiave critica o esistenziale.

Ha inoltre assegnato riconoscimenti nell'ambito di importanti Premi letterari internazionali ad autori viventi o alla memoria come Germano Lombardi, Massimo Ferretti, Edoardo Cacciatore, Giorgio Vigolo, Giuseppe Guglielmi, Sergio Zavoli ecc. Ha presentato o riproposto poeti, scrittori e pensatori di chiara fama.

Ha anche assegnato premi per opere prime di promettenti giovani autori.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn94059602 · WorldCat Identities (ENn94-059602