Apri il menu principale

Football Club Internazionale 1952-1953

Football Club Internazionale Milano
Football Club Internazionale 1952-53.jpg
La rosa nerazzurra, di nuovo scudettata dopo 13 anni
Stagione 1952-1953
AllenatoreItalia Alfredo Foni
PresidenteItalia Carlo Masseroni
Serie A1º posto
Maggiori presenzeCampionato: Ghezzi (34)[1]
Totale: Ghezzi (34)
Miglior marcatoreCampionato: Nyers (15)[1]
Totale: Nyers (15)
StadioSan Siro
Media spettatori26 785[2]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 31 maggio 1953

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1952-1953.

StagioneModifica

L'arrivo di Alfredo Foni sulla panchina nerazzurra coincise con l'adozione di un nuovo modulo, per certi versi affine al catenaccio.[3] Le principali innovazioni riguardarono il dislocamento di Blason a libero e l'utilizzo di Armano sulla fascia[3], che ne fece il primo tornante del calcio italiano.[4] La disposizione tattica garantiva il giusto equilibrio in fase difensiva[3], mentre in attacco l'Inter poteva affidarsi alla classe di Skoglund nonché alla vena realizzativa di Nyers e Lorenzi.[5]

Grazie anche all'accorto schieramento, la squadra si portò in vetta al campionato nel periodo autunnale.[6][7][8] Incamerato matematicamente il titolo d'inverno con una giornata di anticipo, i nerazzurri chiusero il girone di andata con un margine di 6 punti sul Milan.[5] La Beneamata rimase tra l'altro imbattuta per 19 giornate[9], circostanza che le fruttò un cospicuo vantaggio sulle inseguitrici.[10] Nonostante un rallentamento palesato a marzo — mese nel quale la formazione rimase all'asciutto di vittorie per ben 5 turni —, i milanesi non videro messso in discussione il proprio primato.[5]

Alla quartultima giornata, sconfiggendo per 3-0 in casa il Palermo, l'Inter si assicurò il sesto Scudetto della sua storia.[11] I lombardi conclusero il torneo con tre battute d'arresto, mantenendo un residuo di 2 punti sulla Juventus.[5] A conferire maggior risalto al successo furono i numeri della difesa, con appena 24 marcature al passivo.[3][5]

MaglieModifica

Prima divisa

Organigramma societarioModifica

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Massaggiatore: Bartolomeo Della Casa

RosaModifica

RisultatiModifica

CampionatoModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1952-1953.

Girone di andataModifica

Como
14 settembre 1952
1ª giornata
Como0 – 1InterStadio Giuseppe Sinigaglia
Arbitro:  Massai (Pisa)

Milano
21 settembre 1952
2ª giornata
Inter1 – 0AtalantaStadio San Siro
Arbitro:  Piemonte (Monfalcone)

Torino
28 settembre 1952
3ª giornata
Torino1 – 1InterStadio Filadelfia
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
5 ottobre 1952
4ª giornata
Inter5 – 1NapoliStadio San Siro
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Busto Arsizio
12 ottobre 1952
5ª giornata
Pro Patria2 – 2InterStadio Comunale
Arbitro:  Piemonte (Monfalcone)

Milano
19 ottobre 1952
6ª giornata
Inter2 – 1BolognaStadio San Siro
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
2 novembre 1952
7ª giornata
Milan0 – 1InterStadio San Siro
Arbitro:  Massai (Pisa)

Ferrara
9 novembre 1952
8ª giornata
SPAL0 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Milano
16 novembre 1952
9ª giornata
Inter1 – 0TriestinaStadio San Siro
Arbitro:  Bernardi (Bologna)

Milano
23 novembre 1952
10ª giornata
Inter3 – 0FiorentinaStadio Comunale
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Roma
30 novembre 1952
11ª giornata
Roma1 – 3InterStadio Nazionale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
7 dicembre 1952
12ª giornata
Inter0 – 0UdineseStadio San Siro
Arbitro:  Bernardi (Bologna)

Roma
14 dicembre 1952
13ª giornata
Lazio1 – 1InterStadio Nazionale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Palermo
21 dicembre 1952
14ª giornata
Palermo0 – 3InterStadio La Favorita
Arbitro:  Massai (Pisa)

Milano
4 gennaio 1953
15ª giornata
Inter2 – 0JuventusStadio San Siro
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
11 gennaio 1953
16ª giornata
Inter2 – 1SampdoriaStadio San Siro
Arbitro:  Rigato (Mestre)

Novara
18 gennaio 1953
17ª giornata
Novara1 – 2InterStadio Comunale
Arbitro:  Gemini (Roma)

Girone di ritornoModifica

Milano
25 gennaio 1953
18ª giornata
Inter3 – 1ComoStadio San Siro
Arbitro:  Maurelli (Roma)

Bergamo
1º febbraio 1953
19ª giornata
Atalanta0 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
8 febbraio 1953
20ª giornata
Inter1 – 3TorinoStadio San Siro
Arbitro:  Orlandini (Roma)

Napoli
15 febbraio 1953
21ª giornata
Napoli0 – 1InterStadio del Vomero
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Milano
22 febbraio 1953
22ª giornata
Inter2 – 1Pro PatriaStadio San Siro
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Bologna
1º marzo 1953
23ª giornata
Bologna2 – 0InterStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Milano
8 marzo 1953
24ª giornata
Inter0 – 0MilanStadio San Siro
Arbitro:  Gemini (Roma)

Milano
15 marzo 1953
25ª giornata
Inter1 – 1SPALStadio San Siro
Arbitro:  Scaramella (Napoli)

Trieste
22 marzo 1953
26ª giornata
Triestina0 – 0InterStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Massai (Pisa)

Firenze
29 marzo 1953
27ª giornata
Fiorentina1 – 0InterStadio Comunale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
5 aprile 1953
28ª giornata
Inter1 – 0RomaStadio San Siro
Arbitro:  Pieri (Trieste)

Udine
12 aprile 1953
29ª giornata
Udinese0 – 0InterStadio Moretti
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Milano
19 aprile 1953
30ª giornata
Inter1 – 1LazioStadio San Siro
Arbitro:  De Leo (Mestre)

Milano
3 maggio 1953
31ª giornata
Inter3 – 0PalermoStadio San Siro
Arbitro:  Bellè (Venezia)

Torino
10 maggio 1953
32ª giornata
Juventus2 – 1InterStadio Comunale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Genova
24 maggio 1953
33ª giornata
Sampdoria2 – 0InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Jonni (Macerata)

Milano
31 maggio 1953
34ª giornata
Inter0 – 1NovaraStadio San Siro
Arbitro:  Orlandini (Roma)

StatisticheModifica

Statistiche aggiornate al 31 maggio 1953.

Statistiche di squadraModifica

Competizione Punti In casa In trasferta Totale D.R.
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 47 17 11 4 2 28 11 17 8 5 4 18 13 34 19 9 6 46 24 22
Totale - 17 11 4 2 28 11 17 8 5 4 18 13 34 19 9 6 46 24 22

Statistiche dei giocatoriModifica

Fonte:[12]

Ghezzi (34/−24); Giacomazzi (33/1); Mazza (32/4); Giovannini (31); Nyers (31/15); Lorenzi (30/12); Skoglund (30/6); Armano (29/4); Nesti (29/1); M. Neri (26); Blason (25); Fattori (13); Padulazzi (11/1); Buzzin (8); Brighenti (4); Broccini (4/1); L. Mazzoni (2); Grava (1); Morin (1).

NoteModifica

  1. ^ a b Grassia, Lotito, p. 225.
  2. ^ Statistiche Spettatori Serie A (dal 1952-53 al 1961-62) (PDF), su stadiapostcards.com.
  3. ^ a b c d Gianni Brera, Ma dopo aver vinto e costruito, Foni diventò CT del conformismo, in la Repubblica, 30 gennaio 1985, p. 25.
  4. ^ Sebastiano Vernazza, Addio ad Armano, il gran tornante, in La Gazzetta dello Sport, 30 ottobre 2003.
  5. ^ a b c d e Grassia, Lotito, pp. 109-111.
  6. ^ Gravi baruffe tra tifosi dopo Inter-Napoli: 5-1, in Stampa Sera, 6 ottobre 1952, p. 4.
  7. ^ Botta e risposta (2-2) tra Inter e Pro Patria, in Stampa Sera, 13 ottobre 1952, p. 5.
  8. ^ Vittorio Pozzo, Superiori i nerazzurri di fronte ai romani: 3-1, in Stampa Sera, 1º dicembre 1952, p. 4.
  9. ^ Venticinquemila spettatori alla partita Inter-Como: 3-1, in Stampa Sera, 26 gennaio 1953, p. 4.
  10. ^ In extremis l'Inter supera la Pro Patria 2-1, in Stampa Sera, 23 febbraio 1953, p. 4.
  11. ^ Leo Cattini, Lorenzi sbatte in piena corsa contro un palo, in Stampa Sera, 4 maggio 1953, p. 5.
  12. ^ Grassia, Lotito, p. 225.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio