Football Club Internazionale Milano 1996-1997

FC Internazionale Milano
Rosa completa Inter 1996-1997.jpg
La rosa nerazzurra al completo
Stagione 1996-1997
AllenatoreInghilterra Roy Hodgson, poi
Italia Luciano Castellini[1]
All. in secondaItalia Giovanni Ardemagni
PresidenteItalia Massimo Moratti
Serie A3º (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaSemifinalista
Coppa UEFAFinalista
Maggiori presenzeCampionato: Pagliuca (34)[2]
Totale: Pagliuca (53)
Miglior marcatoreCampionato: Djorkaeff (14)[2]
Totale: Ganz (20)
StadioGiuseppe Meazza
Abbonati35 036[3]
Maggior numero di spettatori77 648 vs Juventus
(9 marzo 1997)[3]
Minor numero di spettatori37 807 vs Reggiana
(15 maggio 1997)[3]
Media spettatori50 708[3]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 1º giugno 1997

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1996-1997.

StagioneModifica

 
Il cileno Iván Zamorano, neoacquisto del club: il centravanti, soprannominato «Bam Bam», divenne in breve tempo un idolo della tifoseria.[4]

Conquistata in extremis la partecipazione alla Coppa UEFA, il presidente Massimo Moratti investì ingenti somme sul mercato per rinforzare l'organico: vennero acquistati il fantasista Youri Djorkaeff[5], i difensori Galante e Angloma[6], i centrocampisti Sforza e Winter[7], l'attaccante Zamorano.[8] In uscita si registrò invece la partenza di Roberto Carlos, ceduto al Real Madrid per espressa richiesta di Roy Hodgson.[9]

In campionato — pur mostrando notevoli progressi rispetto all'anno precedente — l'Inter non riuscì ad inserirsi nella corsa al titolo, che riguardò Juventus e Parma.[10] A pesare sul cammino dei nerazzurri fu infatti la mancanza di una coesione di gruppo[11], circostanza che al contrario esaltò le individualità.[12] Di ben altro spessore fu l'esperienza in Coppa UEFA, con la compagine meneghina che nei primi turni si sbarazzò di Guingamp e Grazer AK[13]: l'ostacolo degli ottavi di finale fu rappresentato dal portoghese Boavista, sconfitto in entrambe le gare.[14][15] Nel primo incontro del 1997, vinto a San Siro contro la Roma, Djorkaeff realizzò un gol in acrobazia rimasto negli annali del calcio.[16] Sempre nel periodo invernale la squadra dovette suo malgrado riporre l'improbabile sogno-scudetto[17], ridefinendo i propri obiettivi col secondo posto: a concorrere per il medesimo fine era il Parma[18], vittorioso nella sfida diretta e pertanto in vantaggio nella rincorsa alla Champions League.[19]

 
Javier Zanetti e Eigenrauch nella finale di ritorno della Coppa UEFA tra Inter e Schalke 04, che vide i nerazzurri sconfitti ai rigori.

Il cammino europeo riprese in marzo quando l'Inter pareggiò in Belgio contro l'Anderlecht, nell'andata dei quarti di finale;[20] a Milano fu invece una doppietta di Ganz ad assicurare il passaggio del turno.[21] L'avversario della semifinale risultò il Monaco, battuto per 3-1 tra le mura amiche grazie anche a una nuova doppietta di Ganz,[22] trascinatore della squadra insieme al portiere Pagliuca;[23][24] nel retour match i nerazzurri — impostisi tra l'altro nel derby del 13 aprile —[25] riuscirono a limitare il passivo, perdendo con un solo gol di scarto e trovando la quarta finale in sei anni.[26] Nell'atto conclusivo la formazione di Hodgson pescò i tedeschi dello Schalke 04, prevalsi nel primo round con una rete di Wilmots.[27] Il 21 maggio, a San Siro, fu Zamorano ad equilibrare i conti in zona Cesarini[28]: il punteggio di 1-0 diede vita ai supplementari, nei quali l'undici milanese dovette rinunciare all'espulso Fresi (allontanato dal campo al 46' della ripresa).[28] La Beneamata sfiorò il colpo del knock-out con Ganz, la cui conclusione acrobatica si stampò sul palo; Pagliuca compì invece un salvataggio sul neoentrato Anderbrügge.[28] Hodgson richiamò Zanetti in panchina per sostituirlo con Berti ma tra l'argentino, contrariato dal cambio, e il tecnico scoppiò un diverbio: i due vennero divisi prima che la questione sfociasse nello scontro fisico.[28][29] Il match si trascinò quindi ai rigori dove — complici gli errori di Zamorano e Winter — la compagine teutonica sollevò il trofeo.[28]

Il nervosismo generale e la precaria situazione dell'ambiente culminarono, due giorni dopo, nelle dimissioni di Hodgson: con due turni ancora in calendario e la seconda piazza aritmeticamente raggiungibile, il britannico fu rimpiazzato da Luciano Castellini.[30] La vittoria casalinga con il Napoli mantenne vive le speranze dell'ingresso in Champions[31], ma un pareggio contro il Bologna impedì di scavalcare i ducali; la formazione fu quindi costretta ad accontentarsi del terzo posto, con un'altra partecipazione alla Coppa UEFA.[32]

Maglie e sponsorModifica

Lo sponsor tecnico per la stagione 1996-1997 fu Umbro, mentre quello ufficiale era Pirelli.[33]

Casa
Trasferta
3ª divisa

Organigramma societarioModifica

Area direttiva

Area comunicazione

  • Responsabile area comunicazione: Gino Franchetti
  • Ufficio Stampa: Sandro Sabatini

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Piero Volpi e Fabio Forloni
  • Massaggiatori: Massimo Della Casa e Marco Della Casa

RosaModifica

N. Ruolo Giocatore
1   P Gianluca Pagliuca
2   D Giuseppe Bergomi (capitano)
3   D Alessandro Pistone
4   D Javier Zanetti
5   D Fabio Galante
6   C Youri Djorkaeff
7   D Salvatore Fresi
8   C Paul Ince
9   A Iván Zamorano
10   A Benito Carbone[34]
11   A Nwankwo Kanu
12   P Andrea Mazzantini
13   D Gianluca Festa[34]
14   C Aron Winter
N. Ruolo Giocatore
15   C Sergio D'Autilia
18   C Nicola Berti
19   D Massimo Paganin
20   D Jocelyn Angloma
21   C Ciriaco Sforza
22   P Armando Pantanelli
23   A Maurizio Ganz
25   D Massimo Tarantino
27   A Marco Branca
28   A Gionatha Spinesi
29   D Matteo Ferrari[35]
30   A Arturo Di Napoli[36]
31   D Tiziano Polenghi[35]
-   D Andrea Polizzano

CalciomercatoModifica

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)Modifica

Acquisti[37]
R. Nome da Modalità
P Andrea Mazzantini Venezia definitivo
P Paolo Orlandoni Ancona fine prestito
D Jocelyn Angloma Torino definitivo
D Matteo Ferrari SPAL definitivo
D Fabio Galante Genoa definitivo (5 miliardi £)
D Luca Mezzano Torino definitivo
D Massimo Tarantino Napoli definitivo
D Paolo Tramezzani Cesena definitivo
C Youri Djorkaeff Paris Saint-Germain definitivo (7.5 miliardi £)
C Ciriaco Sforza Bayern Monaco definitivo (6 miliardi £)
C Igor Shalimov Lugano fine prestito
C Aron Winter Lazio definitivo
A Massimo Marazzina Foggia riscatto
A Iván Zamorano Real Madrid definitivo (4 miliardi £)
A Nwankwo Kanu Ajax definitivo (8 miliardi £)
Cessioni[37]
R. Nome a Modalità
P Giorgio Frezzolini Trapani prestito
P Paolo Orlandoni Foggia prestito
D Giovanni Bia Udinese definitivo
D Felice Centofanti Genoa definitivo
D Mirko Conte Piacenza definitivo
D Luca Mezzano Torino prestito
D Roberto Carlos Real Madrid definitivo (7 miliardi £)
D Mirko Taccola Napoli definitivo
D Paolo Tramezzani Piacenza definitivo
C Alessandro Bianchi Cesena definitivo
C Francesco Dell'Anno Salernitana definitivo
C Davide Fontolan Bologna definitivo
C Antonio Manicone Perugia definitivo
C Pierluigi Orlandini Verona prestito
C Igor Shalimov Bologna definitivo
A Caio Napoli prestito
A Marco Delvecchio Roma rinnovo prestito
A Mohammed Kallon Lugano rinnovo prestito
A Arturo Di Napoli Napoli rinnovo compartecipazione
A Massimo Marazzina Chievo definitivo
A Sebastián Rambert Boca Juniors definitivo

Sessione autunnaleModifica

Cessioni[37]
R. Nome da Modalità
P Marco Fortin Torres prestito (a settembre)
C Andrea Seno Bologna definitivo (a settembre)
C Giammarco Frezza Fidelis Andria prestito (a novembre)
A Benito Carbone Sheffield Weds definitivo (a ottobre)

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)Modifica

Acquisti[37]
R. Nome da Modalità
A Arturo Di Napoli Napoli riscatto
Cessioni[37]
R. Nome a Modalità
D Gianluca Festa Middlesbrough definitivo
A Gionatha Spinesi Castel di Sangro prestito

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1996-1997.

Girone di andataModifica

Udine
7 settembre 1996, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Udinese0 – 1
referto
InterStadio Friuli
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Milano
15 settembre 1996, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Inter1 – 0
referto
PerugiaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Milano
21 settembre 1996, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Inter1 – 1
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
29 settembre 1996, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
InterStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Milano
12 ottobre 1996, ore 15:00 CEST
5ª giornata
Inter2 – 0
referto
PiacenzaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Torino
20 ottobre 1996, ore 20:30
6ª giornata
Juventus2 – 0
referto
InterStadio delle Alpi
Arbitro:  Braschi (Prato)

Milano
27 ottobre 1996, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Inter3 – 1
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Verona
3 novembre 1996, ore 15:00 CET
8ª giornata
Verona0 – 1
referto
InterStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
16 novembre 1996, ore 15:00 CET
9ª giornata
Inter2 – 2
referto
FiorentinaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Milano
24 novembre 1996, ore 20:30 CET
10ª giornata
Milan1 – 1
referto
InterStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Braschi (Prato)

Milano
30 novembre 1996, ore 15:00 CET
11ª giornata
Inter2 – 2
referto
CagliariStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bettin (Padova)

Vicenza
8 dicembre 1996, ore 15:00 CET
12ª giornata
Vicenza1 – 1
referto
InterStadio Romeo Menti
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
15 dicembre 1996, ore 15:00 CET
13ª giornata
Inter3 – 4
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (45.251 spett.)
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Reggio Emilia
22 dicembre 1996, ore 15:00 CET
14ª giornata
Reggiana1 – 1
referto
InterStadio Giglio
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Milano
5 gennaio 1997, ore 15:00 CET
15ª giornata
Inter3 – 1
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Cesari (Genova)

Napoli
12 gennaio 1997, ore 15:00 CET
16ª giornata
Napoli1 – 2
referto
InterStadio San Paolo
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Milano
19 gennaio 1997, ore 15:00 CET
17ª giornata
Inter0 – 2
referto
BolognaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Girone di ritornoModifica

Milano
26 gennaio 1997, ore 15:00 CET
18ª giornata
Inter1 – 1
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Perugia
2 febbraio 1997, ore 14:30 CET
19ª giornata
Perugia0 – 0
referto
InterStadio Renato Curi
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Roma
16 febbraio 1997, ore 15:00 CET
20ª giornata
Lazio2 – 2
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Milano
23 febbraio 1997, ore 15:00 CET
21ª giornata
Inter2 – 0
referto
AtalantaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Piacenza
1º marzo 1997, ore 15:00 CET
22ª giornata
Piacenza0 – 3
referto
InterStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Milano
9 marzo 1997, ore 20:30 CET
23ª giornata
Inter0 – 0
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Parma
15 marzo 1997, ore 15:00 CET
24ª giornata
Parma1 – 0
referto
InterStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Milano
23 marzo 1997, ore 15:00 CET
25ª giornata
Inter2 – 1
referto
VeronaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Firenze
5 aprile 1997, ore 15:00 CEST
26ª giornata
Fiorentina0 – 0
referto
InterStadio Artemio Franchi
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
13 aprile 1997, ore 20:30 CEST
27ª giornata
Inter3 – 1
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Cagliari
19 aprile 1997, ore 15:00 CEST
28ª giornata
Cagliari1 – 2
referto
InterStadio Sant'Elia
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Milano
3 maggio 1997, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Inter0 – 1
referto
VicenzaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Genova
11 maggio 1997, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Sampdoria1 – 2
referto
InterStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Milano
15 maggio 1997, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Inter3 – 1
referto
ReggianaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Beschin (Legnago)

Roma
18 maggio 1997, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Roma1 – 1
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Milano
25 maggio 1997, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Inter3 – 2
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Bologna
1º giugno 1997, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Bologna2 – 2
referto
InterStadio Dall'Ara
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1996-1997.
Ravenna
28 agosto 1996, ore 20:45 CET
Secondo turno
Ravenna0 – 1InterStadio Bruno Benelli
Arbitro:  Braschi (Prato)

Cagliari
24 ottobre 1996, ore 20:45 CET
Ottavi di finale
Cagliari2 – 2InterStadio Sant'Elia
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Milano
6 novembre 1996, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ripetizione
Inter2 – 1CagliariStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Torino
13 novembre 1996, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Andata
Juventus0 – 3InterStadio delle Alpi
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
18 dicembre 1996, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Inter1 – 1JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Nicchi (Arezzo)

Milano
29 gennaio 1997, ore 20:45 CET
Semifinale - Andata
Inter1 – 1NapoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Napoli
26 febbraio 1997, ore 20:45 CET
Semifinale - Ritorno
Napoli1 – 1InterStadio San Paolo
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1996-1997.
Guingamp
10 settembre 1996, ore 20:45 (CET)
Trentaduesimi di finale - Andata
Guingamp0 – 3
referto
InterStadio du Roudourou (6.981 spett.)
Arbitro:   Vega

Milano
24 settembre 1996, ore 20:45 (CET)
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Inter1 – 1
referto
GuingampStadio Giuseppe Meazza (7.000 spett.)
Arbitro:   Hamer

Milano
15 ottobre 1996, ore 20:45 (CET)
Sedicesimi di finale - Andata
Inter1 – 0
referto
Grazer AKStadio Giuseppe Meazza (8.145 spett.)
Arbitro:   Jol

Kapfenberg
29 ottobre 1996, ore 20:45 (CET)
Sedicesimi di finale - Ritorno
Grazer AK1 – 0
(d.t.s.)
referto
InterFranz Fekete Stadion (10.500 spett.)
Arbitro:   Veissière

Milano
19 novembre 1996, ore 20:45 (CET)
Ottavi di finale - Andata
Inter5 – 1
referto
BoavistaStadio Giuseppe Meazza (20.018 spett.)
Arbitro:   Durkin

Oporto
3 dicembre 1996, ore 20:45 (CET)
Ottavi di finale - Ritorno
Boavista0 – 2
referto
InterEstádio do Bessa Século XXI (15.000 spett.)
Arbitro:   Merk

Bruxelles
4 marzo 1997, ore 20:45 (CET)
Quarti di finale - Andata
Anderlecht1 – 1
referto
InterConstant Vanden Stock Stadium (27.000 spett.)
Arbitro:   Puhl

Milano
18 marzo 1997, ore 20:45 (CET)
Quarti di finale - Ritorno
Inter2 – 1
referto
AnderlechtStadio Giuseppe Meazza (43.221 spett.)
Arbitro:   Heynemann

Milano
8 aprile 1997, ore 20:45 (CET)
Semifinale - Andata
Inter3 – 1
referto
MonacoStadio Giuseppe Meazza (49.078 spett.)
Arbitro:   Piraux

Principato di Monaco
22 aprile 1997, ore 20:45 (CET)
Semifinale - Ritorno
Monaco1 – 0
referto
InterStade Louis II (20.000 spett.)
Arbitro:   Van der Ende

Gelsenkirchen
7 maggio 1997, ore 20:45 (CET)
Finale - Andata
Schalke 041 – 0
referto
InterParkstadion (56.824 spett.)
Arbitro:   Batta

Milano
21 maggio 1997, ore 20:45 (CET)
Finale - Ritorno
Inter1 – 0
(d.t.s.)
referto
Schalke 04Stadio Giuseppe Meazza (81.675 spett.)
Arbitro:   García-Aranda

StatisticheModifica

Statistiche aggiornate al 1º giugno 1997.

Statistiche di squadraModifica

Competizione Punti In casa In trasferta Totale D.R.
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 59 17 9 5 3 31 18 17 6 9 2 20 17 34 15 14 5 51 35 16
  Coppa Italia - 3 1 2 0 4 3 4 2 2 0 7 3 7 3 4 0 11 6 5
  Coppa UEFA - 6 5 1 0 13 4 6 2 1 3 6 4 12 7 2 3 19 8 11
Totale - 26 15 8 3 48 25 27 10 12 5 33 24 53 25 20 8 81 49 32

Statistiche dei giocatoriModifica

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.[2]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Totale
                               
Angloma, J. J. Angloma 301??60??102??463??
Bergomi, G. G. Bergomi 190??70??100??360??
Berti, N. N. Berti 231??70??80??381??
Branca, M. M. Branca 215??40??61??316??
Carbone, B. B. Carbone 10??10??20??40??
D'Autilia, S. S. D'Autilia 000010??0000100+0+
Di Napoli, A. A. Di Napoli 60??00000000600+0+
Djorkaeff, Y. Y. Djorkaeff 3314??61??102??4917??
Festa, G. G. Festa 50??20??40??110??
Fresi, S. S. Fresi 291??50??100??441??
Galante, F. F. Galante 180??60??40??280??
Ganz, M. M. Ganz 3011??71??118??4820??
Ince, P. P. Ince 247??42??101??3810??
Kanu, N. N. Kanu 0000000000000000
Mazzantini, A. A. Mazzantini 1-0??0-0000-0001-00+0+
Paganin, M. M. Paganin 320??61??110??491??
Pagliuca, G. G. Pagliuca 34-35??7-6??12-8??53-49??
Pantanelli, A. A. Pantanelli 0-0000-0000-0000-000
Pistone, A. A. Pistone 260??40??90??390??
Seno, A. A. Seno 000010??0000100+0+
Sforza, C. C. Sforza 261??30??113??404??
Spinesi, G. G. Spinesi 0000000000000000
Tarantino, M. M. Tarantino 0000000000000000
Winter, A. A. Winter 240??71??110??421??
Zamorano, I. I. Zamorano 317??75??102??4814??
Zanetti, J. J. Zanetti 333??51??120??504??

NoteModifica

  1. ^ Subentrato alla 33ª giornata.
  2. ^ a b c Inter, p. 378.
  3. ^ a b c d (EN) Andrea Bovone e Lorenzo Calvelli, Statistiche Spettatori Serie A 1996-1997, su stadiapostcards.com.
  4. ^ Missing in action: Ivan Bam Bam Zamorano, su inter.it, 17 giugno 2014.
  5. ^ Benedetto Ferrara, DJORKAEF, in la Repubblica, 20 maggio 1996, p. 40.
  6. ^ Benedetto Ferrara, Andersson al Bologna: affare fatto, in la Repubblica, 22 giugno 1996, p. 44.
  7. ^ Gianni Piva, L'Inter spende ancora, in la Repubblica, 6 agosto 1996, p. 45.
  8. ^ Senza Branca, è l'Inter di Ganz, in la Repubblica, 18 agosto 1996, p. 36.
  9. ^ Gianluca Di Marzio, Centofanti, cuore di Inter, in La Gazzetta dello Sport, 19 marzo 2004.
  10. ^ Juve, fuga per lo scudetto, in La Stampa, 21 ottobre 1996, p. 27.
  11. ^ Franco Badolato, E Zamorano ridà la testa all'Inter, in La Stampa, 28 ottobre 1996, p. 29.
  12. ^ Roberto Beccantini, La Fiorentina dice no alla fuga dell'Inter, in La Stampa, 17 novembre 1996, p. 27.
  13. ^ Hodgson: voglio rinforzi, in La Stampa, 18 novembre 1996, p. 31.
  14. ^ Bruno Bernardi, Mancini carica i bomber dell'Inter, in La Stampa, 20 novembre 1996, p. 30.
  15. ^ Gianni Piva, Un portiere che fa regali, in la Repubblica, 4 dicembre 1996, p. 48.
  16. ^ Luca Curino, Gaetano Imparato e Andrea Elefante, Anche l'arbitro voleva la maglia, in La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 1997.
  17. ^ Paolo Condò e Luca Curino, Ince fa la parte del leone, in La Gazzetta dello Sport, 2 marzo 1997.
  18. ^ Luca Curino e Andrea Schianchi, A Parma giocano tutti contro l'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 14 marzo 1997, p. 5.
  19. ^ Gianni Mura, Juve sempre più padrona, in la Repubblica, 16 marzo 1997, p. 39.
  20. ^ Gianni Piva, Inter a pezzi, Moratti in allarme, in la Repubblica, 18 marzo 1997, p. 47.
  21. ^ Gianni Piva, Ganz rilancia l'Inter in alto, in la Repubblica, 19 marzo 1997, p. 47.
  22. ^ Franco Arturi, Mai tranquilli con la pazza Inter, in La Gazzetta dello Sport, 9 aprile 1997.
  23. ^ Nicola Cecere e Luca Curino, L'uomo delle parate decisive, in La Gazzetta dello Sport, 21 aprile 1997.
  24. ^ Nino Sormani, Pagliuca: Inter, stavolta prova a diventare grande, in La Stampa, 20 maggio 1997, p. 33.
  25. ^ Licia Granello, Milan a pezzi, l'Inter si diverte, in la Repubblica, 14 aprile 1997, p. 35.
  26. ^ Gianni Piva, Inter, è la sconfitta più bella, in La Gazzetta dello Sport, 23 aprile 1997, p. 43.
  27. ^ Gianni Mura, Punita un'Inter modesta, in la Repubblica, 8 maggio 1997, p. 50.
  28. ^ a b c d e Alberto Cerruti e Antonello Capone, Inter, che peccato, in La Gazzetta dello Sport, 22 maggio 1997.
  29. ^ Nicola Cecere, Bergomi: «Che lite quella notte tra Hodgson e Zanetti», in La Gazzetta dello Sport, 5 aprile 2011.
  30. ^ Enrico Currò, Mr. Hodgson, addio Inter, in la Repubblica, 24 maggio 1997, p. 45.
  31. ^ Gianni Mura, Orgoglio nerazzurro, in la Repubblica, 26 maggio 1997, p. 36.
  32. ^ Lodovico Maradei, Nicola Cecere e Silvano Stella, Le illusioni di Bologna-Inter, in La Gazzetta dello Sport, 2 giugno 1997.
  33. ^ Rinaldo Gianola, La sgommata della Pirelli, in la Repubblica, 7 aprile 1997, p. 11.
  34. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato.
  35. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  36. ^ Acquistato durante la sessione invernale del calciomercato.
  37. ^ a b c d e Acquisti e cessioni dell'Inter 1996/97, su storiainter.com. URL consultato il 6 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2011).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica