Apri il menu principale

Football Club Internazionale Milano 1997-1998

Football Club Internazionale Milano
Rosa completa Inter 1997-1998.jpg
La rosa completa dell'Inter per la stagione 1997-98
Stagione 1997-1998
AllenatoreItalia Luigi Simoni
All. in secondaItalia Sergio Pini
PresidenteItalia Massimo Moratti
Serie A2º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa UEFAVincitrice
Maggiori presenzeCampionato: Pagliuca (34)[1]
Totale: Pagliuca (49)
Miglior marcatoreCampionato: Ronaldo (25)[1]
Totale: Ronaldo (34)
StadioGiuseppe Meazza
Abbonati47 630[2]
Maggior numero di spettatori80 905 vs Milan (22 novembre 1997)[2]
Minor numero di spettatori57 352 vs Lecce (15 febbraio 1998)[2]
Media spettatori67 597[2]¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 16 maggio 1998

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 1997-1998.

StagioneModifica

 
Da sinistra: due tra le maggiori novità interiste della stagione, il numero dieci Ronaldo e l'allenatore Gigi Simoni, tra gli artefici della vittoriosa campagna in Coppa UEFA.

Dopo la finale di Coppa UEFA persa ai rigori e il terzo posto in campionato, nell'estate 1997 il presidente Massimo Moratti puntò su Luigi Simoni per la panchina.[3] Il mercato vide numerosi arrivi, il più importante dei quali — in senso economico e sportivo — fu rappresentato dal brasiliano Ronaldo, ingaggiato dal Barcellona per oltre 100 miliardi di lire.[4] Furono acquistati anche i difensori Sartor e West, il centrocampista Diego Simeone, l'ala Moriero e il fantasista Recoba;[5][6][7] quest'ultimo, giudicato un «fuoriclasse» da Moratti[8], si presentò al pubblico di San Siro con una doppietta nella prima giornata di campionato: l'Inter, venutasi a trovare in svantaggio con il Brescia, compì una vittoriosa rimonta.[9]

A fine settembre, con quattro vittorie in altrettante giornate, i nerazzurri comandavano la classifica[10][11][12]: nei primi due turni di Coppa UEFA la formazione eliminò invece il Neuchâtel Xamax e il Lione, sconfiggendo gli elvetici in entrambe le gare e rimontando i transalpini in trasferta dopo una sconfitta casalinga.[13] Un'analoga situazione si verificò negli ottavi di finale, quando lo Strasburgo batté i milanesi all'andata per poi cedere nel retour match.[14] La marcia in campionato proseguì con i nerazzurri in vetta, registrando l'unica nota dolente a ridosso della pausa natalizia quando la squadra cadde nei minuti di recupero sul campo di Udine.[15] Nella giornata successiva, andò in scena il derby d'Italia che i meneghini fecero loro grazie ad una rete di Djorkaeff[16]: il crollo interno con il Bari favorì l'avvicinamento dei bianconeri[17], che al giro di boa sopravanzarono l'Inter di un punto incamerando il titolo d'inverno.[18]

Nel girone di ritorno la Beneamata rimase sulla scia dei torinesi[19], perdendo tuttavia gare importanti con Lazio e Parma.[20][21] Pervenuta a disputare i quarti di finale della Coppa UEFA dopo aver eliminato lo Schalke 04, l'Inter accorciò il distacco dalla Juventus con una serie di 6 vittorie consecutive: a farne le spese furono nell'ordine Atalanta, Milan[22], Vicenza, Sampdoria, Roma e Udinese.[23] In coppa, i lombardi ebbero invece la meglio sui russi dello Spartak Mosca vincendo per 2-1 sia in casa che in trasferta.[24] Alla quartultima giornata, i nerazzurri si presentarono in casa della Vecchia Signora con un punto di ritardo per una sfida fondamentale in chiave-Scudetto.[25] I bianconeri passarono in vantaggio con Del Piero[26], mentre al 70' un contatto in area tra Ronaldo e Iuliano avrebbe potuto causare un rigore: l'arbitro Ceccarini non ritenne però di dover assegnare il tiro dagli 11 metri.[26] L'azione proseguì, con il direttore di gara che concesse la massima punizione ai torinesi: Pagliuca negò il raddoppio a Del Piero.[26] Simoni si spinse ai margini del campo per protestare, venendo espulso[26]: stessa sorte toccò, pochi minuti dopo, a Zé Elias che colpì Deschamps con una gomitata.[26] La vittoria dei piemontesi costituì, di fatto, un'ipoteca sul titolo spingendo a +4 la squadra di Lippi.[26] Le polemiche non si placarono nemmeno nei giorni seguenti[27], tanto che in Parlamento venne sfiorata una rissa.[28]

L'Inter poté consolarsi con il successo in Coppa UEFA — primo trofeo dell'era Moratti — ottenuto a Parigi battendo la Lazio: nella prima finale del torneo disputata in gara secca, i nerazzurri si imposero per 3-0.[29] Il campionato terminò invece con il secondo posto, circostanza che valse (grazie alla riforma delle coppe europee) il ritorno in Champions League.[30]

Maglie e sponsorModifica

 
Il neoacquisto Álvaro Recoba in azione con la terza maglia stagionale, "promossa" a divisa casalinga nelle coppe.

Lo sponsor tecnico per la stagione 1997-1998 fu per l'ultima volta Umbro, mentre lo sponsor ufficiale fu Pirelli.

Casa
Trasferta
Coppa UEFA

Organigramma societarioModifica

Area direttiva

Area comunicazione

  • Responsabile area comunicazione: Gino Franchetti
  • Ufficio Stampa: Sandro Sabatini

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Piero Volpi e Fabio Forloni
  • Fisioterapista: Marco Chaulan
  • Massaggiatori: Massimo Della Casa e Marco Della Casa

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)Modifica

Acquisti[34]
R. Nome da Modalità
P Marco Fortin Torres fine prestito
P Giorgio Frezzolini Trapani fine prestito
P Raffaele Nuzzo Gualdo fine prestito
P Paolo Orlandoni Foggia fine prestito
D André Cruz Napoli definitivo
D Alessandro Fioretti Trapani fine prestito
D Natale Gonnella Ravenna fine prestito
D Luca Mezzano Torino fine prestito
D Devis Nossa Orsa Treviglio definitivo
D Alessandro Pedroni Cremonese fine prestito
D Luigi Sartor Vicenza definitivo (6.4 miliardi £)
D Taribo West Auxerre definitivo (6 miliardi £)
C Benoît Cauet Paris Saint-Germain definitivo (5 miliardi £)
C Fabio Cinetti Torino fine prestito
C Alessandro Conticchio Gualdo riscatto
C Fabio Di Sauro Cremonese riscatto
C Francesco Moriero Milan compartecipazione (1 milione £)
C Marco Nichetti Gualdo riscatto
C Pierluigi Orlandini Verona fine prestito
C Diego Simeone Atlético Madrid definitivo (13 miliardi £)
C Gianni Testa Frosinone fine prestito
C Andrea Zanchetta Foggia riscatto
C Zé Elias Bayer Leverkusen definitivo (10 miliardi £)
A Caio Ribeiro Decoussau Napoli fine prestito
A Samuel Ipoua Torino fine prestito
A Mohammed Kallon Lugano fine prestito
A Fabrizio Laccetti Solbiatese fine prestito
A Álvaro Recoba Nacional definitivo (7 miliardi £)
A Ronaldo Barcellona definitivo (48 miliardi £)
A Alessandro Sgrigna Lodigiani definitivo
A Marco Veronese Monza fine prestito
Cessioni[34]
R. Nome da Modalità
P Christian Berretta Varese definitivo
P Marco Fortin Giorgione definitivo
P Paolo Orlandoni Acireale prestito
P Giorgio Frezzolini Fidelis Andria Udinese prestito
D André Cruz Milan definitivo
D Jocelyn Angloma Valencia definitivo
D Matteo Ferrari Genoa definitivo
D Natale Gonnella Verona definitivo
D Alessandro Pedroni Monza definitivo
D Alessandro Pistone Newcastle Utd definitivo
C Fabio Cinetti Chievo prestito
C Alessandro Conticchio Lecce definitivo
C Fabio Di Sauro Fidelis Andria prestito
C Paul Ince Liverpool definitivo
C Marco Nichetti Ascoli Varese prestito
C Pierluigi Orlandini Parma definitivo
C Ciriaco Sforza Kaiserslautern definitivo
C Gianni Testa Lodigiani definitivo
C Andrea Zanchetta Chievo compartecipazione
A Caio Santos definitivo
A Marco Delvecchio Roma definitivo
A Arturo Di Napoli Vicenza prestito
A Samuel Ipoua Rapid Vienna rinnovo prestito
A Mohammed Kallon Bologna Genoa prestito
A Gionatha Spinesi Castel di Sangro compartecipazione
A Marco Veronese Prato prestito

Sessione autunnaleModifica

Acquisti[34]
R. Nome da Modalità
D Francesco Colonnese Napoli definitivo
D Mauro Milanese Parma definitivo
D Martín Rivas Danubio definitivo
C Paulo Sousa Borussia Dortmund definitivo (13,2 miliardi £)
Cessioni[34]
R. Nome da Modalità
D Massimo Paganin Bologna definitivo (a settembre)
D Massimo Tarantino Bologna compartecipazione (a novembre)
C Nicola Berti Tottenham definitivo (a dicembre)
A Marco Branca Middlesbrough definitivo (a novembre)
A Maurizio Ganz Milan definitivo (a novembre)

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)Modifica

Acquisti[34]
R. Nome da Modalità
P Sébastien Frey Cannes definitivo
Cessioni[34]
R. Nome a Modalità
P Sébastien Frey Cannes prestito

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1997-1998.

Girone di andataModifica

Milano
31 agosto 1997, ore 16:00 (CET)
1ª giornata
Inter2 – 1
referto
BresciaStadio Giuseppe Meazza (69.682 spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Bologna
14 settembre 1997, ore 16:00 (CET)
2ª giornata
Bologna2 – 4
referto
InterStadio Renato Dall'Ara (36.267 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Milano
21 settembre 1997, ore 16:00 (CET)
3ª giornata
Inter3 – 2
referto
FiorentinaStadio Giuseppe Meazza (73.375 spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Lecce
27 settembre 1997, ore 20:30 (CET)
4ª giornata
Lecce1 – 5
referto
InterStadio Via del Mare (35.535 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Milano
5 ottobre 1997, ore 20:30 (CET)
5ª giornata
Inter1 – 1
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza (65.656 spett.)
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Napoli
18 ottobre 1997, ore 15:30 (CET)
6ª giornata
Napoli0 – 2
referto
InterStadio San Paolo (55.881 spett.)
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Milano
1º novembre 1997, ore 14:30 (CET)
7ª giornata
Inter1 – 0
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza (72.000 spett.)
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Bergamo
9 novembre 1997, ore 15:00 (CET)
8ª giornata
Atalanta1 – 2
referto
InterStadio Atleti Azzurri d'Italia (23.870 spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Milano
22 novembre 1997, ore 20:30 CET
9ª giornata
Inter2 – 2
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza (80.905 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Vicenza
30 novembre 1997, ore 15:00 (CET)
10ª giornata
Vicenza1 – 3
referto
InterStadio Romeo Menti (19.744 spett.)
Arbitro:  Trentalange (Torino)

Genova
6 dicembre 1997, ore 14:30 (CET)
11ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
InterStadio Luigi Ferraris (35.375 spett.)
Arbitro:  Treossi (Forlì)

Milano
14 dicembre 1997, ore 14:30 (CET)
12ª giornata
Inter3 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza (65.846 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Udine
21 dicembre 1997, ore 20:30 (CET)
13ª giornata
Udinese1 – 0
referto
InterStadio Friuli (29.123 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Milano
4 gennaio 1998, ore 20:30 (CET)
14ª giornata
Inter1 – 0
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (80.569 spett.)
Arbitro:  Braschi (Prato)

Piacenza
11 gennaio 1998, ore 14:30 (CET)
15ª giornata
Piacenza0 – 1
referto
InterStadio Leonardo Garilli (17.508 spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Milano
18 gennaio 1998, ore 14:30 (CET)
16ª giornata
Inter0 – 1
referto
BariStadio Giuseppe Meazza (63.846 spett.)
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Empoli
25 gennaio 1998, ore 14:30 (CET)
17ª giornata
Empoli1 – 1
referto
InterStadio Carlo Castellani (19.720 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

Girone di ritornoModifica

Brescia
1º febbraio 1998, ore 14:30 (CET)
18ª giornata
Brescia0 – 1
referto
InterStadio Mario Rigamonti (26.121 spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
8 febbraio 1998, ore 14:30 (CET)
19ª giornata
Inter0 – 1
referto
BolognaStadio Giuseppe Meazza (66.327 spett.)
Arbitro:  Bettin (Padova)

Firenze
11 febbraio 1998, ore 20:30 (CET)
20ª giornata
Fiorentina1 – 1
referto
InterStadio Artemio Franchi (40.547 spett.)
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Milano
15 febbraio 1998, ore 15:00 (CET)
21ª giornata
Inter5 – 0
referto
LecceStadio Giuseppe Meazza (57.362 spett.)
Arbitro:  Serena (Bassano del Grappa)

Roma
22 febbraio 1998, ore 15:00 (CET)
22ª giornata
Lazio3 – 0
referto
InterStadio Olimpico (66.535 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
28 febbraio 1998, ore 20:30 (CET)
23ª giornata
Inter2 – 0
referto
NapoliStadio Giuseppe Meazza (57.564 spett.)
Arbitro:  Rossi (Ciampino)

Parma
8 marzo 1998, ore 15:00 (CET)
24ª giornata
Parma1 – 0
referto
InterStadio Ennio Tardini (27.924 spett.)
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Milano
14 marzo 1998, ore 15:00 (CET)
25ª giornata
Inter4 – 0
referto
AtalantaStadio Giuseppe Meazza (60.131 spett.)
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Milano
22 marzo 1998, ore 20:30 (CET)
26ª giornata
Milan0 – 3
referto
InterStadio Giuseppe Meazza (80.227 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Milano
28 marzo 1998, ore 15:00 (CET)
27ª giornata
Inter2 – 1
referto
VicenzaStadio Giuseppe Meazza (64.674 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
5 aprile 1998, ore 15:00 (CET)
28ª giornata
Inter3 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (69.273 spett.)
Arbitro:  Boggi (Salerno)

Roma
11 aprile 1998, ore 16:00 (CET)
29ª giornata
Roma1 – 2
referto
InterStadio Olimpico (71.766 spett.)
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
19 aprile 1998, ore 16:00 (CET)
30ª giornata
Inter2 – 0
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza (77.172 spett.)
Arbitro:  Borriello (Mantova)

Torino
26 aprile 1998, ore 16:00 (CET)
31ª giornata
Juventus1 – 0
referto
InterStadio delle Alpi (64.001 spett.)
Arbitro:  Ceccarini (Livorno)

Milano
3 maggio 1998, ore 16:00 (CET)
32ª giornata
Inter0 – 0
referto
PiacenzaStadio Giuseppe Meazza (65.484 spett.)
Arbitro:  Bazzoli (Merano)

Bari
10 maggio 1998, ore 16:00 (CET)
33ª giornata
Bari2 – 1
referto
InterStadio San Nicola (48.614 spett.)
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
16 maggio 1998, ore 16:00 (CET)
34ª giornata
Inter4 – 1
referto
EmpoliStadio Giuseppe Meazza (58.205 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1997-1998.
Foggia
3 settembre 1997, ore 20:45 CET
Sedicesimi di finale - Andata
Foggia0 – 1InterStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Pairetto (Nichelino)

Milano
23 settembre 1997, ore 20:45 CET
Sedicesimi di finale - Ritorno
Inter3 – 2FoggiaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Rossi (Ciampino)

Piacenza
15 ottobre 1997, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Andata
Piacenza0 – 3InterStadio Leonardo Garilli
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Monza
18 novembre 1997, ore 20:45 CET
Ottavi di finale - Ritorno
Inter0 – 1PiacenzaStadio Brianteo (5.000 spett.)
Arbitro:  Branzoni (Pavia)

Milano
8 gennaio 1998, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Andata
Milan5 – 0InterStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Cesari (Genova)

Milano
21 gennaio 1998, ore 20:45 CET
Quarti di finale - Ritorno
Inter1 – 0MilanStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Bettin (Padova)

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 1997-1998.
Milano
16 settembre 1997, ore 20:45 (CET)
Trentaduesimi di finale - Andata
Inter2 – 0
referto
Neuchâtel XamaxStadio Giuseppe Meazza (30.000 spett.)
Arbitro:   Nilsson

Neuchâtel
30 settembre 1997, ore 20:45 (CET)
Trentaduesimi di finale - Ritorno
Neuchâtel Xamax0 – 2
referto
InterLa Maladière (15.000 spett.)
Arbitro:   Wójcik

Milano
21 ottobre 1997, ore 20:45 (CET)
Sedicesimi di finale - Andata
Inter1 – 2
referto
Olympique LioneStadio Giuseppe Meazza (16.085 spett.)
Arbitro:   Mikkelsen

Lione
4 novembre 1997, ore 20:45 (CET)
Sedicesimi di finale - Ritorno
Olympique Lione1 – 3
referto
InterStadio di Gerland (29.591 spett.)
Arbitro:   Heynemann

Strasburgo
25 novembre 1997, ore 20:45 (CET)
Ottavi di finale - Andata
Strasburgo2 – 0
referto
InterStadio della Meinau (25.101 spett.)
Arbitro:   Khussainov

Milano
9 dicembre 1997, ore 20:45 (CET)
Ottavi di finale - Ritorno
Inter3 – 0
referto
StrasburgoStadio Giuseppe Meazza (46.560 spett.)
Arbitro:   Ouzounov

Milano
3 marzo 1998, ore 20:45 (CET)
Quarti di finale - Andata
Inter1 – 0
referto
Schalke 04Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro:   Meier

Gelsenkirchen
17 marzo 1998, ore 20:30 (CET)
Quarti di finale - Ritorno
Schalke 041 – 1
(d.t.s.)
referto
InterParkstadion (58.000 spett.)
Arbitro:   Veissière

Milano
31 marzo 1998, ore 20:45 (CET)
Semifinale - Andata
Inter2 – 1
referto
Spartak MoscaStadio Giuseppe Meazza (57.803 spett.)
Arbitro:   Merk

Mosca
14 aprile 1998, ore 17:30 (CET)
Semifinale - Ritorno
Spartak Mosca1 – 2
referto
InterStadio Dinamo (36.500 spett.)
Arbitro:   Dallas

Parigi
6 maggio 1998, ore 20:45 (CET)
Finale
Inter3 – 0
referto
LazioParco dei Principi (44.412 spett.)
Arbitro:   López Nieto

StatisticheModifica

Statistiche aggiornate al 16 maggio 1998.

Statistiche di squadraModifica

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
  Serie A 69 17 12 3 2 35 10 17 9 3 5 27 17 34 21 6 7 62 27 35
  Coppa Italia - 3 2 0 1 4 3 3 2 0 1 4 5 6 4 0 2 8 8 0
  Coppa UEFA - 5 4 0 1 9 3 5 3 1 1 8 5 11[35] 8 1 2 20 8 12
Totale - 25 18 3 4 48 16 25 14 4 7 39 27 51 33 7 11 90 43 47

Statistiche dei giocatoriModifica

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa UEFA Totale
                               
Bergomi, G. G. Bergomi 2807050009030420100
Berti, N. N. Berti 40??40??20??100??
Branca, M. M. Branca 71??41??10??122??
Cauet, B. B. Cauet 282305000912042350
Colonnese, F. F. Colonnese 211??30??50??291??
Djorkaeff, Y. Y. Djorkaeff 298304010902042860
Fresi, S. S. Fresi 160??20??50??230??
Galante, F. F. Galante 202704000701031280
Ganz, M. M. Ganz 62??10??32??104??
Kanu, N. N. Kanu 111??20??50??181??
Mazzantini, A. A. Mazzantini 1-1??2-1??0-0003-20+0+
Mezzano, L. L. Mezzano 40??20??20??80??
Milanese, M. M. Milanese 91??00000000910+0+
Moriero, F. F. Moriero 283101601010310446121
Nuzzo, R. R. Nuzzo 0-0000-0000-0000-000
Pagliuca, G. G. Pagliuca 34-26??4-8??11-8??49-42??
Recoba, A. A. Recoba 83??52??60??195??
Rivas, M. M. Rivas 10??10??10??30??
Ronaldo, Ronaldo 322510430011610473420
Sartor, L. L. Sartor 231??60??90??381??
Simeone, D. D. Simeone 3069120109120417121
Sousa, P. P. Sousa 110??000000001100+0+
Tarantino, M. M. Tarantino 000020??0000200+0+
West, T. T. West 231303000811134241
Winter, A. A. Winter 240??31??80??351??
Zamorano, I. I. Zamorano 131102010521020330
Zanetti, J. J. Zanetti 280204000922041240
Zé Elias, Zé Elias 200413110713030281

NoteModifica

  1. ^ a b Almanacco Illustrato del Calcio 1999, Modena, Panini Editore, 1998, pp. 712, ISBN 9771129338008.
  2. ^ a b c d (EN) Andrea Bovone e Lorenzo Calvelli, Statistiche Spettatori Serie A 1997-1998, su stadiapostcards.com.
  3. ^ Licia Granello, FORZA O FANTASIA, LA SFIDA È APERTA, in la Repubblica, 30 giugno 1997, p. 42.
  4. ^ Nicola Binda, RONALDO AI MIEI PIEDI, in La Gazzetta dello Sport, 5 luglio 1997.
  5. ^ Franco Tomali, Giampietro Agus, Bruno Bartolozzi e Antonello Capone, Simoni sceglie la spalla di Ronaldo, in La Gazzetta dello Sport, 7 luglio 1997.
  6. ^ Nicola Cecere, Fabio Bianchi e Andrea Elefante, Simeone fa pesare l'esperienza, in La Gazzetta dello Sport, 13 luglio 1997.
  7. ^ Nicola Cecere, Andrea Elefante e Ardengo Cortini, Campione da maneggiare con cura, in La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 1997.
  8. ^ Nicola Cecere, Moratti sceglie un nuovo pupillo, in La Gazzetta dello Sport, 28 luglio 1997.
  9. ^ Luca Curino e Nicola Cecere, L'Inter e la variante Recoba, in La Gazzetta dello Sport, 2 settembre 1997.
  10. ^ Giovanni Egidio, Inter spietata, Baggio s'arrende, in la Repubblica, 15 settembre 1997, p. 39.
  11. ^ Gianni Mura, Fiorentina, beffa a San Siro, in la Repubblica, 22 settembre 1997, p. 36.
  12. ^ Enrico Currò, Djorkaeff, Ronaldo: è facile, in la Repubblica, 28 settembre 1997, p. 41.
  13. ^ Gianni Piva, Non c'è solo Ronaldo, Inter super a Lione, in la Repubblica, 5 novembre 1997, p. 51.
  14. ^ Gianni Piva, Grande Inter, in la Repubblica, 10 dicembre 1997, p. 42.
  15. ^ Gianni Mura, Udinese sensazionale, l'Inter è umana, in la Repubblica, 22 dicembre 1997, p. 36.
  16. ^ Lodovico Maradei e Nicola Cecere, È un'Inter spietata, in La Gazzetta dello Sport, 5 gennaio 1998.
  17. ^ Salvatore Lo Presti e Lodovico Maradei, Questa Juventus mette paura, in La Gazzetta dello Sport, 19 gennaio 1998.
  18. ^ Gianni Mura, Juventus, mezzo scudetto, in la Repubblica, 26 gennaio 1998, p. 31.
  19. ^ Gianni Piva, Il Fenomeno trascina l'Inter, in la Repubblica, 16 febbraio 1998, p. 32.
  20. ^ Alessandro De Calò, Maghi, papere, astronauti e Juve-Inter, in La Gazzetta dello Sport, 20 febbraio 1998.
  21. ^ Gianni Mura, Ronaldo sciupa un rigore, il Parma non perdona, in la Repubblica, 9 marzo 1998, p. 38.
  22. ^ Licia Granello, Milan, umiliazione derby, in la Repubblica, 23 marzo 1998, p. 36.
  23. ^ L'Inter morde la Juve, in La Gazzetta dello Sport, 12 aprile 1998.
  24. ^ Nicola Cecere, Ronaldissima Inter, in La Gazzetta dello Sport, 15 aprile 1998.
  25. ^ Gianni Piva, Alla pari con i più forti, in la Repubblica, 26 aprile 1998, p. 42.
  26. ^ a b c d e f Lodovico Maradei e Germano Bovolenta, Juve, fuga tra i veleni, in La Gazzetta dello Sport, 27 aprile 1998.
  27. ^ Alberto Cerruti, Luca Curino e Antonello Capone, "Dovevamo andarcene dal campo", in La Gazzetta dello Sport, 28 aprile 1998.
  28. ^ Juve-Inter alla Camera, è rissa tra gli onorevoli, su repubblica.it, 29 aprile 1998.
  29. ^ Alberto Cerruti, Luigi Garlando e Antonello Capone, Champagne per l'Inter, in La Gazzetta dello Sport, 7 maggio 1998.
  30. ^ Gianni Piva, Ma questo scudetto poteva essere nostro, in la Repubblica, 17 maggio 1998, p. 47.
  31. ^ Panini – l'Unità, pp. 14-15.
  32. ^ a b c d Ceduto nella sessione autunnale di calciomercato.
  33. ^ a b c Acquistato nella sessione autunnale di calciomercato.
  34. ^ a b c d e f Acquisti e cessioni dell'Inter 1997/98, su storiainter.com. URL consultato il 18 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2011).
  35. ^ La finale di Coppa UEFA si è disputata in campo neutro al Parco dei Principi di Parigi

BibliografiaModifica

  • Calciatori 1997-98, Modena – Milano, Panini – l'Unità.

Collegamenti esterniModifica