Apri il menu principale
Football Club Internazionale Milano
Stagione 2003-2004
AllenatoreArgentina Héctor Cúper
Italia Corrado Verdelli[1]
Italia Alberto Zaccheroni[2]
All. in secondaArgentina Oscar Armando Cavallero
Italia Corrado Verdelli
Italia Stefano Agresti[2]
PresidenteItalia Massimo Moratti
Italia Giacinto Facchetti[3]
Serie A4º posto (in Champions League)
Champions LeagueFase a gironi
Coppa UEFAQuarti di finale
Coppa ItaliaSemifinali
Maggiori presenzeCampionato: Javier Zanetti (34)
Totale: Javier Zanetti (51)
Miglior marcatoreCampionato: Vieri (13)
Totale: Vieri (17)
StadioGiuseppe Meazza (San Siro)
Abbonati45 593[4]
Maggior numero di spettatori75 831 vs. Milan (5 ottobre 2003)[4]
Minor numero di spettatori49 805 vs. Empoli (18 gennaio 2004)[4]
Media spettatori58 352[4]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 16 maggio 2004

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Football Club Internazionale Milano nelle competizioni ufficiali della stagione 2003-2004.

Indice

StagioneModifica

 
Alberto Zaccheroni, in panchina dall'ottobre 2003 al giugno 2004.[5]

Massimo Moratti confermò Héctor Cúper in panchina, dando così fiducia al tecnico argentino per il terzo anno consecutivo.[6] Gli acquisti estivi rispecchiarono le richieste dell'allenatore: a Milano giunsero il difensore centrale Helveg, i centrocampisti Karagounis e Lamouchi, le ali Van der Meyde, Kily González e Luciano.[6] Fu infine acquistato Cruz dal Bologna per sostituire Crespo (trasferitosi al Chelsea).[7] Inoltre, la prima squadra accolse stabilmente due giovani della Primavera che avevano già esordito l'anno prima: lo stopper Pasquale e la punta Martins.[6] L'Inter partì bene in campionato, vincendo le prime due partite e non subendo gol nelle prime quattro[8]; in Champions League debuttò invece con una storica vittoria sul campo dell'Arsenal per 3-0[9], che valse a Cúper gli insoliti elogi della stampa per il gioco espresso.[10] Il tecnico ricadde però nel mirino della critica quasi subito, dopo i pareggi senza gol con Sampdoria e Udinese e la sconfitta nel derby.[11] Nonostante le rassicurazioni giunte dal club[12], fu esonerato in seguito al pareggio di Brescia.[13] In attesa dell'arrivo di Zaccheroni, in panchina sedette il quarantenne Corrado Verdelli: la sua unica gara fu in Champions contro la Lokomotiv Mosca, con i nerazzurri sconfitti per 3-0.[14]

L'ex allenatore di Milan e Lazio esordì pareggiando con la Roma[5], per poi infilare 6 vittorie consecutive.[5][15] Degna di nota fu l'affermazione (per 3-1) in casa della Juventus, campo sul quale i nerazzurri non si imponevano dal 1993.[5] Soltanto quattro giorni prima, la squadra si era arresa per 5-1 all'Arsenal registrando la peggior disfatta europea della sua storia.[5][16][17] L'Inter si qualificò ai quarti di Coppa Italia e riaccese le speranze di tornare ai vertici in campionato[18][19][20], ma in Champions League mancò l'accesso agli ottavi.[21] Il terzo posto nel girone valse comunque il ripescaggio in Coppa UEFA, dove la squadra fu ammessa ai sedicesimi di finale.[22]

Le prime settimane del 2004 furono particolarmente sofferte per l'Inter, con i tifosi che cominciarono a contestare Zaccheroni e i calciatori (in particolare Vieri) dopo la sconfitta con l'Empoli.[23] All'indomani della partita con i toscani, Moratti si dimise dall'incarico di presidente affidandolo a Giacinto Facchetti.[24][25] La dirigenza intervenne nuovamente sul mercato, acquistando Adriano dal Parma (di ritorno dopo un lungo prestito, iniziato alla Fiorentina) e Dejan Stanković dalla Lazio.[26][27] Gli stessi ducali e biancocelesti rappresentavano le maggiori rivali nella lotta al quarto posto, utile per accedere alla Champions.[28] La rosa dovette però patire le defezioni di Marco Materazzi - squalificato per l'aggressione ad un calciatore senese -[29] e Mohamed Kallon, fermato poiché risultato positivo ad un controllo anti-doping nell'autunno 2003.[30] L'Inter fu eliminata dalla Juventus nelle semifinali di Coppa Italia, cedendo ai rigori dopo che entrambe le sfide si erano chiuse sul 2-2.[31][32] Sul finire dell'inverno, fu toccato il punto più basso della stagione allorché in campionato vennero subite ben 4 sconfitte di fila.[33][34] La Beneamata avanzò in Europa, sconfiggendo il francese Sochaux e il portoghese Benfica.[35][36] Nei quarti di finale perse contro un'altra avversaria transalpina, l'Olympique Marsiglia.[37][38]

L'ambiente fu ulteriormente scosso dalle polemiche tra Vieri e Zaccheroni, con il centravanti che rifiutò la panchina.[39] L'Inter riuscì comunque ad issarsi al quarto posto[40], difeso sino al termine del torneo dall'assalto di Parma e Lazio.[41] Il piazzamento consentì la qualificazione ai preliminari della Champions League[42], ma pur avendo raggiunto l'obiettivo Zaccheroni si dimise ritenendo di non godere della fiducia societaria.[43]

Maglie e sponsorModifica

Lo sponsor tecnico per la stagione 2003-2004 fu la Nike, mentre lo sponsor ufficiale fu Pirelli.

1ª divisa
2ª divisa
3ª divisa

Organigramma societarioModifica

Area direttiva

Area organizzativa

  • Segretario esecutivo: Giuseppe Rizzello
  • Direttore organizzativo e Team manager: Bruno Bartolozzi

Area comunicazione

  • Direttore comunicazione e capo ufficio stampa: Paolo Viganò
  • Direttore editoriale: Susanna Wermelinger
  • Ufficio Stampa: Andrea Butti e Leo Picchi

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medici sociali: Franco Combi, Fabio Forloni
  • Terapista: Marco Morelli
  • Massofisioterapisti: Silvano Cotti, Massimo Della Casa, Marco Della Casa

RosaModifica

CalciomercatoModifica

Sessione estiva (dall'1/7 al 31/8)Modifica

Acquisti[49]
R. Nome da Modalità
D Jérémie Bréchet Olympique Lione definitivo (5 milioni €)
D Thomas Helveg Milan fine prestito
C Giōrgos Karagkounīs Panathīnaïkos definitivo
C Kily González Valencia definitivo
C Luciano Chievo prestito
C Sabri Lamouchi Parma definitivo
C Andy van der Meyde Ajax definitivo (6 milioni €)
C Khalilou Fadiga Auxerre definitivo
C Francisco Farinós Villarreal fine prestito
A Julio Cruz Bologna definitivo (7 milioni €)
Cessioni[49]
R. Nome a Modalità
P Mathieu Moreau Spezia prestito
D Michele Serena - fine carriera
D Gonzalo Sorondo Standard Liegi prestito
C Stéphane Dalmat Tottenham prestito
C Domenico Morfeo Parma fine prestito
C Sérgio Conceição Lazio definitivo
C Luigi Di Biagio Brescia definitivo
C Andrés Guglielminpietro Bologna definitivo
A Nicola Ventola Siena prestito
A Hernán Crespo Chelsea definitivo (26 milioni €)
A Gabriel Batistuta Roma fine prestito

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)Modifica

Acquisti[49]
R. Nome da Modalità
C Dejan Stanković Lazio definitivo (4 milioni €)
A Adriano Parma riscatto
Cessioni[49]
R. Nome a Modalità
C Nicola Beati Triestina prestito
C Luciano Chievo fine prestito

RisultatiModifica

Serie AModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2003-2004.

Girone di andataModifica

Milano
31 agosto 2003, ore 15:00 CEST
1ª giornata
Inter2 – 0
referto
ModenaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Siena
14 settembre 2003, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Siena0 – 1
referto
InterStadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Milano
21 settembre 2003, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Inter0 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Udine
27 settembre 2003, ore 20:30 CEST
4ª giornata
Udinese0 – 0
referto
InterStadio Friuli
Arbitro:  Dondarini (Finale Emilia)

Milano
5 ottobre 2003, ore 20:30 CEST
5ª giornata
Inter1 – 3
referto
MilanStadio Giuseppe Meazza (75.831 spett.)
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Brescia
18 ottobre 2003, ore 18:00 CEST
6ª giornata
Brescia2 – 2
referto
InterStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Milano
26 ottobre 2003, ore 20:30 CEST
7ª giornata
Inter0 – 0
referto
RomaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Verona
2 novembre 2003, ore 20:30 CET
8ª giornata
Chievo0 – 2
referto
InterStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
9 novembre 2003, ore 15:00 CET
9ª giornata
Inter3 – 0
referto
AnconaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Gabriele (Frosinone)

Milano
22 novembre 2003, ore 20:30 CET
10ª giornata
Inter6 – 0
referto
RegginaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Torino
29 novembre 2003, ore 20:30 CET
11ª giornata
Juventus1 – 3
referto
InterStadio delle Alpi
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Milano
7 dicembre 2003, ore 15:00 CET
12ª giornata
Inter2 – 1
referto
PerugiaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Bologna
14 dicembre 2003, ore 15:00 CET
13ª giornata
Bologna0 – 2
referto
InterStadio Renato Dall'Ara
Arbitro:  Pieri (Lucca)

Roma
21 dicembre 2003, ore 20:30 CET
14ª giornata
Lazio2 – 1
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Milano
6 gennaio 2004, ore 15:00 CET
15ª giornata
Inter3 – 1
referto
LecceStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Parma
10 gennaio 2004, ore 20:30 CET
16ª giornata
Parma1 – 0
referto
InterStadio Ennio Tardini
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Milano
18 gennaio 2004, ore 15:00 CET
17ª giornata
Inter0 – 1
referto
EmpoliStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Girone di ritornoModifica

Modena
25 gennaio 2004, ore 15:00 CET
18ª giornata
Modena1 – 1
referto
InterStadio Alberto Braglia
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Milano
1º febbraio 2004, ore 20:30 CET
19ª giornata
Inter4 – 0
referto
SienaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Genova
8 febbraio 2004, ore 15:00 CET
20ª giornata
Sampdoria2 – 2
referto
InterStadio Marassi
Arbitro:  Paparesta (Bari)

Milano
15 febbraio 2004, ore 15:00 CET
21ª giornata
Inter1 – 2
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Palanca (Roma 1)

Milano
21 febbraio 2004, ore 20:30 CET
22ª giornata
Milan3 – 2
referto
InterStadio Giuseppe Meazza (78.334 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
29 febbraio 2004, ore 15:00 CET
23ª giornata
Inter1 – 3
referto
BresciaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Ayroldi (Molfetta)

Roma
7 marzo 2004, ore 20:30 CET
24ª giornata
Roma4 – 1
referto
InterStadio Olimpico
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
14 marzo 2004, ore 15:00 CET
25ª giornata
Inter0 – 0
referto
ChievoStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  De Santis (Tivoli)

Ancona
21 marzo 2004, ore 15:00 CET
26ª giornata
Ancona0 – 2
referto
InterStadio Del Conero
Arbitro:  Palanca (Roma 1)

Reggio Calabria
28 marzo 2004, ore 15:00 CET
27ª giornata
Reggina0 – 2
referto
InterStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Rodomonti (Teramo)

Milano
4 aprile 2004, ore 20:30 CEST
28ª giornata
Inter3 – 2
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Perugia
11 aprile 2004, ore 15:00 CEST
29ª giornata
Perugia2 – 3
referto
InterStadio Renato Curi
Arbitro:  Messina (Bergamo)

Milano
18 aprile 2004, ore 15:00 CEST
30ª giornata
Inter4 – 2
referto
BolognaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Milano
25 aprile 2004, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Inter0 – 0
referto
LazioStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Collina (Viareggio)

Lecce
2 maggio 2004, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Lecce2 – 1
referto
InterStadio Via del Mare
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
9 maggio 2004, ore 15:00 CEST
33ª giornata
Inter1 – 0
referto
ParmaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Empoli
16 maggio 2004, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Empoli2 – 3
referto
InterStadio Carlo Castellani
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Coppa ItaliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2003-2004.

Ottavi di finaleModifica

Milano
4 dicembre 2003, ore 20:30 CET
Andata
Inter2 – 1
referto
RegginaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:  Palanca (Roma)

Reggio Calabria
17 dicembre 2003, ore 20:30 CET
Ritorno
Reggina1 – 1
referto
InterStadio Oreste Granillo
Arbitro:  Tombolini (Ancona)

Quarti di finaleModifica

Udine
13 gennaio 2004, ore 21:00 CET
Andata
Udinese0 – 0
referto
InterStadio Friuli
Arbitro:  Farina (Novi Ligure)

Milano
21 gennaio 2004, ore 17:30 CET
Ritorno
Inter3 – 1
referto
UdineseStadio Giuseppe Meazza (2.672 spett.)
Arbitro:  Messina (Bergamo)

SemifinaliModifica

Torino
4 febbraio 2004, ore 21:00 CET
Andata
Juventus2 – 2
referto
InterStadio delle Alpi (25.237 spett.)
Arbitro:  Bertini (Arezzo)

Milano
12 febbraio 2004, ore 21:00 CET
Ritorno
Inter2 – 2
(d.t.s.)
referto
JuventusStadio Giuseppe Meazza (65.000 spett.)
Arbitro:  Pellegrino (Barcellona Pozzo di Gotto)

UEFA Champions LeagueModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2003-2004.

Fase a gironiModifica

Londra
17 settembre 2003, ore 20:45 CET
1ª giornata
Arsenal0 – 3
referto
InterHighbury (34.393 spett.)
Arbitro:   Mejuto González

Milano
30 settembre 2003, ore 20:45 CET
2ª giornata
Inter2 – 1
referto
Dinamo KievStadio Giuseppe Meazza (70.882 spett.)
Arbitro:   Bre

Mosca
21 ottobre 2003, ore 18:30 CEST
3ª giornata
Lokomotiv Mosca3 – 0
referto
InterStadio Lokomotiv (25.000 spett.)
Arbitro:   Wack

Milano
5 novembre 2003, ore 20:45 CET
4ª giornata
Inter1 – 1
referto
Lokomotiv MoscaStadio Giuseppe Meazza (25.000 spett.)
Arbitro:   De Bleeckere

Milano
25 novembre 2003, ore 20:45 CET
5ª giornata
Inter1 – 5
referto
ArsenalStadio Giuseppe Meazza (85.400 spett.)
Arbitro:   Stark

Kiev
10 dicembre 2003, ore 20:45 CET
6ª giornata
Dinamo Kiev1 – 1
referto
InterStadio Dinamo Lobanovski (30.000 spett.)
Arbitro:   Veissière

Coppa UEFAModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa UEFA 2003-2004.

Sedicesimi di finaleModifica

Montbéliard
26 febbraio 2004, ore 21:00 CET
Andata
Sochaux2 – 2
referto
InterStadio Auguste Bonal
Arbitro:   Medina Cantalejo

Milano
3 marzo 2004, ore 20:45 CET
Ritorno
Inter0 – 0
referto
SochauxStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:   Bennett

Ottavi di finaleModifica

Lisbona
11 marzo 2004, ore 21:00 CET
Andata
Benfica0 – 0
referto
InterEstádio da Luz
Arbitro:   Wegereef

Milano
25 marzo 2004, ore 21:00 CET
Ritorno
Inter4 – 3
referto
BenficaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:   Sars

Quarti di finaleModifica

Marsiglia
8 aprile 2004, ore 21:00 CEST
Andata
Olympique Marsiglia1 – 0
referto
InterStade Vélodrome
Arbitro:   Batista

Milano
14 aprile 2004, ore 20:45 CEST
Ritorno
Inter0 – 1
referto
Olympique MarsigliaStadio Giuseppe Meazza
Arbitro:   Nielsen

StatisticheModifica

Statistiche di squadraModifica

Statistiche aggiornate al 16 maggio 2004.

Competizione Punti In casa In trasferta Totale Gf Gs D.R.
G V N P G V N P G V N P
  Serie A 59 17 9 4 4 17 8 4 5 34 17 8 9 59 37 + 22
  Coppa Italia - 3 2 1 0 3 0 0 3 6 2 4 0 10 7 + 3
  Champions League 8 3 1 1 1 3 1 1 1 6 2 2 2 8 11 − 3
  Coppa UEFA - 3 1 1 1 3 0 2 1 6 1 3 2 6 7 − 1
Totale - 26 13 7 6 26 9 11 6 52 22 18 12 83 62 + 21

Statistiche dei giocatoriModifica

Sono in corsivo i calciatori che hanno lasciato la società a stagione in corso.[50]

Giocatore Serie A Coppa Italia Champions League Coppa UEFA Totale
                                       
Adani, D. D. Adani 231??31??32??50??344??
Adriano, Adriano 169??23??0000000018120+0+
Almeyda, M. M. Almeyda 110??30??40??30??210??
Belözoğlu, E. E. Belözoğlu 210??30??40??20??300??
Bréchet, J. J. Bréchet 90??20??20??10??140??
Buruk, O. O. Buruk 30??20??000040??900+0+
Cannavaro, F. F. Cannavaro 222??30??60??30??342??
Coco, F. F. Coco 30??000010??0000400+0+
Cordaz, A. A. Cordaz 0-0001-1??0-0000-0001-10+0+
Córdoba, I. I. Córdoba 311??50??50??60??471??
Cruz, J. J. Cruz 217??43??61??40??3511??
Eliakwu, I. I. Eliakwu 000010??00000000100+0+
Farinós, F. F. Farinós 161??50??000030??2410+0+
Fontana, A. A. Fontana 2-2??4-4??0-0001-1??7-70+0+
Gamarra, C. C. Gamarra 100??50??000030??1800+0+
González, K. K. González 210??40??30??40??320??
Helveg, T. T. Helveg 230??30??30??30??320??
Kallon, M. M. Kallon 50??000020??0000700+0+
Karagkounīs, G. G. Karagkounīs 90??30??10??30??160??
Lamouchi, S. S. Lamouchi 160??30??40??30??260??
Luciano, Luciano 50??20??00000000700+0+
Martins, O. O. Martins 257??31??51??42??3711??
Materazzi, M. M. Materazzi 143??000040??00001830+0+
Pasquale, G. G. Pasquale 140??30??20??20??210??
Rebecchi, M. M. Rebecchi 000010??00000000100+0+
Recoba, A. A. Recoba 198??30??31??42??2911??
Stanković, D. D. Stanković 144??20??000000001640+0+
Toldo, F. F. Toldo 32-35??2-2??6-11??5-6??45-54??
van der Meyde, A. A. van der Meyde 141??41??41??30??253??
Vieri, C. C. Vieri 2213??10??52??42??3217??
Zanetti, C. C. Zanetti 191??000050??50??2910+0+
Zanetti, J. J. Zanetti 340??50??60??60??510??

NoteModifica

  1. ^ Allenatore della prima squadra ad interim.
  2. ^ a b Subentrato alla 7ª giornata.
  3. ^ Carica assunta dal 19 gennaio 2004.
  4. ^ a b c d (EN) Statistiche Spettatori Serie A 2003-2004, su stadiapostcards.com.
  5. ^ a b c d e Stefano Petrucci, La storia dell'Inter, Roma, L'Airone Editrice, 2005, pp. 104-106, ISBN 88-7944-723-8.
  6. ^ a b c Fabio Monti, Moratti: credo nell'Inter e in Cuper, in Corriere della Sera, 14 luglio 2003.
  7. ^ Emilio Marrese, Cruz all'Inter, Tare al Bologna ultimo valzer del mercato austero, in la Repubblica, 31 agosto 2003, p. 44.
  8. ^ Grandi senza avversari l'unica sorpresa è il Parma, su repubblica.it, 14 settembre 2003.
  9. ^ Luca Taidelli, Inter micidiale, l'Arsenal affonda, su gazzetta.it, 17 settembre 2003.
  10. ^ Gianni Piva, La sorpresa di Van der Meyde & C Cuper si gode l'Inter degli stranieri, su repubblica.it, 19 settembre 2003.
  11. ^ Gaetano De Stefano, Cuper: "È tutta colpa mia", su gazzetta.it, 6 ottobre 2003.
  12. ^ Luca Taidelli, Cuper parla e ne ha per tutti, su gazzetta.it, 17 ottobre 2003.
  13. ^ Esonerato Hector Cuper all'Inter arriva Zaccheroni, su repubblica.it, 19 ottobre 2003.
  14. ^ Luca Taidelli, Incubo russo per l'Inter: 0-3, su gazzetta.it, 21 ottobre 2003.
  15. ^ Lodovico Maradei, Alla sesta rete l'Inter si riposò, in La Gazzetta dello Sport, 23 novembre 2003.
  16. ^ Gianni Piva, Champions League, in la Repubblica, 26 novembre 2003, p. 46.
  17. ^ Gianni Piva, Gol e prodezze sotto porta la riserva che fa dimenticare Vieri, in la Repubblica, 30 novembre 2003, p. 42.
  18. ^ Andrea Sorrentino, Inter, sempre Cruz. Stankovic vicino, in la Repubblica, 5 dicembre 2003, p. 58.
  19. ^ Luigi Garlando, L'Inter mette la quinta per l'Europa, in La Gazzetta dello Sport, 8 dicembre 2003.
  20. ^ Gianni Piva, INTER-PERUGIA, in la Repubblica, 8 dicembre 2003, p. 44.
  21. ^ Luca Taidelli, Inter, crudele eliminazione, su gazzetta.it, 10 dicembre 2003.
  22. ^ Champions, Milan-Sparta Praga Alla Juve il Deportivo La Coruna, su repubblica.it, 12 dicembre 2003.
  23. ^ L'Empoli espugna San Siro E ora per l'Inter è crisi nera, su repubblica.it, 18 gennaio 2004.
  24. ^ Inter, Moratti si dimette e propone Facchetti presidente, su repubblica.it, 19 gennaio 2004.
  25. ^ Moratti si dimette da presidente dell'Inter, su corriere.it, 19 gennaio 2004.
  26. ^ E alla fine è ufficiale Adriano torna all'Inter, su repubblica.it, 21 gennaio 2004.
  27. ^ Fine della telenovela Stankovic il centrocampista è dell'Inter, su repubblica.it, 31 gennaio 2004.
  28. ^ Nicola Cecere, Con un po' di ritardo, ma che Inter!, in La Gazzetta dello Sport, 2 febbraio 2004.
  29. ^ Materazzi fermo fino ad aprile 5000 euro di multa all'Inter, su repubblica.it, 3 febbraio 2004.
  30. ^ Kallon: la CAF riduce la squalifica, su inter.it, 9 febbraio 2004.
  31. ^ Gianni Piva, COPPA ITALIA, in la Repubblica, 5 febbraio 2004, p. 52.
  32. ^ Luca Taidelli, Juve ai rigori, Inter eliminata, su gazzetta.it, 12 febbraio 2004.
  33. ^ Gianni Piva, Solita Inter, gol e rimonte, in la Repubblica, 27 febbraio 2004, p. 58.
  34. ^ "Inter, squadra maledetta", su gazzetta.it, 1º marzo 2004.
  35. ^ (ES) Inter 0 - Sochaux 0, el Inter pasa a octavos, su inter.it, 3 marzo 2004.
  36. ^ Gianni Piva, Ancora Recoba, così l'Inter va ma quanta paura con il Benfica, in la Repubblica, 26 marzo 2004, p. 58.
  37. ^ L'Inter cade a Marsiglia ma riesce a limitare i danni, su repubblica.it, 8 aprile 2004.
  38. ^ Anche l'Inter fuori dall'Europa A San Siro vince il Marsiglia, su repubblica.it, 14 aprile 2004.
  39. ^ Inter, Vieri rifiuta la panchina "Nessun rapporto con Zaccheroni", su repubblica.it, 18 aprile 2004.
  40. ^ Gianni Piva, Inter, in la Repubblica, 19 aprile 2004, p. 39.
  41. ^ Nicola Cecere e Germano Bovolenta, Bufera Vieri, poi ciclone Inter, in La Gazzetta dello Sport, 19 aprile 2004.
  42. ^ Marco Ansaldo, Adriano porta l'Inter in Champions League, in La Stampa, 17 maggio 2004, p. 37.
  43. ^ Zaccheroni verso la Fiorentina Tutto pronto per Mancini all'Inter, su repubblica.it, 14 giugno 2004.
  44. ^ a b c Zaccheroni: «La mia Inter sarà così...», su corriere.it, 22 ottobre 2003.
  45. ^ Panini, 22-23-24-25
  46. ^ a b Acquistato durante la sessione invernale del calciomercato.
  47. ^ a b Ceduto durante la sessione invernale del calciomercato.
  48. ^ a b Aggregato alla prima squadra dalla Primavera.
  49. ^ a b c d Acquisti e cessioni dell'Inter 2003/04, su storiainter.com. URL consultato il 18 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 27 novembre 2011).
  50. ^ Filippo Grassia e Gianpiero Lotito, INTER Dalla nascita allo scudetto del centenario, Milano, Vallardi editore, 2008, p. 238.

BibliografiaModifica

  • Calciatori 2003-04, Modena-Milano, Panini-L'Unità.

Collegamenti esterniModifica