Apri il menu principale
Giacinto Facchetti è il giocatore nerazzurro che detiene più presenze della Nazionale italiana con 94 partite ufficiali disputate.

L'Inter è il secondo club che ha fornito il maggior numero di giocatori alla Nazionale italiana: al 15 marzo 2019, infatti, 111 elementi hanno vestito la maglia azzurra all'epoca della loro militanza interista (meglio ha fatto solo la Juventus con 145).[1] Inoltre, al 22 giugno 2017, l'Inter è il secondo club per numero di calciatori presenti in almeno un incontro della Nazionale (103), nonché per presenze totali (1399).[2]

Il contributo maggiore dell'Inter in termini di elementi prestati alla Nazionale italiana risale ai mondiali del 1954, del 1970 e del 1986, edizioni in cui furono schierati sei uomini dell'Inter ciascuna: Giacomazzi, Ghezzi, Lorenzi, Neri, Nesti e Vincenzi nel 1954; Bertini, Boninsegna, Burgnich, Facchetti, Mazzola e Vieri nel 1970; Altobelli, Baresi, Bergomi, Collovati, Tardelli e Zenga nel 1986.[3]

Il primo oriundo ad indossare la maglia della nazionale italiana fu l'interista Ermanno Aebi, di origini svizzere, che scese in campo in due occasioni. Esordì il 18 gennaio 1920, quando l'Italia giocò contro la Francia al Velodromo Sempione di Milano, e contribuì con tre reti alla vittoria degli azzurri per 9-4.

Sono 14 in totale i giocatori dell'Inter militanti nelle selezioni nazionali italiane campioni del mondo; fra questi Meazza lo è stato per ben due volte: i convocati nerazzurri sono stati 4 nel 1934 (Allemandi, Castellazzi, Demaría e Meazza), 5 nel 1938 (Giovanni Ferrari, Ferraris II, Locatelli, Meazza e Olmi), 5 nel 1982 (Altobelli, Bergomi, Bordon, Marini e Oriali) e uno nel 2006 (Marco Materazzi). Solo la Juventus, con 22 calciatori italiani, e il Bayern Monaco, con 21 tedeschi, hanno saputo fare meglio.[4]

Quattro sono, inoltre, i calciatori italiani dell'Inter laureatisi campioni d'Europa con la Nazionale, nel 1968 (Burgnich, Domenghini, Facchetti e Mazzola) e due quelli vincitori della medaglia d'oro olimpica, nel 1936 (Frossi e Locatelli). La società nerazzurra, infine, detiene il record assoluto di giocatori vincitori della Coppa Internazionale (12, tutti italiani).

Indice

Lista di calciatori convocati nella Nazionale «A» italianaModifica

Fonte: Nazionali in cifre: Convocati da una società, Federazione Italiana Giuoco Calcio. URL consultato il 27 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2011).
Legenda:
  Calciatori vincitori della Coppa del mondo di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
  Calciatori vincitori del Campionato europeo di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
  Calciatori vincitori della medaglia d'oro del torneo olimpico di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
C.Int. Calciatori vincitori della Coppa Internazionale di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
(*) Calciatori oriundi.

La lista è aggiornata al 18 marzo 2017.

Calciatori non italianiModifica

L'Inter è al terzo posto nella particolare classifica dei club che vantano giocatori campioni del mondo con la propria Nazionale, 19: ai 14 citati, vincitori con l'Italia, vanno aggiunti Andreas Brehme, Jürgen Klinsmann e Lothar Matthäus, campioni nel 1990 con la Germania, Youri Djorkaeff, campione nel 1998 con la Francia e Ronaldo campione nel 2002 con il Brasile. L'Inter è preceduta in tale graduatoria dalla Juventus (25) e dal Bayern Monaco (24).[4]

I calciatori nerazzurri vincitori della Coppa delle Confederazioni FIFA sono quattro, tutti brasiliani: Ronaldo (1997), Adriano (2005), Júlio César e Maicon (2009). Al contrario, la medaglia d'oro olimpica è stata conquistata, oltre che dai due italiani summenzionati, da due argentini: Nicolás Burdisso e Kily González (2005).

Per quanto concerne le competizioni continentali, oltre ai quattro vincitori con l'Italia, nel campionato d'Europa altri tre giocatori sono vincitori del torneo: Luis Suárez (Spagna, 1964), Laurent Blanc (Francia, 2000) e Giōrgos Karagkounīs (Grecia, 2004). In Copa América, invece, i trionfatori interisti sono sette: i brasiliani Ronaldo (1999), Adriano (2004), Maicon (2007) e Miranda (2019); l'uruguaiano Rubén Sosa (1995); il colombiano Iván Córdoba (2001); il cileno Gary Medel (2015, 2016).

Legenda:
  Calciatori vincitori della coppa del mondo di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
  Calciatori vincitori della Coppa delle Confederazioni FIFA durante la loro militanza nell'Inter.
  Calciatori vincitori della medaglia d'oro del torneo olimpico di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
  Calciatori vincitori del Campionato europeo di calcio durante la loro militanza nell'Inter.
  Calciatori vincitori della Copa América durante la loro militanza nell'Inter.

Altri primatiModifica

 
Roberto Boninsegna, primo nerazzurro ad andare a segno in una finale mondiale (1970).

In totale, al mondiale 2018, l'Inter è la terza squadra che può vantare il maggior numero di giocatori convocati dalle rispettive nazionali al campionato del mondo, 121 (la Juventus e il Barcellona sono prima e seconda a quota 126 e 125), ed è il terzo club per numero di reti nella manifestazione, 71 (dietro al Bayern Monaco e al Real Madrid a quota 76 e 74).[5] I calciatori nerazzurri, inoltre, sono secondi per quantità di partite disputate, 361 (la Juventus è prima a quota 362).[6]

I nerazzurri vantano il record mondiale di marcatori (7) e di reti realizzate (8) nelle finali del campionato mondiale di calcio: Roberto Boninsegna in Brasile-Italia 4-1 del 1970 (goal del momentaneo 1-1); Alessandro Altobelli in Italia-Germania 3-1 del 1982 (goal del momentaneo 3-0); Karl-Heinz Rummenigge in Argentina-Germania 3-2 del 1986 (goal del momentaneo 2-1); Andreas Brehme in Germania-Argentina 1-0 del 1990 (goal del definitivo 1-0 su rigore); Ronaldo in Brasile-Germania 2-0 del 2002 (doppietta decisiva); Marco Materazzi in Italia-Francia 1-1 dts (5-4 dcr) del 2006 (goal del definitivo 1-1); Ivan Perišić in Francia-Croazia 4-2 (goal del momentaneo 1-1).[7]

L'Inter vanta anche una striscia record (tuttora aperta) che vede la presenza di almeno un giocatore nerazzurro nelle rose delle finalisti nonché in campo nelle finali stesse delle ultime 10 edizioni del Mondiale: Altobelli, Bergomi e Oriali (con Marini e Bordon rimasti in panchina) nel 1982; Rummenigge nel 1986; Brehme, Matthaus e Klinsmann nel 1990; Berti nel 1994; Ronaldo e Djorkaeff nel 1998; Ronaldo nel 2002; Materazzi nel 2006; Sneijder nel 2010; Palacio (con Álvarez e Campagnaro rimasti in panchina) nel 2014; Perišić e Brozović nel 2018. Tale primato è condiviso col Bayern Monaco.[8]

NoteModifica

  1. ^ Nazionale in cifre: i convocati di una società alla Nazionale A, su figc.it. URL consultato il 9 novembre 2018.
  2. ^ Quali squadre hanno 'fornito' più giocatori all'Italia?, su it.uefa.com, 22 giugno 2017.
  3. ^ (EN) Karel Stokkermans e Sérgio Henrique Jarreta, World Cup 1970 finals, in Record Sport Soccer Statistics Foundation, 22 ottobre 1999. URL consultato il 3 marzo 2009.
  4. ^ a b Quali club hanno avuto più campioni del mondo nella storia?, su uefa.com, 16 luglio 2018. URL consultato il 16 luglio 2018.
  5. ^ I club che hanno portato più giocatori ai Mondiali: comanda l'Inter, in goal.com, 15 maggio 2018.
  6. ^ Mondiali, Inter e Juventus nella storia: in 226 alle fasi finali, in La Gazzetta dello Sport, 6 giugno 2014. URL consultato il 6 giugno 2014.
  7. ^ Christian Liotta, Inter, record Mondiale: Perisic settimo marcatore in una finale, in fcinternews.it, 15 luglio 2018. URL consultato il 15 luglio 2018.
  8. ^ Russia 2018: Perisic e Brozovic trascinano la Croazia alla prima storica finale!, su inter.it, 11 luglio 2018. URL consultato il 12 luglio 2018.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

(ITEN)  Club Italia: Nazionali in cifre (ricerca del sito ufficiale della FIGC)