Apri il menu principale
F.C. Neapolis
Calcio Football pictogram.svg
Neapolis Mugnano - Simil Stemma.png
Partenopei, Biancoblu
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Bianco con bande Blu Navy laterali.svg Blu, bianco
Simboli Cavallo
Dati societari
Città Mugnano di Napoli
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Fondazione 2008
Scioglimento2012
Rifondazione2014
Scioglimento2015
Stadio Alberto Vallefuoco
(2 500 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

Il Football Club Neapolis, meglio noto come F.C. Neapolis o semplicemente Neapolis è stata una società calcistica italiana con sede a Mugnano di Napoli nella Città metropolitana di Napoli.

Fondata nel novembre 2008[1], ossia quando un gruppo di imprenditori rilevò il titolo sportivo della Sangiuseppese per poi spostarlo a Mugnano, sciotltasi poi nel 2012 e rifondata nel 2014 ha partecipato in totale ha cinque campionati nazionali, di cui due professionistici. Nel 2015 rinuncia ad iscriversi in Serie D e la squadra viene sciolta.

Aveva come colori sociali il bianco e il blu e giocava le gare casalinghe allo Stadio Alberto Vallefuoco.

Indice

StoriaModifica

La fondazione (2006/2008)Modifica

Quando la Sangiuseppese vendette il titolo nel 2006, Mario Moxedano ed Ezio Bouchè diventarono i nuovi proprietari del club il cui nome fu cambiato in via non ufficiale prima in Football Club Neapolis e poi in Football Club Sporting Neapolis[2]. Anche se i proprietari del club decisero di cambiare il nome e spostare il titolo sportivo a Napoli, per la FIGC la società continuò a denominarsi Sangiuseppese e molti dei vecchi giocatori della Sangiuseppese rimasero nel club.

Nella stagione 2006-07 la Sangiuseppese vinse il girone I di Serie D e venne promossa in Serie C2, dalla quale però retrocesse classificandosi all'ultimo posto con 33 punti, maggior numero di sconfitte, peggior difesa e peggior differenza reti. La Lega di Serie C non riconobbe il cambio di denominazione da Football Club Sangiuseppese a Sporting Neapolis, con una regola che avrebbe obbligato i partenopei a giocare a San Giuseppe Vesuviano.

La Serie D (2008-2010)Modifica

Nel 2008, la società ottenne di trasferirsi a Mugnano di Napoli e di mutare nome in Neapolis Mugnano andando così a giocare nello Stadio Alberto Vallefuoco di Mugnano.[3] La stagione 2008-2009 si chiude con l'8º posto in campionato. Nel campionato successivo 2009-2010 il Neapolis giunge in Lega Pro Seconda Divisione, battendo ogni record: vittorie, gol fatti, gol subiti, differenza reti. Inoltre i partenopei accedono alla semifinale della Poule scudetto dove vengono sconfitti dal Montichiari.

La Lega Pro Seconda Divisione (2010-2012)Modifica

Nel 2010-2011 conquista uno storico quinto posto ed il diritto di accedere ai playoff ma esce al primo turno contro il Trapani (1-1 in casa e 2-0 in Sicilia). Per la stagione di Lega Pro Seconda Divisione 2011-2012 è avvenuto un tentativo della società di spostare il titolo a Frattamaggiore, riportando così, dopo più di 25 anni, il calcio professionistico nella "città della canapa" e assumendo il nome di Neapolis Frattese. Il 20 dicembre 2011 però, non ottenendo il cambio di denominazione e di sede, è ritornata nella sede originale di Mugnano di Napoli tornando ad essere la Football Club Neapolis Mugnano.[4]. Alla fine del campionato 2011-2012 si classifica diciottesima, venendo dunque costretta ai play-out: perderà però entrambe le gare contro la Vibonese, 0-1 in casa e 0-2 in trasferta, doppia sconfitta che costa alla squadra il ritorno in Serie D.

Il trasferimento a Torre del Greco e lo scioglimento (2012-2014)Modifica

Nel mese di luglio 2012 la società si trasferì da Mugnano a Torre del Greco, andando a rifondare la Turris e sancendo in questo modo la scomparsa del calcio in quel di Mugnano. Tuttavia, nel mese di luglio 2014 la società tornò a Mugnano anche per via delle pressioni di alcuni tifosi della Turris, rifondando così la vecchia società che cambierà nome in Football Club Neapolis.

La breve ripartenza (2014-2015)Modifica

Il Neapolis appena rifondata partecipa al girone I di Serie D. A fine stagione i partenpopei ottengono un 5o posto finale che consente al club di disputare i play-off, dove vengono eliminato al primo turno dal Torrecuso.

Il definitivo scioglimento (2015)Modifica

ll 19 maggio 2015, a seguito di una operazione della Polizia di Stato contro il calcioscommesse, vengono posti in arresto il presidente Mario Moxedano, il direttore sportivo Antonio Ciccarone, e il calciatore Raffaele Moxedano. In seguito agli avvenimenti, la squadra non si iscrive alla stagione successiva.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Football Club Neapolis
  • 2008 - Un gruppo di imprenditori rileva il titolo della Sangiuseppese cambiando il nome in Football Club Neapolis e iscrivendola in Serie D.
  • 2008-2009 - 8º nel girone I della Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2009-2010 - 1º nel girone H della Serie D. Promosso in Lega Pro Seconda Divisione.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
Semifinale della Poule Scudetto.

  • 2010-2011 - 5º nel girone C della Lega Pro Seconda Divisione. Perde la semifinale dei play-off.
Primo turno di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2011-2012 - 18º nel girone B della Lega Pro Seconda Divisione. Retrocesso in Serie D dopo aver perso i play-out.
Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
  • 2012 - Il club, al termine della stagione, trasferisce il titolo sportivo a Torre del Greco diventando Football Club Torre Neapolis.
  • 2012-2014 - Il sodalizio non partecipa ad alcun campionato e rimane inattivo.
  • 2014 - La società ritorna a Mugnano di Napoli e cambia denominazione in Football Club Neapolis.
  • 2014-2015 - 5° nel girone I della Serie D. Perde il primo turno dei play-off.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
  • 2015 - Al termine del campionato, il club non si iscrive alla stagione successiva sciogliendosi definitivamente.

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori sociali del Neapolis erano il blu e il bianco.

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Il simbolo della società era il cavallo, ed il logo ufficiale era lo stesso stemma della città metropolitana di Napoli.

StruttureModifica

StadioModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Alberto Vallefuoco.

Il Neapolis giocava le parite di casa allo Stadio Alberto Vallefuoco di Mugnano di Napoli. L'impianto poteva contenere fino a 2500 spettatori.

Allenatori e presidentiModifica

 
Allenatori
  • 2008-2009 ...
  • 2009-2010   Ezio Castellucci
  • 2010-2011   Francesco D'Arrigo
      Marcello Chiricallo
  • 2011-2012   Ezio Castellucci
      Ezio Ferazzoli
  • 2012-2014 Inattivo
  • 2014-2015   Antonio Folgia Manzillo
      Bruno Mandragola
 
Presidenti
  • 2008-2012   Mario Moxedano,   Ezio Bouchè
  • 2012-2014 Inattivo
  • 2014-2015   Mario Moxedano

PalmarèsModifica

Competizioni interregionaliModifica

2009-2010 (girone H)

Altri piazzamentiModifica

Semifinalista: 2009-2010

Statistiche e recordModifica

Partecipazione ai campionatiModifica

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Lega Pro Seconda Divisione 2 2010-2011 2011-2012 3
Serie D 1 2014-2015
Serie D 2 2008-2009 2009-2010 2

NoteModifica

  1. ^ Sorto di fatto nel 2006 (fonte: Prossimo avversario: Neapolis Mugnano, PomiglianoCalcio.it (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2014).), ma ufficialmente nel novembre 2008 (fonte: Storia, FCNeapolisMugnano.it (archiviato dall'url originale il 30 agosto 2010). )
  2. ^ Sognando il derby, AlterNapoli.com, 22 giugno 2007.
  3. ^ Sangiuseppese o Neapolis? Un calvario senza fine, 16 settembre 2007.
  4. ^ La Neapolis lascia Frattamaggiore: si torna a Mugnano., 21 dicembre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 febbraio 2012).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica