Formaggetta Savonese

formaggio italiano
Formaggetta Savonese
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneLiguria
Diffusioneregionale
Dettagli
Categoriaformaggio
RiconoscimentoP.A.T.
Ingredienti principalilatte caprino oppure latte vaccino

La formaggetta Savonese è un formaggio e prodotto tipico ligure. Rientra nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.[1]

ProduzioneModifica

Al latte intero caprino, ottenuto da una o più mungiture giornaliere, riposto in contenitori di terracotta, viene aggiunto il caglio liquido. Questo processo si esegue a temperatura tra 16-24° e dura da 8 a 24 ore. Una volta avvenuta la coagulazione, la cagliata viene capovolta lentamente (per evitarne la rottura) e viene posta in scodelle forate denominate cuppe. Dopo la sgocciolatura, si procede alla salatura manuale dei due lati della formaggetta. Dopo un'attesa di 12 ore, la formaggetta si estrae, ed è pronta per il consumo.[2] Il prodotto finito ha una forma cilindrica di 12 cm. di diametro e altezza di 3 cm. La crosta è praticamente assente, o liscia e irregolare, di colore bianco tendente al giallo paglierino. La pasta risulta morbida, compatta, dal sapore leggermente acido.[3] La formaggetta Savonese si può produrre anche con latte vaccino, che viene parzialmente scremato.[2]

Zone di produzioneModifica

Questo formaggio viene prodotto da Imperia a Savona, principalmente nel comune di Stella.[4] Può subire piccole variazioni di preparazione in base alla zona di produzione.[5]

AbbinamentiModifica

La formaggetta Savonese può essere utilizzata appena fatta come ripieno per la focaccia al formaggio, torte salate e degustata con pepe, accompagnata da olive o salumi. Può essere abbinata a vini rosati o rossi rossi giovani, e vini bianchi secchi morbidi.[5][6]

NoteModifica

Voci correlateModifica