Apri il menu principale

La formula condensata è una formula chimica, in cui si usa un modo alternativo di indicare la struttura delle molecole, e possiede una sua utilità pratica nel caso di composti semplici non ciclici. Il suo scopo non è tanto quello di evidenziare la disposizione spaziale degli atomi, ma piuttosto è quello di mostrare come si succedono i legami tra i gruppi che costituiscono una molecola mediante una rappresentazione grafica contratta e compatta.[1]

EsempiModifica

Ad esempio, l'etanolo viene così indicato:

CH3CH2OH

evidenziando in questo modo un gruppo etilico (CH3CH2-) legato all'ossidrile (OH) caratteristico degli alcoli.

Quando si succedono diversi gruppi dello stesso tipo, o quando sono presenti ramificazioni, i gruppi interessati vengono racchiusi tra parentesi tonde. Ad esempio l'acido miristico, in cui si succedono 12 gruppi metilenici, viene così indicato:

CH3(CH2)12COOH

mentre una molecola ramificata come l'isoottano è indicata nel seguente modo:

CH3C(CH3)2CH2CH(CH3)2

NoteModifica

  1. ^ Franco Bagatti, Elis Corradi, Alessandro Desco e Claudia Ropa, Chimica organica (PDF), in Conoscere la materia, 2ª ed., Zanichelli, 2010, p. 200, ISBN 8808175588.

Voci correlateModifica

  Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia