Formula di Gauckler-Strickler

La formula di Gauckler-Strickler è una relazione matematica proposta nel 1868 da Philippe Gaspard Gauckler e implementata da Albert Strickler nel 1923, che esprime il coefficiente di Chézy, e per la sua praticità è molto usata in idraulica nel dimensionamento e nella verifica di canali a pelo libero o di condotte in pressione.[1]

DefinizioneModifica

La formula è:[1]

 

dove:

  •   è il coefficiente di Chézy, in m1/2/s;
  •   è detto coefficiente di Gauckler-Strickler, misura la scabrezza della parete in m1/3/s, ed è reperibile in tabelle;
  •   è il raggio idraulico della sezione trasversale[2], in metri.

ApplicazioniModifica

La formula di Gauckler-Strickler viene utilizzata in combinazione della formula di Chézy per determinare in modo pratico la velocità o la portata delle correnti a pelo libero in moto gradualmente variato o in moto uniforme, ottenendo la formula di Chézy parametrizzata secondo Gauckler-Strickler:[3]

 

dove:

  •   è la velocità della corrente in m/s;
  •   è la cadente piezometrica, che nel caso di moto uniforme è pari alla pendenza di fondo del canale  .

Oppure, equivalentemente:[4][3]

 

dove:

  •   è la portata, in m3/s;
  •   è l'area bagnata nella sezione trasversale, in m2.

Questa formula è a rigore valida solo nelle condizioni di moto turbolento in regime di parete scabra.

NoteModifica

  1. ^ a b Çengel et al. (2007), p. 280.
  2. ^ pari al trapporto tra area bagnata e perimetro bagnato
  3. ^ a b Çengel et al. (2007), p. 446.
  4. ^ moltiplicando ambo i membri per l'area della sezione trasversale   del canale, ricordando che  

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

  Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria