Apri il menu principale

Fosco Giannini

politico italiano

«Mi lasci parlare con il cuore: viva la Rivoluzione d'Ottobre, viva Antonio Gramsci, viva Giuseppe Di Vittorio, viva i morti di Reggio Emilia, viva il socialismo!»

(Fosco Giannini al Senato, 25 ottobre 2007)
Fosco Giannini
Fosco Giannini.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 2006 –
2008
Legislature XV
Gruppo
parlamentare
Rifondazione Comunista
Coalizione L'Unione
Circoscrizione Calabria

Dati generali
Partito politico Rifondazione Comunista (1991-2011)

Partito dei Comunisti Italiani (2011-2016) Partito Comunista Italiano (2016)

Tendenza politica Comunismo
Professione Impiegato

Fosco Giannini (Sant'Agata Feltria, 24 aprile 1952) è un politico ed impiegato e giornalista italiano. È stato direttore de L'Ernesto dal 2005 e senatore di Rifondazione Comunista dal 2006, essendo stato eletto tra le liste del PRC nella circoscrizione Calabria. Candidato alle elezioni politiche del 2013 con Rivoluzione Civile, non viene eletto a causa del mancato raggiungimento della soglia di sbarramento da parte della lista.

Cenni biograficiModifica

Recensore letterario per la Feltrinelli[1], il 25 ottobre del 2007 ha lungamente protestato a Palazzo Madama contro un servizio del TG2 riguardo alla rivoluzione d'ottobre, reo a suo dire di averla bistrattata[2].

Dopo le elezioni politiche del 2008 a cui non era stato ricandidato, ha aderito all'appello "Comunisti uniti". In occasione del VII Congresso del Partito della Rifondazione Comunista previsto per luglio 2008 ha dato vita ad una mozione "Dall'appello di Firenze alla mozione dei 100 Circoli" che è indicata con il numero 3 ed appoggiata da vari esponenti della minoranza del partito al congresso precedente, ma non dal suo ex-leader di corrente Claudio Grassi. In occasione del Congresso Nazionale del Partito l'area ha votato a favore dell'elezione a Segretario di Paolo Ferrero. Nel corso del 2011 passa, insieme a l'Area de L'Ernesto ( Area tematica interna al PRC), al Partito dei Comunisti Italiani. E'stato esponente della Segreteria nazionale del PdCI, dal 2011 al 2013. È stato membro della Direzione nazionale del PdCI, responsabile nazionale Lavoro di Massa e segretario regionale del PdCI delle Marche.

Ha pubblicato nel 2013 una raccolta di articoli, interventi e saggi brevi intitolata "Da una parte della barricata".

È uno dei fondatori nel giugno 2016 del Partito Comunista Italiano (nato dall'unione del PCdI e dissidenti di Rifondazione Comunista) di cui è responsabile per gli Esteri.

NoteModifica

Altri progettiModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie