Fotbal Club Sheriff Tiraspol

società calcistica moldava con sede nella città di Tiraspol

Il Futbol’nyj Klub Šerif Tiraspol’ (in russo Футбольный Kлуб Шериф Тирасполь?) o Fotbal Club Șeriff Tiraspol (in moldavo Фoтбaл Kлyб Шерифф Тираспол?) o Futbol’nyj Klub Šerif Tyraspil’ (in ucraino Фyтбoльний Kлyб Шepiф Тираспiль?), meglio noto come Șeriff Tiraspol in romeno, Šerif Tiraspol’ in russo, Šerif Tyraspil’ in ucraino e Sheriff Tiraspol a livello internazionale, è una società calcistica moldava con sede nella città di Tiraspol. Milita nella Super Liga, la massima divisione del campionato moldavo.

FC Șeriff Tiraspol
Calcio
Жёлто-чёрные (giallo-neri), Осы (vespe)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Giallo, nero
Simbolistella da sceriffo
Dati societari
CittàTiraspol
NazioneBandiera della Moldavia Moldavia
ConfederazioneUEFA
Federazione FMF
CampionatoSuper Liga
Fondazione1997
ProprietarioBandiera della Moldavia Sheriff
PresidenteBandiera della Moldavia Victor Gușan
AllenatoreBandiera dell'Ucraina Jurij Hura
StadioSheriff[N 1]
(14 300 posti)
Sito webwww.fc-sheriff.com
Palmarès
Titoli nazionali21 campionati moldavi
Trofei nazionali12 Coppe di Moldavia
7 Supercoppe di Moldavia
Trofei internazionali2 Coppe dei Campioni della CSI
Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

Fondato nel 1993 come Tiras Tiraspol, il club è spesso chiamato FC Sheriff per non confonderlo con il Football Club Tiraspol, altra squadra della città. La società appartiene alla holding Sheriff, azienda capeggiata dal figlio dell'ex presidente della Transnistria.[1] Con 21 campionati vinti (dei quali 10 consecutivamente dal 2000 al 2010), 12 successi in Coppa di Moldavia e 7 in Supercoppa di Moldavia, è il club più titolato del calcio moldavo.[2] È inoltre l'unico club moldavo ad essersi qualificato ai gironi di UEFA Champions League e UEFA Europa League, e ad aver partecipato alla UEFA Conference League. La squadra occupa, alla stagione 2021-2022, il 67º posto del ranking UEFA.[3]

Pur facendo parte del sistema calcistico moldavo, la squadra è strettamente legata all'establishment economico-politico che controlla de facto la regione della Transnistria (di cui Tiraspol è il capoluogo) e persegue l'obiettivo della secessione dalla giurisdizione di Chișinău e l'avvicinamento alla Russia.[4]

Disputa le partite interne allo stadio Sheriff di Tiraspol, avente una capienza di 14 300 posti.

Storia modifica

Precursore dello Sheriff fu il Tiras Tiraspol, squadra di calcio fondata nell'estate del 1993 ed iscritta al successivo campionato di Divizia B.

Dopo la prima giornata del campionato 1996-1997 l'azienda Sheriff divenne lo sponsor principale del club, che il 4 aprile 1997 cambiò nome in quello attuale e nominò presidente Victor Gusan.[5] L'anno successivo vinse facilmente il campionato di Divizia A con un ruolino di marcia di 23 vittorie, un pareggio e 2 sconfitte, distanziando di 14 punti il secondo classificato, ottenendo così la promozione nella massima serie moldava.[6]

Nella stagione dell'esordio in massima serie terminò al quarto posto il campionato 1998-1999 e vinse la sua prima Coppa di Moldavia nel 1998-1999. Nel 1999-2000 chiuse al secondo posto. Al terzo tentativo, nel 2000-2001, si aggiudicò il titolo nazionale grazie al successo per 3-1 fuori casa nello scontro diretto con lo Zimbru Chișinău alla quint'ultima giornata. Entrambe le squadre vinsero le rimanenti quattro partite e la classifica finale vide lo Sheriff a 67 punti e lo Zimbru a 66.[7] In quella stagione lo Sheriff si aggiudicò anche la sua seconda coppa nazionale.

 
Lo Sheriff vincitore della Coppa della CSI nel 2009

Il club vinse dieci titoli nazionali consecutivi dal 2001 al 2009-2010. Dopo il primo titolo, il divario con le rivali non fu inferiore ai 10 punti di distacco, arrivando spesso ai 15-18 e persino ai 21 punti della stagione 2006-2007.[8] In questi dieci anni, in sei occasioni oltre al campionato lo Sheriff ha vinto anche la Coppa di Moldavia e nelle quattro annate in cui non l'ha vinta ha disputato, sempre vincendola, la Supercoppa di Moldavia.

Dopo una stagione opaca nella quale si classificò secondo senza mai essere in corsa per il titolo, nel 2011-2012 vinse l'undicesimo titolo con una giornata di anticipo, successo bissato l'anno successivo, quando il divario dalla prima inseguitrice fu di 17 punti, prima del tris del 2013-2014, con il terzo titolo di fila vinto con 15 punti di vantaggio sulla seconda classificata, oltre alla vittoria in Supercoppa di Moldavia.

 
Lo Sheriff vincitore della Supercoppa di Moldavia nel 2013

Dopo il terzo posto del 2014-2015, annata in cui la squadra vinse la sua nona Coppa di Moldavia (la prima dopo cinque anni) sotto la guida del croato Zoran Zekić prima e del moldavo Lilian Popescu poi, una nuova striscia di successi in campionato fu inaugurata con il titolo del 2015-2016, annata in cui Popescu lasciò il posto al croato Zoran Vulić e fu messa in bacheca anche la Supercoppa di Moldavia, oltre al campionato. Il club rivinse il campionato nel 2016-2017, oltre alla Coppa di Moldavia 2016-2017 e alla Supercoppa di Moldavia 2016, in una stagione che vide l'arrivo sulla panchina dell'italiano Roberto Bordin (succeduto nell'ottobre 2016 al francese Bruno Irles). I successi in campionato proseguirono nel 2017, nel 2018, sotto la guida del croato Goran Sablić (subentrato a stagione in corso), e nel 2019, ai comandi del rientrante Zoran Zekić, anch'egli subentrato a stagione in corso e vincitore anche della Coppa di Moldavia 2018-2019.

Altri due titoli furono vinti nel 2020-2021, in un'annata in cui vi fu l'avvicendamento in panchina tra Zekić e l'ucraino Jurij Vernydub, e nel 2021-2022, annata in cui fu messa in bacheca anche la Coppa di Moldavia. Nel 2021-2022, partendo dal primo turno di qualificazione, la squadra conseguì una storica qualificazione alla fase a gironi della UEFA Champions League, prima squadra moldava a riuscire nell'impresa. Giunta terza dopo la prima fase malgrado due vittorie contro il Real Madrid e lo Šachtar, la squadra retrocesse in Europa League, da cui uscì agli spareggi contro il Braga, mentre in campionato confermò il titolo e vinse la coppa nazionale. In seguito alle dimissioni del tecnico Vernydub, arruolatosi nell'esercito ucraino, nel 2022 fu nominato allenatore il croato Stjepan Tomas. Quest’ultimo non riuscì a bissare l'impresa dell'anno precedente in Champions, uscendo al terzo turno preliminare contro il Viktoria Plzen. La squadra si qualificò alla fase a gironi dell'Europa League 2022-2023, dove si piazzò terza e retrocesse in Conference League, diventando così la prima squadra moldava ad aver partecipato alle tre principali competizioni UEFA per club. Nel 2022-2023, sotto la guida del rientrante Bordin, lo Sheriff vinse il campionato e la Coppa di Moldavia.

Competizioni internazionali modifica

L'esordio in campo internazionale avviene il 10 agosto 2000, nel turno preliminare di coppa UEFA perso contro l'Olimpia Lubiana.[9] L'anno successivo, grazie alla vittoria del campionato, la squadra fu ammessa al primo turno preliminare della UEFA Champions League 2001-2002 ed ottenne la prima vittoria contro gli armeni del Football Club Araks Ararat, per poi essere estromessa al turno successivo dai belgi dell'Anderlecht.[10]

Grazie ai ripetuti successi in campionato, lo Sheriff ha partecipato per vari anni di fila alla UEFA Champions League, partendo dal primo turno e subendo l'eliminazione al secondo. Dal 2009-2010, a seguito della riforma approvata nel novembre 2007, la vincitrice del campionato moldavo fu ammessa direttamente al secondo turno della coppa. In questa stagione lo Sheriff sconfisse i finlandesi del Turku e lo Slavia Praga, ma cadde al turno di play-off contro i greci dell'Olympiakos. Retrocessa nella fase a gironi dell'Europa League 2009-2010, concluse il girone al terzo posto con 5 punti totalizzati, rimanendo in tal modo escluso dalla fase ad eliminazione diretta.[11]

Anche l'anno successivo l'eliminazione in Champions arrivò al turno di play-off; in Europa League la squadra terminò poi il girone all'ultimo posto. Nella stagione 2014-2015 il club moldavo fu eliminato al terzo turno di qualificazione della UEFA Champions League 2014-2015 per mano degli slovacchi dello Slovan Bratislava[12] e successivamente agli spareggi di qualificazione dell'Europa League 2014-2015 dai croati del Rijeka.

Nell'edizione 2021-2022 della UEFA Champions League lo Sheriff ha raggiunto, prima volta per una squadra della Moldavia, la fase a gironi, dopo aver eliminato nei turni preliminari il Teuta, l'Alaškert, la Stella Rossa e la Dinamo Zagabria.[13] Nel 2022-2023 la squadra ha partecipato alla fase preliminare della UEFA Champions League, da cui è retrocessa nella UEFA Europa League e in seguito nella UEFA Europa Conference League, diventando così la prima squadra moldava che ha partecipato a tutte e tre le principali competizioni UEFA per club.

Il club ha disputato anche la Coppa dei Campioni della CSI, vinta in due occasioni, nel 2003 e nel 2009.

Cronistoria modifica

Cronistoria del Fotbal Club Sheriff Tiraspol
  • 1993 - Fondazione del Tiras Tiraspol.
  • 1993-1994 - in Divizia B.
  • 1994-1995 - in Divizia B.
  • 1995-1996 - in Divizia B.
  • 1996-1997 - 1º in Divizia B Promosso in Divizia A come Tiras Tiraspol.
Sedicesimi di finale in Coppa di Moldavia.
  • 1997 - Cambia denominazione in Fotbal Club Sheriff Tiraspol.
  • 1997-1998 - 1º in Divizia A Promosso in Divizia Națională.
Ottavi di finale in Coppa di Moldavia.
Vincitore della Coppa di Moldavia (1º titolo).
Quarti di finale in Coppa di Moldavia.
Turno di qualificazione di Coppa UEFA

Vincitore della Coppa di Moldavia (2º titolo).
Primo turno preliminare in Coppa UEFA.
Vincitore della Coppa di Moldavia (3º titolo).
Secondo turno preliminare in Champions League.
Semifinale in Coppa di Moldavia.
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Coppa dei Campioni della CSI (1º titolo).
Finalista in Coppa di Moldavia.
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Supercoppa di Moldavia (1º titolo).
Quarti di finale in Coppa di Moldavia.
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Supercoppa di Moldavia (2º titolo).
Vincitore della Coppa di Moldavia (4º titolo).
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Supercoppa di Moldavia (3º titolo).
Semifinale in Coppa di Moldavia.
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Coppa di Moldavia (5º titolo).
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Supercoppa di Moldavia (4º titolo).
Vincitore della Coppa di Moldavia (6º titolo).
Secondo turno preliminare in Champions League.
Vincitore della Coppa dei Campioni della CSI (2º titolo).
Vincitore della Coppa di Moldavia (7º titolo).
Play-off di Champions League.
Fase a gironi di Europa League.

Semifinale in Coppa di Moldavia.
Play-off in Champions League.
Fase a gironi di Europa League.
Semifinale in Coppa di Moldavia.
Secondo turno di Europa League.
Semifinale in Coppa di Moldavia.
Turno di Play-off di Europa League.
Vincitore della Supercoppa di Moldavia (5º titolo).
Finale in Coppa di Moldavia.
Fase a gironi di Europa League.
Vincitore della Coppa di Moldavia (8º titolo).
Vincitore della Supercoppa di Moldavia (6º titolo).
Terzo turno preliminare di Champions League.
Semifinale in Coppa di Moldavia.
Primo turno preliminare di Europa League.
Vincitore della Coppa di Moldavia (9º titolo).
Secondo turno preliminare di Champions League.
Quarti di finale in Coppa di Moldavia.
Terzo turno preliminare di Champions League.
Fase a gironi di Europa League.
Vincitore della Coppa di Moldavia (10º titolo).
Secondo turno di qualificazione di Champions League.
Finalista di Supercoppa di Moldavia.
Semifinali in Coppa di Moldavia.
Primo turno di qualificazione di Champions League.
Terzo turno di qualificazione di Europa League.

Finalista in Coppa di Moldavia.
Secondo turno di qualificazione di Champions League.
Terzo turno di qualificazione di Europa League.
Vincitore della Coppa di Moldavia (11º titolo).
Finalista di Supercoppa di Moldavia.
Fase a gironi di Champions League.
Spareggi di Europa League.
Vincitore della Coppa di Moldavia (12º titolo).
Terzo turno di qualificazione di Champions League.
Fase a gironi di Europa League.
Ottavi di finale di Conference League.

Colori e simbolo modifica

Colori ufficiali del club sono il giallo e il nero: tipicamente la maglia interna vede prevalere la prima tinta e quella esterna la seconda.

 
Il simbolo della Sheriff, dal quale il club riprende lo stemma

Il simbolo del club è direttamente mutuato da quello della società proprietaria: una stella a cinque punte gialla pomellata ("da sceriffo"), con inscritto nel mezzo un pallone da calcio decorato con un motivo a stelle e la ragione sociale, col nome Sheriff evidenziato da un cartiglio nero.[14]

Strutture modifica

Stadio modifica

  Lo stesso argomento in dettaglio: Stadio Sheriff.
 
Veduta esterna dello stadio Sheriff
 
Lo Sheriff impegnato in Europa League contro la FCSB

Il club disputa gli incontri casalinghi allo stadio Sheriff di Tiraspol. L'impianto fu inaugurato nel 2002 ed è dotato di 13 460 posti a sedere e di un moderno impianto di illuminazione.[15] L'impianto sorge all'interno di un complesso sportivo, il Complexul Sheriff, costruito tra il 2000 e il 2002 e costituito da 8 campi di allenamento, appartamenti, hotel a 5 stelle, campus per i ragazzi delle giovanili.[16]

Allenatori modifica

Palmarès modifica

Competizioni nazionali modifica

2000-2001, 2001-2002, 2002-2003, 2003-2004, 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010, 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2015-2016, 2016-2017, 2017, 2018, 2019, 2020-2021, 2021-2022, 2022-2023
1998-1999, 2000-2001, 2001-2002, 2005-2006, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010, 2014-2015, 2016-2017, 2018-2019, 2021-2022, 2022-2023
2003, 2004, 2005, 2007, 2013, 2015, 2016
1997-1998

Competizioni internazionali modifica

2003, 2009

Altri piazzamenti modifica

Secondo posto: 1999-2000, 2010-2011, 2023-2024
Terzo posto: 2014-2015
Finalista: 2003-2004, 2013-2014, 2020-2021
Semifinalista: 2002-2003, 2006-2007, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013, 2015-2016, 2019-2020, 2023-2024
Finalista: 2012, 2014, 2019, 2021
Semifinalista: 2004, 2007

Statistiche modifica

Statistiche nelle competizioni UEFA modifica

Tabella aggiornata alla stagione 2021-2022 (dopo il match contro l'Inter)

Competizione Partecipazioni G V N P RF RS
UEFA Champions League 20 81 31 16 34 88 82
Coppa UEFA/UEFA Europa League 13 49 9 22 18 32 49

Organico modifica

Rosa 2023-2024 modifica

Aggiornata al 5 marzo 2024.

N. Ruolo Calciatore
1   P Victor Străistari
2   D Adamou Djibo
3   D Didier Bueno
4   D Bernardo Vilar
6   C Mario García
7   A Abou Ouattara
8   C João Paulo
9   A Thierry Nevers
10   C Cedric Badolo
11   A Ricardinho
12   C Abdoul Moumouni
13   P Toni Silić
16   D Kōnstantinos Apostolakīs
17   C Jerome Mbekeli
18   C Moussa Kyabou
19   A Wilinton Aponzá
20   D Armel Zohouri
N. Ruolo Calciatore
21   D Cedric Ngah
22   D Tyler Reid
23   D Cristian Tovar
27   C Mateo Ortíz
28   D Alejandro Artunduaga
30   C Anas Ouahim
31   A Dan-Angelo Boțan
32   D Rodrigo Freitas
33   P Serghei Pașcenco
34   P Dumitru Celeadnic
42   A Konan Loukou
43   C Ramon
55   C Maicol Ferreira
61   A Rasheed Akanbi
69   C Peter Ademo
77   A Mihail Ghecev

Note modifica

Annotazioni
  1. ^ Il club utilizza lo "Stadio Sheriff" per le partite delle competizioni europee, invece utilizza il Malaja Sportivnaja Arena di 8 000 posti per le gare di Super Liga.
Fonti
  1. ^ Margherita Belgiojoso, Piccolo Mondo Transnistria - l'Espresso, su web.archive.org, 27 ottobre 2018. URL consultato il 18 agosto 2021 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2018).
  2. ^ Una squadra di separatisti potrebbe giocare in Champions League, su Il Post, 18 agosto 2021. URL consultato il 18 agosto 2021.
  3. ^ UEFA.com, Coefficienti per club | Coefficienti UEFA, su UEFA.com. URL consultato il 18 agosto 2021.
  4. ^ Sheriff Tiraspol, altro che favola: ecco la vera storia dietro l’exploit della squadra-stato della Transnistria, tra ex Kgb e trame politiche, Il Fatto Quotidiano, 30 settembre 2021.
  5. ^ storia del club da divizianationala.com, su divizianationala.com. URL consultato il 29 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2018).
  6. ^ Divizia A 1997-1998, su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  7. ^ Divizia Națională 2000-2001, su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  8. ^ Divizia Națională 2006-2007, su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  9. ^ Coppa UEFA 2000-2001, su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  10. ^ Champions League 2001-2002, su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  11. ^ Europa League 2009-2010, su rsssf.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  12. ^ UEFA Champions League 2015, su it.uefa.com. URL consultato il 29 agosto 2014.
  13. ^ Champions, playoff: Shakhtar, Salisburgo e Sheriff completano il quadro delle qualificate, su Repubblica, 25 agosto 2021. URL consultato il 26 agosto 2021.
  14. ^ kit ufficiale del club, su fc-sheriff.com. URL consultato il 29 novembre 2011.
  15. ^ stadi in Moldavia -Bolshaja Sportivnaja Arena, su stadia-md.com. URL consultato il 29 giugno 2011 (archiviato dall'url originale il 18 ottobre 2012).
  16. ^ info sullo stadio dal sito ufficiale, su fc-sheriff.com. URL consultato il 29 novembre 2011.

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio