Fragmenta historicorum Graecorum

Fragment historicum Graecorum
Müller Fragmenta-historicorum-graecorum Vol-1.jpg
AutoreKarl Wilhelm Ludwig Müller
PeriodoXIX secolo
Generefonti storiche
Lingua originalegreco antico

I Fragmenta historicorum Graecorum (spesso indicati in sigla, FHG) sono una raccolta in cinque volumi di frammenti da fonti greche antiche, pubblicata dal filologo tedesco Karl Wilhelm Ludwig Müller (1813-1894) tra il 1841 e il 1872 per i tipi dell'editore Ambroise Firmin Didot.[1]

Le fonti raccolte spaziano dal VI secolo a.C. al VII secolo d.C. e gli autori citati sono più di seicento. Di ogni frammento è presentata una traduzione o un compendio in latino.[1]

Il primo volume comprende il testo del Marmor Parium (con una traduzione in latino, una tavola cronologica e un commento) e il testo greco della Stele di Rosetta (Rosettanum), con una traduzione in francese ed un'analisi filologica, storica e archeologica. Il quinto volume presenta in traduzione francese una sezione con storici greci e siriani tramandati da fonti armene.[1]

Ad eccezione del primo volume, gli autori sono ordinati cronologicamente e i frammenti sono numerati in sequenza.[1]

Su quest'opera di Müller sono in gran parte fondati i sedici volumi intitolati Die Fragmente der griechischen Historiker, del filologo tedesco Felix Jacoby (1876-1959).[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e Scheda sui Digital Fragmenta Historicorum Graecorum (DFHG), Università di Lipsia.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Antica Grecia