Apri il menu principale

François Xavier de Schwarz

generale francese
François Xavier de Schwarz
François Xavier de Schwarz.jpg
François Xavier de Schwarz, comandante del 5º Reggimento Ussari.
NascitaHernwiess, 8 gennaio 1762
MorteSainte-Ruffine, 9 ottobre 1826
Dati militari
Paese servitoFrancia Francia
Forza armataEsercito
ArmaCavalleria
SpecialitàUssari
Anni di servizio1769 – 1815
Gradogenerale di brigata
Guerre
Guerre della Prima coalizione
Guerre napoleoniche
Guerra d'indipendenza spagnola
Battaglie
Battaglia di Tory Island (1798)
Battaglia di Meßkirch (1800)
Battaglia di Biberach (1800)
Battaglia di Hohenlinden (1800)
Battaglia di Austerlitz (1805)
Battaglia di Prenzlau (1806)
Capitolazione di Stettino (1806)
Battaglia di Golymin (1806)
Battaglia di El Bruc (1808)
Battaglia di Manresa (1810)
Decorazionivedi testo
fonti nel testo
voci di militari presenti su Wikipedia

François Xavier de Schwarz, o anche François-Xavier-Nicolas Schwartz (Hernwiess, 8 gennaio 1762Sainte-Ruffine, 9 ottobre 1826), è stato un generale francese.

BiografiaModifica

Si arruolò nell'esercito francese nel 1776. Divenne quindi ufficiale di cavalleria nel corso delle guerre rivoluzionarie francesi, combattendo nel 2º Reggimento Ussari in numerose azioni fra le quali le battaglie di Jemappes, Fleurus e Neuwied.

Dopo essere stato catturato nel corso della fallita invasione dell'Irlanda, fu promosso comandante del 5º Reggimento Ussari. Egli condusse il reggimento nelle guerre della seconda coalizione, distinguendosi in particolare nelle battaglie di Hohenlinden e di Austerlitz.

Divenne generale di brigata dopo le battaglie di Prenzlau e di Golymin. Inviato in Spagna, nel corso della guerra d'indipendenza spagnola, subì le sconfitte in Catalogna, di Passo di El Bruc e Manresa. Nel settembre del 1810, durante la Battaglia di La Bisbal venne catturato dalle truppe spagnole del generale O'Donnell, rimanendo prigioniero in Inghilterra fino alla fine delle guerre napoleoniche.

Durante la carriera ricevette numerose decorazioni fra le quali quella della Legion d'onore, di cui fu prima Ufficiale (1804) e poi Comandante (1805), dell'Ordine militare di Massimiliano Giuseppe di Baviera e, a restaurazione avvenuta, quella dell'Ordine di San Luigi. Ebbe inoltre la dignità di Barone dell'Impero.

OnorificenzeModifica

BibliografiaModifica

  • (EN) James R. Arnold, Marengo & Hohenlinden, Barnsley, South Yorkshire, UK, Pen & Sword, 2005, ISBN 1-84415-279-0.
  • (EN) Tony Broughton, French Hussar Regiments and the Colonels who Led Them: 1791 to 1815 Part 1, The Napoleon Series. URL consultato l'8 agosto 2012.
  • (EN) David G. Chandler, Jena 1806: Napoleon Destroys Prussia, Westport, Conn., Praeger Editores, 2005, ISBN 0-275-98612-8.
  • (EN) Harry Jarosak, The Pinning Attack: Austerlitz Overview, in Wargamer's Digest, vol. 10, nº 11, 1983.
  • (EN) Charles Oman, A History of the Peninsular War Volume I, La Vergne, Tenn., Kessinger Publishing, 2010, ISBN 1-4326-3682-0.
  • (EN) Charles Oman, A History of the Peninsular War Volume III, Mechanicsburg, Pennsylvania, Stackpole, 1996, ISBN 1-85367-223-8.
  • (FR) Georges Six, Dictionnaire biographique des généraux et amiraux de la Révolution et de l'Empire (1792–1814), Paris, Librairie Saffroy, 1934.
  • (EN) Digby, The Napoleonic Wars Data Book, London, Greenhill, 1998, ISBN 1-85367-276-9.
  • (EN) Volume II, Chapter 24, Part 2, Napoleonic Society, 2008. URL consultato il 20 agosto 2012.
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie