Apri il menu principale

Francesco Acerbi

calciatore italiano
Francesco Acerbi
Francesco Acerbi juggling.jpg
Acerbi in allenamento ai tempi del Milan nel 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 192 cm
Peso 88 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Lazio
Carriera
Giovanili
2001-2007Pavia
2007Renate
2007Pavia
2007Triestina
2007-2008Spezia
Squadre di club1
2005-2007Pavia2 (0)
2007Renate1 (0)
2007Triestina0 (0)
2007-2008Spezia0 (0)
2008-2010Pavia48 (3)
2010-2011Reggina42 (2)
2011-2012Chievo17 (1)
2012-2013Milan6 (0)
2013Chievo7 (0)
2013-2018Sassuolo157 (11)
2018-Lazio52 (4)
Nazionale
2014-Italia Italia6 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 novembre 2019

Francesco Acerbi (Vizzolo Predabissi, 10 febbraio 1988) è un calciatore italiano, difensore della Lazio e della nazionale italiana.

Caratteristiche tecnicheModifica

Arcigno difensore mancino,[1] è noto per le sue spiccate doti di leadership e la personalità.[1] Estremamente solido ed integro, ha una statura che gli consente di vincere la maggior parte dei duelli fisici ingaggiati con gli avversari, anche nel gioco aereo.[1]

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli inizi: Voluntas e BresciaModifica

Inizia la sua avventura calcistica nella Voluntas Brescia, società che all' epoca curava le categorie pre-giovanissimi del Brescia Calcio. Nella stagione 2001-2002 passa quindi al Brescia.

PaviaModifica

Passa poi nel Pavia ove milita nelle diverse categorie giovanili e con cui esordisce in Serie C1 il 23 aprile 2006, a 18 anni contro il San Marino. Nella stagione successiva, che vede la squadra lombarda retrocedere in Serie C2, viene ceduto in prestito al Renate nel gennaio 2007, ma ritorna a Pavia a fine mese,[2] dopo aver giocato una sola partita in Serie D[3]. All'inizio della stagione 2007-2008 viene ceduto in prestito alla Triestina e successivamente allo Spezia[4], dove viene impiegato nella formazione Primavera[5]. Nella stagione 2008-2009 rimane al Pavia, disputando 22 partite e segnando due reti e, nella stagione seguente, colleziona 24 presenze e un gol più altre 2 apparizioni nei play-off. In totale con gli azzurri gioca 56 partite e segna 3 gol.

RegginaModifica

Il 3 luglio 2010 passa alla Reggina, con la formula della compartecipazione[6][7]. Dopo un promettente inizio di stagione, il 31 gennaio 2011 il Genoa ne rileva il cartellino per 4,5 milioni[8], consentendo comunque al giocatore di restare a Reggio Calabria fino a fine stagione[9]. In totale con la Reggina disputa 43 incontri segnando 2 gol.

ChievoModifica

All'inizio della stagione seguente viene aggregato al Genoa, ma nel primo giorno della sessione estiva del calciomercato si trasferisce in compartecipazione al Chievo, in uno scambio che vede Kévin Constant fare il percorso inverso[10]. Il 20 novembre 2011 esordisce in Serie A nella vittoriosa trasferta dei veronesi contro il Catania per 2-1[11] e il 25 marzo seguente segna il suo primo gol nella massima serie nel pareggio casalingo contro il Siena per 1-1[12]. Chiude l'esperienza al Chievo con 20 presenze totali e un gol segnato.

Milan e il prestito al ChievoModifica

Il 20 giugno 2012 il Genoa riscatta la metà del cartellino del giocatore posseduta dal Chievo e contestualmente la cede al Milan[13] per 4 milioni di euro[14]. Il difensore sceglie di indossare la maglia numero 13, appartenuta in passato ad Alessandro Nesta[15]. Fa il suo esordio con la squadra milanese il 1º settembre seguente, nel corso della partita vinta per 3-1 allo Stadio Dall'Ara contro il Bologna[16]; debutta nelle competizioni UEFA per club, invece, il 24 ottobre seguente, in occasione del match esterno valevole per la fase a gironi della Champions League contro il Málaga (1-0)[17].

Il 26 gennaio 2013 il Genoa riscatta la metà del cartellino del giocatore dal Milan, cedendo in compartecipazione Kévin Constant alla squadra milanese[18], e una settimana più tardi cede Acerbi in prestito al Chievo.[19] Torna a giocare con la maglia gialloblu (numero 51) il 3 febbraio seguente, in occasione dell'anticipo domenicale perso in casa contro la Juventus per 2-1[20].

SassuoloModifica

L'8 luglio 2013, come confermato dal sito ufficiale della squadra, viene ufficializzato il suo passaggio in compartecipazione al Sassuolo con la speranza di rilanciarsi. Con il club firma un contratto quadriennale[21][22]. Durante le visite mediche di inizio stagione, lo staff del Sassuolo gli diagnostica un tumore al testicolo. Il giocatore è operato d'urgenza all'ospedale San Raffaele di Milano e dimesso regolarmente il giorno successivo[23]. Debutta con la maglia neroverde il 15 settembre 2013 nella partita di campionato Verona-Sassuolo (2-0).

Alcuni mesi dopo l'intervento chirurgico, è risultato positivo per gonadotropina corionica al test antidoping successivo alla gara giocata in trasferta contro il Cagliari il 1º dicembre 2013. Verificata l'insussistenza di esenzioni terapeutiche, il giocatore è stato sospeso cautelativamente dal Coni; in seguito a nuovi controlli medici, gli è stata diagnosticata una recidiva del cancro. Il giocatore si è quindi assentato dai campi di calcio per il resto della stagione, subendo un nuovo ciclo di cure che hanno debellato la malattia e ritornando infine a giocare nell'estate 2014. Il 25 ottobre 2014 realizza il suo primo goal con la maglia neroverde, in occasione della partita contro il Parma. Il 24 gennaio mette a segno la sua seconda rete in campionato contro il Cagliari, anche se in compartecipazione con Rossettini, difensore della squadra sarda. Il 30 gennaio 2015 viene annunciata la risoluzione della compartecipazione in favore del Sassuolo[24].

Nelle stagioni 2015-16 e 2016-17 si rivela un titolare inamovibile ed essenziale per la squadra giocando rispettivamente 38 partite (con 4 gol) e 49 partite (sempre con 4 gol all'attivo).

LazioModifica

L'11 luglio 2018 passa, a titolo definitivo per una cifra vicina ai 10 milioni di euro, alla Lazio andando a firmare un contratto quinquennale. L'esordio arriva il 18 agosto successivo in occasione della sconfitta casalinga, per 1-2, contro il Napoli. Il 26 settembre segna il suo primo gol in maglia biancoceleste, nella partita vinta per 2 a 1 contro l’Udinese[25]. Con l’espulsione rimediata il 20 gennaio 2019 nella sconfitta esterna 2-1 contro il Napoli, Acerbi si ferma a 149 partite di fila giocate tra campionato e coppe con Sassuolo e Lazio, rimanendo dietro a Javier Zanetti (162).[26]. Disputa la stagione da titolare inamovibile e conquista il suo primo trofeo sollevando la Coppa Italia al termine della finale vinta 2-0 con l'Atalanta.

NazionaleModifica

Nel settembre del 2008 viene convocato nell'Italia Under-20 di Lega Pro per la prima partita della Mirop Cup contro l'Ungheria (1-2), nella quale scende in campo all'inizio del secondo tempo[27].

Il 10 agosto 2012 viene convocato per la prima volta in Nazionale maggiore dal CT Cesare Prandelli, in occasione dell'amichevole contro l'Inghilterra del 15 agosto seguente a Berna.[28][29]

Esordisce in Nazionale il 18 novembre 2014, a 26 anni, con il CT Antonio Conte, in occasione dell'amichevole contro l'Albania diputata a Genova, in cui entra in campo al 36º minuto del secondo tempo. Alla sua seconda presenza, il 29 marzo 2016, viene impiegato come titolare in occasione dell'amichevole persa dagli Azzurri per 4-1 contro la Germania a Monaco di Baviera.

Torna in Nazionale con il CT Roberto Mancini, che lo schiera titolare nella partita amichevole disputata il 20 novembre 2018 contro gli Stati Uniti a Genk. L'8 settembre 2019, Acerbi scende in campo nella sua prima gara con la nazionale in una competizione ufficiale, in occasione della partita contro la Finlandia valevole per le qualificazioni al campionato europeo del 2020.[30] Il 15 novembre 2019 a Zenica, in occasione della partita contro la Bosnia ed Erzegovina segna il suo primo gol in nazionale nello 0-3 finale.[31]

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 12 dicembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006   Pavia C1 1 0 CI+CI-C 0+2 0 - - - - - - 3 0
2006-2007 C1 1 0 CI 0 0 - - - - - - 1 0
gen. 2007   Renate D 1 0 - - - - - - - - - 1 0
ago. 2007   Triestina B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2007-2008   Spezia B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
2008-2009   Pavia 2D 22 2 CI-LP 3 0 - - - - - - 25 2
2009-2010 2D 24+2[32] 1+0 CI-LP 1 0 - - - - - - 27 1
Totale Pavia 48+2[32] 3 6 0 - - - - 56 3
2010-2011   Reggina B 40+2[32] 2+0 CI 1 0 - - - - - - 43 2
2011-2012   Chievo A 17 1 CI 3 0 - - - - - - 20 1
2012-gen. 2013   Milan A 6 0 CI 2 0 UCL 2 0 - - - 10 0
gen.-giu. 2013   Chievo A 7 0 CI 0 0 - - - - - - 7 0
Totale Chievo 24 1 3 0 - - - - 27 1
2013-2014   Sassuolo A 13 0 CI 0 0 - - - - - - 13 0
2014-2015 A 32 3 CI 0 0 - - - - - - 32 3
2015-2016 A 36 4 CI 2 0 - - - - - - 38 4
2016-2017 A 38 4 CI 1 0 UEL 10[33] 0 - - - 49 4
2017-2018 A 38 0 CI 3 0 - - - - - - 41 0
Totale Sassuolo 157 11 6 0 10 0 - - 173 11
2018-2019   Lazio A 37 3 CI 5 0 UEL 8 0 - - - 50 3
2019-2020 A 15 1 CI 0 0 UEL 6 0 - - - 21 1
Totale Lazio 52 4 5 0 14 0 - - 71 4
Totale carriera 332 21 23 0 26 0 - - 381 21

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
18-11-2014 Genova Italia   1 – 0   Albania Amichevole -   81’
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania   4 – 1   Italia Amichevole -
20-11-2018 Genk Italia   1 – 0   Stati Uniti Amichevole -
8-9-2019 Tampere Finlandia   1 – 2   Italia Qual. Euro 2020 -
12-10-2019 Roma Italia   2 – 0   Grecia Qual. Euro 2020 -
15-11-2019 Zenica Bosnia ed Erzegovina   0 – 3   Italia Qual. Euro 2020 1
Totale Presenze 6 Reti 1

PalmarèsModifica

ClubModifica

Lazio: 2018-2019

IndividualeModifica

2014
2015

NoteModifica

  1. ^ a b c Pasotto Marco, Da Acerbi a Silvestre Milan, bando in difesa, su archiviostorico.gazzetta.it. URL consultato il 15 ottobre 2019.
  2. ^ La linea è sempre verde: dalla Pro Sesto arriva Stefano Bazzo, A.C.RENATE, 30 gennaio 2007. URL consultato il 27 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 26 luglio 2011).
  3. ^ Pianeta neroazzurro - Anno 02 - Numero 04, AC Renate.
  4. ^ Deposito Trasferimenti Calciatori - Stagione Sportiva 2007/2008, lega-calcio.it, 24 ottobre 2007. URL consultato il 16 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2007).
  5. ^ Francesco Acerbi, La Gazzetta dello Sport. URL consultato il 12 maggio 2012.
  6. ^ Francesco Acerbi alla Reggina[collegamento interrotto], paviacalcio.it, 3 luglio 2010. URL consultato il 12 maggio 2012.
  7. ^ Gianluca Losco, Ufficiale: Acerbi alla Reggina, tuttomercatoweb.com, 3 luglio 2010. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  8. ^ Alfredo Pedullà, Esclusiva: Acerbi, 4,5 milioni alla Reggina, Datasport, 27 gennaio 2011. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  9. ^ Gianluca Losco, Ufficiale: Rodriguez e Acerbi al Genoa, tuttomercatoweb.com, 31 gennaio 2011. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  10. ^ Fabrizio Zorzoli, Ufficiale: Kevin Constant al Genoa, Acerbi al Chievo, tuttomercatoweb.com, 1º luglio 2011. URL consultato il 16 gennaio 2012.
  11. ^ Catania 1-2 ChievoVerona, legaseriea.it, 20 novembre 2011. URL consultato il 9 maggio 2012.
  12. ^ ChievoVerona 1-1 Siena, legaseriea.it, 25 marzo 2012. URL consultato il 9 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2012).
  13. ^ Definite trattative Chievo e Milan, genoacfc.it, 20 giugno 2012. URL consultato il 20 giugno 2012.
  14. ^ Francesco Acerbi, transfermarkt.it. URL consultato l'8 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2012).
  15. ^ 8 Noce-9 Pato-10 Boa, acmilan.com, 26 luglio 2012. URL consultato il 26 luglio 2012.
  16. ^ Bologna 1 - 3 Milan, legaseriea.it, 1º settembre 2012. URL consultato il 24 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2012).
  17. ^ Fabio Balaudo, Poco Milan, il Málaga la spunta, uefa.com, 24 ottobre 2012. URL consultato il 24 ottobre 2012.
  18. ^ Comunicato stampa, genoacfc.it, 26 gennaio 2013. URL consultato il 26 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 29 gennaio 2013).
  19. ^ Torna al Chievo Francesco Acerbi, chievoverona.it, 31 gennaio 2013. URL consultato il 31 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2013).
  20. ^ ChievoVerona 1 - 2 Juventus, legaseriea.it, 3 febbraio 2013. URL consultato il 3 febbraio 2013.
  21. ^ UFFICIALE: Sassuolo, colpo Acerbi
  22. ^ Copia archiviata, su sassuolocalcio.it. URL consultato il 9 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2013).
  23. ^ Francesco Acerbi / Tumore al testicolo per il difensore del Sassuolo: operato d'urgenza
  24. ^ Genoa, ufficiali Ariaudo, Laxalt e Pavoletti, genoacfc.it, 30 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 31 gennaio 2015).
  25. ^ Marco Gaetani, Udinese Lazio 1-2, quarto successo di fila per i biancocelesti, repubblica.it, 26 settembre 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  26. ^ Acerbi espulso dopo 126 partite consecutive, salterà Lazio Juventus. Il record resta di Zanetti, su sport.sky.it. URL consultato il 20 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 22 gennaio 2019).
  27. ^ Per l'Italia avvio amaro nella Mirop Cup, lega-pro.com, 1º ottobre 2008. URL consultato il 12 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2011).
  28. ^ Sono 8 le novità di Prandelli per l'amichevole con l'Inghilterra, figc.it, 10 agosto 2012. URL consultato il 10 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2012).
  29. ^ Italia-Inghilterra: 5 milanisti convocati, acmilan.com, 10 agosto 2012. URL consultato il 10 agosto 2012.
  30. ^ Sky Sport, Immobile-Jorginho, Italia fa 6 su 6! Finlandia ko, su sport.sky.it. URL consultato il 7 ottobre 2019.
  31. ^ La seconda vita di Acerbi, dal cancro al gol in Nazionale, su La Gazzetta dello Sport - Tutto il rosa della vita. URL consultato il 19 novembre 2019.
  32. ^ a b c Play-off.
  33. ^ 4 presenze nei turni preliminari contro Lucerna e Stella Rossa.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN158144928892654440817 · SBN IT\ICCU\LO1V\429862 · WorldCat Identities (EN158144928892654440817