Apri il menu principale

Francesco Amico (Cosenza, 2 aprile 1578Graz, 31 gennaio 1651) è stato un teologo italiano.

Gesuita ed insegnante universitario a Graz e Vienna,[1] è ricordato quasi esclusivamente per l'opera Cursus theologici iuxta scholasticam huius temporis Societatis Iesu methodum (9 volumi, 1630–1649) che fu parzialmente proibita dall'Indice nel 1651. Blaise Pascal lo attacca nella settima delle sue Lettere provinciali sotto il nome di Père L'Ami.[2]

NoteModifica

  1. ^ Calabria, Le biografie degli uomini illustri delle Calabrie, raccolte a cura di L. Accattatis, 1869 Calabresi illustri Francesco D'Amico pag. 155-156.
  2. ^ (ES) J.P. Donnelly, Amico, Francesco d', in Diccionario histórico de la Compañía de Jesús (Madrid), vol. 1, 2001.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN35396168 · ISNI (EN0000 0001 1757 9168 · SBN IT\ICCU\UM1V\010971 · GND (DE124683568 · CERL cnp00480686 · WorldCat Identities (EN35396168
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie