Francesco Boccapaduli

arcivescovo cattolico e diplomatico italiano
Francesco Boccapaduli
arcivescovo della Chiesa cattolica
Template-Archbishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato3 aprile 1600 a Roma
Ordinato presbitero1623
Nominato vescovo13 settembre 1638 da papa Urbano VIII
Consacrato vescovo21 settembre 1638 dal cardinale Alessandro Cesarini
Elevato arcivescovo15 luglio 1675 da papa Clemente X
Deceduto23 novembre 1680 (80 anni) a Roma
 

Francesco Giacinto Ignazio Boccapaduli (Roma, 3 aprile 1600Roma, 23 novembre 1680) è stato un arcivescovo cattolico e diplomatico italiano.

BiografiaModifica

Nacque il 3 aprile 1600 a Roma da Fabrizio, conservatore e priore dei Rioni di Roma, e da Clarice Du Blioul. Avviatosi alla carriera ecclesiastica, si laureò in utroque iure e ricevette una pensione da papa Paolo V. Nel 1638 papa Urbano VIII lo nominò vescovo di Valva e Sulmona. Fu consacrato il 21 settembre dal cardinale Alessandro Cesarini, assistito dai vescovi Tommaso Carafa e Giovanni Battista Altieri.

Fu trasferito alla diocesi di Città di Castello, da cui si allontanò per la nomina a nunzio apostolico in Svizzera, dove promosse con intransigenza la difesa e l'estensione dei diritti della Santa Sede. Fu elevato a conte e nominato assistente al Soglio Pontificio. Nel 1652 fu richiamato a Roma e lasciò il vescovo Jost Knab, suo fedele e prediletto, come internunzio. Fu invece mandato a Venezia per continuare i rapporti, già tesi, con la Chiesa.

Resse per venticinque anni la diocesi di Città di Castello e, ritiratosi definitivamente a Roma, fu elevato ad arcivescovo titolare di Atene. Morì il 23 novembre 1680 e fu sepolto nella basilica di Santa Maria in Aracoeli.

Genealogia episcopale e successione apostolicaModifica

La genealogia episcopale è:

La successione apostolica è:

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315964529 · GND (DE1071530089 · CERL cnp02015784 · WorldCat Identities (ENviaf-315964529