Francesco Callari

Francesco Càllari (19101996) è stato un saggista, critico teatrale e critico cinematografico italiano.

BiografiaModifica

Siciliano di nascita, iniziò l'attività di critico teatrale su Scenario e Il dramma e cinematografico su Cine-Magazzino (con lo pseudonimo Francàl), Il Tevere e soprattutto Film. Nel 1946 fece parte della commissione di giornalisti, sostitutiva della giuria, facente parte della Manifestazione Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, e collaborò con altre riviste quali Cinema e Bianco e Nero.

Come saggista è noto per i suoi studi approfonditi su Luigi Pirandello, che culminarono nella pubblicazione di un ponderoso saggio, Pirandello e il cinema, pubblicato nel 1991 da Marsilio e che vinse il Premio Pirandello come miglior saggio. Nel 1992 il suo fondo archivistico teatrale e cinematografico venne donato alla Biblioteca Teatrale della SIAE [1].

Come attore ebbe due ruoli importanti in due film diretti da Francesco Rosi tra il 1976 e il 1979; il giudice Sanza in Cadaveri eccellenti e il dottor Gibilisco in Cristo si è fermato a Eboli. È deceduto all'età di 86 anni.

BibliografiaModifica

  • Pirandello e il cinema, Marsilio Editori, 1991

FilmografiaModifica

Attore cinemaModifica

NoteModifica

  1. ^ Fondo Francesco Càllari, su bibliotecateatralesiae.it. URL consultato il 12 gennaio 2020.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN4986290