Francesco Carlo di Auersperg

Princely Hat.svg
Francesco Carlo di Auersperg, III principe di Auersperg
Principe di Auersperg
Stemma
In carica 1705 - 1713
Predecessore Giovanni Ferdinando
Successore Enrico Giuseppe
Trattamento Sua Altezza Serenissima
Nascita Vienna, 22 novembre 1660
Morte Pischelsdorf am Engelbach, 6 novembre 1713
Dinastia Auersperg
Padre Giovanni Weikhard di Auersperg
Madre Maria Katharine von Losenberg
Consorte Maria Theresia von Rappach
Religione cattolicesimo

Francesco Carlo di Auersperg, III principe di Auersperg (Vienna, 22 novembre 1660Pischelsdorf am Engelbach, 6 novembre 1713), fu principe di Auersperg dal 1705 alla sua morte.

BiografiaModifica

Francesco Carlo era figlio del principe Giovanni Weikhard di Auersperg e di sua moglie, la contessa Maria Katharine von Losenberg.[1] Suo fratello era Giovanni Ferdinando di Auersperg, II principe di Auersperg.

Carlo Francesco di Auersperg, come secondogenito, decise di intraprendere la carriera militare e raggiunse il grado di capitano dell'esercito imperiale a soli 20 anni. Dopo l'Assedio di Vienna del 1683, fu lui a portare la notizia che la capitale era stata salvata all'imperatore Leopoldo I. All'assedio di Bihać, ebbe una disputa con un superiore della dinastia ungherese dei Batthyány che portò al suo temporaneo ritiro dalle truppe del principe Eugenio di Savoia. Portò ad un ulteriore fallimento disattendendo un ordine dello stesso principe Eugenio nel corso della Battaglia di Luzzara nella campagna italiana della guerra di successione spagnola del 1702.

Negli ultimi anni della sua carriera militare, fu per diverse volte colonnello tesoriere dell'esercito imperiale, governatore di Karlovac e venne infine promosso al grado di Feldzeugmeister.

Nel 1705 succedette a suo fratello Giovanni Ferdinando come principe di Auersperg e duca di Münsterberg, rappresentando poi in quell'anno l'imperatore al Congresso dei Principi di Slesia.[2] Morì nel 1713.

Matrimonio e figliModifica

Carlo Francesco di Auersperg sposò nel 1685 la contessa Maria Theresia von Rappach (1660–1741). La coppia ebbe insieme sei figli:[3]

  • Maria Eleonora di Auersperg (1686-1686)
  • Francesco Antonio di Auersperg (1688-1688)
  • Maria Anna di Auersperg (1690–1725)
  • Maria Francesca di Auersperg (1691–1725), sposò il conte Johann Joseph von Breuner
  • Leopoldo di Auersperg (1694–1704)
  • Enrico Giuseppe di Auersperg (1697–1783), IV principe di Auersperg

OnorificenzeModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro

Albero genealogicoModifica

Francesco Carlo di Auersperg, III principe di Auersperg Padre:
Giovanni Weikhard di Auersperg, I principe di Auersperg
Nonno paterno:
Dietrich II von Auersperg, conte di Auersperg
Bisnonno paterno:
Christoph II von Auersperg, barone di Auersperg
Trisnonno paterno:
Herward VIII von Auersperg, barone di Auersperg
Trisnonna paterna:
Christiane Marie Regine von Spaur und Flavon
Bisnonna paterna:
Anna von Maltzan
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Nonna paterna:
Sidonie Gall von Gallenstein
Bisnonno paterno:
Cosmos Gall von Gallenstein
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
Felizitas Hofer von Tibein
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Madre:
Anna Maria von Herberstein
Nonno materno:
Johann Maximilian von Herberstein
Bisnonno materno:
Johann Maximilian von Herberstein
Trisnonno materno:
Bernhardin von Herberstein
Trisnonna materna:
Margaretha von Valmarana
Bisnonna materna:
Eleonora Katharina Breunner
Trisnonno materno:
Hans Jakob Breunner
Trisnonna materna:
Renate Magdalena von Preysing
Nonna materna:
Anna Magdalena von Thun und Hohenstein
Bisnonno materno:
Johann Sigismund von Thun und Hohenstein, conte di Thun-Hohenstein
Trisnonno materno:
Johann Cyprian von Thun und Hohenstein
Trisnonna materna:
Anna Maria von Preysing
Bisnonna materna:
Anna Margareta von Wolkenstein
Trisnonno materno:
Marcus Oswald von Wolkenstein
Trisnonna materna:
Anna Maria Khuen von Belasi

NoteModifica

  1. ^ Herbert Schmidt: Der Silbererzbergbau in der Grafschaft Glatz und im Fürstentum Münsterberg-Oels. Von den mittelalterlichen Anfängen bis zum Niedergang, Tectum-Verlag, Marburg 2003, ISBN 3-8288-8500-4, p. 18.
  2. ^ Peter von Radics: Herbard VIII, Freiherr zu Auersperg (1528–1575). Ein krainischer Held und Staatsmann, Verlag Braumüller, Vienna, 1862, p. 81 ff
  3. ^ Miroslav Marek, Auersperg family at genealogy site, Genealogy.EU.

BibliografiaModifica

  • Grete Mecenseffy: Im Dienste dreier Habsburger. Leben und Wirken des Fürsten Johann Weikhard Auersperg (1615–1677). in: Archiv für österreichische Geschichte, vol. 114, 1938, p. 295–509.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN316876051 · GND (DE1073948730 · CERL cnp02126656 · WorldCat Identities (ENviaf-316876051
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie